Calcio
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

SALICE SALENTINO - Nel pomeriggio di oggi, con 8 voti favorevoli, 3 contrari e 2 assenti, il consiglio comunale ha approvato e modificato lo Statuto Comunale. Questa modifica permetterà di abbassare il quorum in occasione di delibere importanti (come ad esempio l'approvazione del bilancio), armonizzando così le regole del regolamento comunale con lo statuto.

Maggiornaza ferma sulla decisione presa al punto di perdere due consiglieri, Manno e Cuppone, che al momento del voto hanno lasciato l'aula mentre ha trovato favorevole al cambiamento il consigliere di opposizione Ianne che a inizio legislatura si è dichiarato indipendente uscendo di fatto dalla linea di Salice nel Cuore capeggiata dal consigliere Ruggeri che insieme ai consiglieri Grasso e Marinaci hanno votato contro tale modifica.

Un mese di tempo, tanto è durato l'iter che ha portato a conclusione questa vicenda e che ha dato alla maggioranza una autonomia importante in situazioni di particolare rilevanza.

Approvato anche il punto quattro dell'ordine del giorno nel quale si chiedeva lo stanziamento di 6000 euro per l'adeguamento alla sicurezza sul lavoro passato con i soli voti favorevoli della maggiornaza mentre l'opposizione e i consiglieri Manno e Cuppone si sono astenuti.

Pubblicato in Politica Locale

SALICE SALENTINO – Il progetto per la Community Libray passa allo step successivo. Ad annunciarlo è stato il sindaco Tonino Rosato, sulla sua bacheca Facebook. “Manca ancora l’ultimo miglio da fare ma la notizia è già un fatto positivo per il nostro Comune!” – dice Rosato. Infatti, come si legge nel comunicato, il progetto è stato presentato ieri alla commissione di valutazione regionale che ha dato il via libera per la fase successiva. Rosato sottolinea che non sarà facile ottenere il finanziamento ma spiega di sentirsi ottimista sulla riuscita del progetto.

Nel lungo post ha ringraziato tutti quelli che hanno preso parte al progetto, compresi i salicesi che il 28 settembre hanno partecipato al workshop presso il convento. Tra i promotori e realizzatori ci sono l’assessore Leuzzi, l’architetto Alessandra Napoletano, il consulente per il piano di gestione dott. Roberto Serra e i progettisti (l’architetto Raffaele Guido e l’ingegnere Francesco Vitale).

Il sindaco rivendica il risultato incassato, sottolineando come: “Salice ha smesso di piangersi addosso, di nascondere il disinteresse di alcuni dietro la scusa del “non ci sono soldi” e ha deciso di mettersi in moto per cercare altrove le risorse! E’ così che opera un’Amministrazione capace, volenterosa e attenta. E lo facciamo con un lavoro di squadra che non si vedeva da tempo, con impegno e umiltà.”. Inoltre, annuncia notizie importati da quel di Roma.

Non manca la stoccata alle opposizioni con il riferimento, tra le righe, a quella guidata da Alessandro Ruggeri. Infatti, nel comunicato ringrazia il consigliere Silvia Grasso per la partecipazione ma si chiede come mai “i due moschettieri” non abbiano partecipato al workshop. La risposta la delega a Fabrizio De André, citando una famosissima canzone: “non possono più dare cattivo esempio”.

Pubblicato in Politica Locale

Continua la polemica intorno alla modifica dell'articolo 29 dello Statuto Comunale proposta non trattabile dall'Amministrazione Comunale in sede di Consiglio e non appoggiata dai Consiglieri di maggiornanza Manno e Cuppone.

Una rimodulazione del documento "ad personam" che ridurrebbe a sei più il Sindaco il numero dei Consiglieri per l’approvazione del bilancio di previsione, degli equilibri e del conto consuntivo. 

