Sport
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Domenica, 06 Ottobre 2013 16:18

6 giornata di serie A 2013

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)


 

La sesta giornata di serie A inizia sabato 28 settembre con l’anticipo di Genoa Napoli al Ferraris alle 18.00. Benitez tiene in panchina i pezzi da novanta come Higuain e Hamsik in vista della Champions. Partenopei avanti grazie a Pandev che gestisce il reparto d’attacco; Napoli in vantaggio già mezz'ora più tardi e dopo appena dieci minuti è ancora Pandev a siglare il raddoppio. La ripresa della seconda frazione di gioco è ordinaria amministrazione per la squadra di Benitez. Il risultato non cambia, Genoa 0 Napoli 2; questa sconfitta interna è stata fatale per Liverani che viene cosi esonerato e al suo posto ritorna un nome già noto al grifone, Gasperini, quindi un grande in bocca al lupo al vecchio “nuovo” tecnico.

 

Alle 20.45 si gioca a San Siro Milan Sampdoria. Rossoneri che affrontano la Samp con le seconde linee non in vista della Champions a causa dei numerosi infortuni e della squalifica di Balotelli. Partita molto attendista fra le due squadre e rossoneri sicuramente propositivi che creano tanto, ma sciupano altrettanto. Si va a riposo sullo 0 a 0 ma è proprio a inizio ripresa che il Milan passa in vantaggio grazie a una rasoiata perfetta di Birsak porta i suoi in vantaggio. Il Milan negli ultimi minuti si fa schiacciare troppo in area ma non rischia nulla. La partita finisce 1 a 0 per il Milan sulla Sampdoria, eroe di San Siro Birsa che fa respirare il diavolo.

 

L'anticipo di domenica 29 settembre alle 12.30 si gioca all’Olimpico di Torino, non si gioca una partita normale ma il derby della Mole Antonelliana. Squadre ben messe in campo e senza particolari occasioni da rete. Si va a riposo sullo 0 a 0 ma nella ripresa il risultato si sblocca in favore degli ospiti; in un'azione confusa Pogba insacca di testa su un assist di Carlitos Tevez, in posizione di fuorigioco netta, altro errore da parte dei guardalinee e dell’arbitro che dista dall azione circa 4 metri  e non lo rileva. Partita che finisce 1 a 0 per la Juventus a casa del Torino.

 

E’ il secondo episodio dubbio dopo quello di Verona contro il Chievo. Alle ore 15.00 l’Atalanta Ospita l’Udinese, agli Azzurri d’Italia la Dea si porta in vantaggio grazie a Denis che mette la sua sigla al 45°. E’ sempre Denis poi che al 63° minuto raddoppia e porta l’Atalanta sul 2 a 0, i friuliani cercano  di reagire ma è troppo tardi e la partita finisce 2 a 0 per l’Atalanta su un Udinese rinunciatario e sterile in attacco.

 

Un'altra partita si gioca al Massimino fra Catania e Chievo. Siciliani che hanno un bisogno disperato di punti e cercano di ottenerli in casa col Chievo e ci riescono grazie ai sigilli di Plasil al 20° minuto e al 55° con Castro. Catania che batte 2 a 0 il Chievo che comunque ha disputato una partita di tutto rispetto. 

Per i siciliani è la prima vittoria di questa stagione.

 

Al Mapei Stadium il Sassuolo ospita la Lazio. Ospiti che passano in vantaggio al 50° minuto con Andre Dias e raddoppio di Candreva 5 minuti dopo ma Schelotto, un minuto più tardi, accorcia le distanze. Lazio che rischia piu volte di subire il gol del pareggio, gol che arriva al 74° minuto da Floro Flores. Sassuolo 2 Lazio 2. Risultato che rimane tale fino alla fine. Un pari prezioso per il Sassuolo visto l'indirizzo preso dalla partita e per i traguardi del medesdimo club; inutile invece per la Lazio che si fa raggiungere e che esprime una prestazione deludente.

 

Un'altra partita è uno scontro salvezza fra due neopromosse Verona Livorno al Bentegodi. Verona che passa in vantaggio a 10 minuti dalla fine con Iturbe ma che si fa raggiungere allo scadere della prima frazione di gioco da Rinaudo. Al 74° minuto è Jorginho che regala il macth al Verona. Partita che finisce 2 a 1 per i padroni di casa sul Livorno.

 

Allo stadio di Trieste si gioca Cagliari Inter; partita equilibrata fino al 75° quando il nuovo subentrato Icardi segna la rete del vantaggio per i neroazzurri  ma, 8 minuti dopo, è Nainggolan a pareggiare ed a fermare la corsa dell’Inter. Partita che finisce con un pareggio amaro per gli uomini di Mazzarri, punto prezioso per il Cagliari.

 

All’Olimpico la Roma ospita il Bologna di Pioli nel posticipo delle 20.45. Giallorossi in vantaggio dopo 8 minuti con Florenzi e raddoppio di Gervinho subito dopo. E' Benathia a firmare il tris; Roma che potrebbe aver chiuso la pratica Bologna già alla fine del primo tempo ma la creatura di Garcia è insaziabile e fa poker  al 62° minuto ancora con Gervinho che firma la sua doppietta personale. A poco dalla fine Ljajic inventa un gol davvero molto bello scavalcando il portiere del Bologna con un cucchiaio davvero delizioso da posizione molto defilata e fa cinquina. Bologna travolto e Roma che non è stata mai cosi bella e si riporta in vetta solitaria. Risultato finale all’Olimpico è Roma 5 Bologna 0.

 

L’ultima partita giocata Lunedi  30 settembre è Fiorentina Parma. In campo il Parma presenta ben 7 ex viola; Parmensi in vantaggio grazie al gol di Gargano quasi allo scadere del primo tempo. Si va a riposo e al 64° minuto è Rodriguez a firmare il pareggio per i gigliati e poi Vargas a siglare il raddoppio al 78° minuto. Partita che sembra finire con questo risultato ma, nel pieno del recupero finale, è proprio un ex viola a firmare il pareggio definitivo: Gobbi.

Partita che finisce col risultato di 2 a 2 fra Fiorentina e Parma.

Letto 1534 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Ottobre 2013 17:06

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi60
Ieri575
Questa Sett.1144
Questo Mese40386
Totale1267585

Mercoledì, 28 Giugno 2017 04:02

Chi è on line

Abbiamo 175 visitatori e nessun utente online