Sport
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sabato, 13 Febbraio 2016 20:04

Rugby, caffè e schedine

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Io ed i miei amici spesso ci ritroviamo  al bar come ormai accade da diversi anni a questa parte, dopo aver sfogliato il giornale sportivo e mentre gustiamo il caffè l’ argomento ricade sulla nostra materia preferita: ilRUGBY. Prendiamo in considerazione tutto quello che siti, giornali o voci di corridoio riportano. In particolare entriamo in fermento durante i periodi di finali di campionato e sei nazioni per non parlare di quando arrivano i mondiali. La nostra mente spazia da campionati di serie C,B, Eccellenza e Pro12 fino all’ ultimo dei campionati esteri. Durante il sei nazioni se è possibile ci riuniamo, cerchiamo di guardare le partite insieme, come stiamo cercando di fare adesso con i mondiali, ma in realtà il meglio di noi lo diamo nell’ immaginare i risultati, miriadi di numeri sparati come se fossimo dei matematici alle prese con formule impossibili da risolvere. Quando cerchiamo di mettere su carta (giocando le schedine, non tantissime) ognuno di noi la pensa in maniera differente infatti c’è chi sostiene la tesi del  POCHI MA BUONI, giocando tutti i risultati più probabili, c’è chi pensa IO AZZARDO, colui il quale si destreggia tra risultati fissi, partite impossibili e handicap numerici devastanti. Poi ci sono quelli come definiti I FOLLI, che tra i risultati più semplici esagerano, giocando il quasi impossibile pareggio nel rugby; quando il rarissimo pareggio viene fuori puntualmente è sbagliato il 90% della schedina. Devo ammettere che il caffè con i miei amici è davvero una delle parti più divertenti della giornata, in particolare quando Liliana ( la mia ragazza) è con noi e ci scruta come fossimo alieni provenienti da un altro pianeta mentre discutiamo molto animatamente. Vorrei dedicare questo breve articolo scritto nell’ intervallo di Italia-Canada a tutti i miei amici invitandoli al bar domani mattina (come ogni mattina).

Letto 505 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Civino Giacomo

Studente di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali;

Giocatore di Rugby nella Squadra della Svicat Rugby ASD;

Suona il Basso e Contrabasso;

Creatore del Blog: CIVINSBLOG

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi243
Ieri578
Questa Sett.4208
Questo Mese35224
Totale1262423

Giovedì, 22 Giugno 2017 16:25

Chi è on line

Abbiamo 207 visitatori e nessun utente online