Sport
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Martedì, 24 Settembre 2013 08:51

4° Giornata di Serie A: volano i gol

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)


 

Eccoci giunti alla 4° giornata di serie A e non manca di certo un grande spettacolo.

Si inizia Sabato 21 Settembre con il primo anticipo delle 18.00 Chievo-Udinese. Fruliani in vantaggio dopo appena 50 secondi, Maicosuel approfitta di un'incertezza difensiva dei veronesi e porta in vantaggio la propria squadra.Udinese troppo sicura di portare il risultato in cassaforte ma sbaglia perché il Chievo non sta a guardare e Pellisier infila Kelava per il pareggio; a 5 minuti dalla fine del primo tempo ci pensa Rigori ad effettuare il sorpasso siglando il 2 a 1 per i padroni di casa e, con questo risultato, finisce la partita al Bentegodi.

 

Il secondo anticipo vede il Cagliari affrontare la Sampdoria.nello stadio di Trieste ed in questo caso è prorprio Ekdal a sbloccare il risultato a metà primo tempo portando in vantaggio il Cagliari. Sardi che gestiscono il risultato e rimangono in vantaggio fino a un minuto dalla fine, minuto in cui accade di tutto; Gabbiadini stabilisce la parità tra le due formazioni, qui Agazzi non esente da colpe, ma ci pensa il capitano Conti a riportare il Cagliari nuovamente in vantaggio nel primo minuto di recupero; sembrava tutto finito ma De Silvestri pareggia, grazie anche ad una deviazione, nel terzo minuto di recupero e con questa azione si chiude la partita. Quindi a Trieste il risultato finale è Cagliari 2 Sampdoria 2.

Al Luigi Ferraris il Genoa ospita il Livorno. Partita a ritmi blandi ma col passare dei minuti iniziano a fioccare le prime occasioni sia da una parte che dall’altra. Il Genoa, decisamente più pericoloso, non riesce a sbloccare il risultato, il Livorno, più attendista, non fa di certo aspettare la sua reazione: in definitiva nulla di fatto e al Ferraris il tutto termina 0 a 0.

Il Sassulo ospita l'Inter nell'anticipo delle 12.30 Domenica 22 Settembre. Partita decisa dove l'Inter infilza il Sassuolo ben 7 volte. Palacio apre le danze al 7 minuto del primo tempo, Taider raddoppia al 23 minuto e poi Pucino del Sassulo segna, ma nella porta sbagliata, ed è 3 a 0.

Nella ripresa è Alvarez a siglare la quarta rete per i neroazzurri. La quinta rete è del principe Milito, fresco di rientro, che trova subito il gol. Cambiasso sigla il 6 a 0 e poi ancora Milito a firmare la propria doppietta personale e il 7 a 0 finale.

Al Mapei Stadium finisce 7 a 0 per gli uomini di Mazzarri. Per l'Inter questa è la piu larga vittoria della sua storia; imbarazzante il divario fra le due squadre. Altra partita a reti inviolate è Catania Parma. Partita noiosa al massimino per le due squadre che, dopo un iniziale sfuriata alla ricerca del gol, sembrano accontentarsi di un punto ciascuno. Catania Parma finisce 0 a 0. Allo Stadio Olimpico di Roma c’è il derby. Partita finalmente arrivata. Inizio scoppiettante per entrambe le squadre, partita giocata alla pari fino al 63 minuto dove la Roma passa in vantaggio grazie a Balzaretti che segna un gran gol. Per lui non arrivava un gol da tanto e un sigillo nel derby ha fatto scoppiare in lacrime il terzino della Roma, consapevole dell’importanza della rete. Nello scadere l’arbitro assegna un rigore per la Roma dove si presenta Ljajic che, dal dischetto, non sbaglia ed è 2 a 0.

Nel finale gol di Klose che segna però in posizione irregolare. Da segnalare un gestaccio di De Rossi verso la curva laziale, le scuse arriveranno poi nel dopo partita. All’olimpico di Roma la partita ha fine 2 a 0 per la Roma in vantaggio sulla Lazio. Primo derby della capitale quindi a Rudy Garcia ed è anche il primo derby vinto dalla gestione Americana. Agli Atleti Azzurri d’Italia si gioca Atalanta Fiorentina.  Partita controllata dagli uomini di Montella che colpiscono al 40° minuto con Matias fernandez. 1 a 0 per la Fiorentina e, con questo risultato, si va a riposo.

A metà secondo tempo invece è Pepito Rossi a siglare il 2 a 0 e con questo risultato la Viola si avvale sulla Dea. Risultato finale Atalanta 0 Fiorentina 2. 

Allo Juventus Stadium gli uomini di Conte ospitano il Verona. Ospiti a sorpresa in vantaggio al 36 minuto con Cacciatore che viene subito raggiunto da Tevez. Nei minuti di recupero invece è Lorente a siglare il 2 a 1. Primo gol per il gigante spagnolo; il secondo tempo è ordinaria amministrazione e la partita finisce 2 a 1 per i bianconeri su un buon Verona.

Nell'ultima partita, alle ore 15.00, il Bologna ospita il Torino al Dall’Ara. D’Ambrosio sblocca la gara e porta in vantaggio il toro ma poi Natali del Bologna che porta il risultato sul pari. Quasi allo scadere del primo tempo Cerci sigla il 2 a 1 per il Torino e da questo punto in seguito la partita non avrà piu nulla da raccontare. Torino che vince a Bologna dopo 36 anni e, dettaglio non importante ma curioso, stessi marcatori di Torino Milan.

Il match delle 20.45 si gioca a San Siro tra Milan e Napoli. Allegri non può avere una sconfitta perchè, in tal caso, perderebbe ulteriore terreno; gli uomini di Benitez tentano invece l’aggancio alla Roma in vetta. Partenopei subito in vantaggio con Britos e qui c’è un pasticcio difensivo con la difesa milanista completamente immobile. Partita che il Milan gioca bene e il primo tempo finisce 1 a 0 per il Napoli. Nella ripresa Higuain sigla il raddoppio con la sua protezza; Abbiati ancora una volta colpevole e recitivo nel ricevere reti sul proprio palo. 2 a 0 Napoli risultato un po’ crudele per il diavolo. nel frattempo la tifoseria rossonera sembra non prenderla bene e manda cori dispregiativi verso il popolo napoletano; Balotelli, atterato da Britos, mette a punto un rigore ma, a sorpresa, fallito da super Mario.Questo è il primo rigore che Balotelli sbaglia in carriera, Reina bravo e soprattutto fortunato. Nel finale Balotelli inventa un destro a giro e, in questo caso, Reina può solo guardare come il pallone si insacca; nonostante l'assalto finale dei rossoneri la partita finisce 2 a 1 per il Napoli che non vinceva a San Siro dal lontano 86.

Il Milan può recriminare due rigori non assegnati, uno per un intervento scomposto in area di rigore da parte di Zuniga ai danni di Poli e l’altro di Mesto Su Balotelli. Nel finale Balotelli verrà espulso per aver rivolto insulti al direttore di gara e si prevede una salata squalifica.

Letto 1931 volte Ultima modifica il Martedì, 24 Settembre 2013 09:25

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi240
Ieri578
Questa Sett.4205
Questo Mese35221
Totale1262420

Giovedì, 22 Giugno 2017 16:23

Chi è on line

Abbiamo 183 visitatori e nessun utente online