Sport
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sabato, 23 Marzo 2013 10:06

Anche la “Sport Running Salento” alla Maratona di Roma

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Il 17 marzo si è svolta a Roma una delle manifestazioni podistiche più partecipate sul nostro territorio nazionale.

La Maratona di Roma giunta  alla sua 19° edizione ha visto la partecipazione di circa 14.000 atleti tra italiani e stranieri provenienti da 81 paesi.                                                                                                          Il primo a tagliare il traguardo per la categoria maschile è stato  il 29enne Etiope Negari con  2:07:56, la prima per la categoria femminile è stata la 36enne Keniana Kirop con 2:24:40. E’ arrivata la terza vittoria anche per Alex Zanardi con l’handbike.

Infine, come da tradizione, dietro la maratona è partita la stracittadina di 5 km, la RomaFun, con oltre 40 mila persone al via.                                                         

Anche nell’animo di due nostri concittadini avvicinatisi da qualche anno al podismo agonistico è maturata l’esigenza di partecipare alla maratona più popolata d’Italia  e di provare l’emozione di correre per le strade della capitale. Si tratta del 37enne Francesco Matteo arrivato 754mo con un tempo reale di 3:12:24 e del 31enne Giannuzzi Diego arrivato 1810mo con un tempo reale di 3:29:26 entrambi tesserati alla “Sport  Running Salento” associazione podistica locale con a capo il presidente Carmelo Cairo, costituita da atleti salicesi e da una corposa  rappresentanza di atleti provenienti da altri comuni limitrofi.

Certamente sul luogo dove lo sport la faceva da padrone non poteva mancare il saluto affettuoso rivolto con degli striscioni al nuovo Vescovo di Roma, Papa Francesco.  

L’elezione del nuovo Pontefice è stato, infatti, l’altro evento che ha caratterizzato questa idilliaca giornata nella “Caput mundi”, in quanto ha fatto affluire nella capitale il popolo dei fedeli desiderosi di presenziare numerosi al primo angelus del nuovo Pontefice.

Nonostante la concomitanza di questi due grandi eventi la macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione e puntuale è stata la partenza da Via dei Fori Imperiali alle 9.30 con un percorso modificato all’ultimo momento escludendo il passaggio dei maratoneti da Piazza San Pietro.

Le condizioni meteorologiche sfavorevoli, quali l’abbassamento della temperatura e la presenza del vento, hanno rallentato un po’ gli arrivi degli atleti, che comunque in tanti hanno tagliato il traguardo. 

<<Percorrendo le strade e le piazze della capitale, oltre ad assaporare il fascino della città eterna con i suoi monumenti e le sue opere architettoniche e della romanità presente in essa>> dicono i nostri atleti <<abbiamo constatato quanto dispendio di energie umane abbia contribuito alla buona riuscita della manifestazione: dall’impegno delle forze dell’ordine chiamate a gestire il traffico all’interno della città capitolina e a garantire l’incolumità degli atleti al lavoro del personale ausiliario posizionato sui vari e ricchi punti di ristoro, pronti a fornire assistenza e soccorso. Ma soprattutto abbiamo sentito il calore del popolo romano presente lungo tutto il percorso che incitava gli atleti a non mollare. Per quanto ci riguarda e stato emozionante sentire le grida di incoraggiamento di persone sconosciute che lungo il percorso gridavano il nostro nome scritto sul pettorale>>. 

L’esperienza di correre insieme a persone,  uomini e donne, di altre nazionalità testimonia come lo sport accomuni le genti pur nelle loro diversità e le unisca. Anche la parità tra uomo e donna nel loro gesto del correre insieme,così come raffigurato nella medaglia della maratona, è un messaggio importante in una società che ancora oggi perdura nella distinzione tra i diritti dell’uomo e della donna.

                     Francesco Matteo                                                                                                              Diego Giannuzzi

 

 

 

 

Letto 827 volte Ultima modifica il Sabato, 23 Marzo 2013 10:32

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi207
Ieri1617
Questa Sett.6577
Questo Mese37593
Totale1264792

Sabato, 24 Giugno 2017 09:10

Chi è on line

Abbiamo 276 visitatori e nessun utente online