"Allo stato attuale quindi, il Sindaco, non avendo più il numero legale di consiglieri per l’approvazione delle delibere, stante la rottura dei Consiglieri Giampiero Manno e Sonia Cuppone, avrebbe pensato di ridurne il numero, modificando lo Statuto a suo piacimento" dicono i consiglieri di "Salice nel cuore"

"Il Primo Cittadino ha totalmente ignorato la proposta avanzata dai due consiglieri uscenti che avevano conseguito un consenso di circa 1100 voti, consistente nell’eliminazione delle modifiche dell’articolo stesso. Questo significa non ascoltare la voce dei 1100 elettori che su di essi hanno riposto la loro fiducia, dimostrando così un atteggiamento fortemente ANTIDEMOCRATICO. Ai due Consiglieri, infatti, non solo è stato negato l’Assessorato, ma li si vuole addirittura tenere fuori da alcuni importanti processi decisionali. Non da ultima, la revoca a Cuppone della delega all’ambito.

Sembra quindi inutile cercare di mascherare la reale motivazione che ha indotto alla modifica dello Statuto definendo quello attuale come ‘antiquato’ . A cinque mesi dalle elezioni non c’era alcuna urgenza di modificare tale documento, se non quella di tenere insieme una Maggioranza ormai fortemente disgregata.

Inutile anche il lavoro di chi, pur non avendo alcun titolo per farlo, cerca di ingannare la cittadinanza con giustificazioni infondate nei confronti della Maggioranza, arrampicandosi sugli specchi per difendere l’indifendibile, approfittando di varie situazioni politiche al solo scopo di avere un nostalgico momento di visibilità. Cosa non si farebbe per uscire dall’ombra che da diversi anni avvolge improvvisati politologi...

Di realmente urgente e di difficile soluzione restano invece i problemi del paese che affliggono i cittadini come la disastrosa gestione della raccolta differenziata, l’abbandono del verde pubblico, il Parco Zona PIP inserito nel nuovo bando e mai ripulito, la chiusura del Centro Polifunzionale, la chiusura della Biblioteca Comunale, gli sfratti alle associazioni che più avevano contribuito al fermento culturale del paese, il mancato concorso per Caposettore Finanziario, il progetto per 200.000,00 euro per il rifacimento di ulteriori strade ancora latente, il mancato rimborso della spazzatura per ritardata partenza della differenziata, il partenariato saltato con Veglie e che ha lasciato quest’ultimo paese senza un progetto  che inizialmente era stato condiviso con Salice, l’inerzia che ha portato alla chiusura delle Casina Ripa, luogo di aggregazione per giovani. Inoltre, da un po’ di mesi, Salice ha perso quel fermento culturale che aveva faticosamente conquistato negli ultimi anni con il lavoro di associazioni, parrocchie e scuole, essendosi distinto per le numerosissime manifestazioni culturali e sociali.

Attoniti inoltre davanti alla condotta del sedicente Consigliere Indipendente, Gaetano Ianne, che dimenticando di essersi  candidato fra le fila dell’Opposizione, dimostra un totale appoggio alla Maggioranza tradendo i suoi stessi elettori e votando a favore della modifica dello Statuto. Una inutile stampella che non giova a nessuno: questo lo hanno capito i due consiglieri uscenti, ma non l’ha capita Ianne!

L’opposizione, lo ribadiamo,  ha espresso il suo totale disaccordo nei confronti della proposta uscendo dall’aula al momento della votazione. Adesso aspettiamo i successivi due consigli, consci che ci saranno delle interessanti sorprese che possono portare allo sfascio totale di questo percorso amministrativo di centro destra.

Commoventi, inoltre, le dolci sinfonie composte da chi è solito suonare lo strumento dell’adulazione, cercando di attirare a sé le simpatie del potere di turno. Siamo comunque felici per quelle navi in balia delle correnti che finalmente sembra abbiano trovato un porto in cui attraccare.

A cinque mesi dalle elezioni emerge l’inconsistenza e l’instabilità di questa amministrazione di Centro-Destra, destinata inesorabilmente ad implodere nel breve periodo.

Questo è il risultato di una Coalizione composta da anime differenti,  unita in campagna elettorale con il solo scopo di vincere, ma incapace di rimanere coesa per governare e piena di contraddizioni interne.

E siamo solo all’inizio."

Pubblicato in Politica Locale

SALICE SALENTINO - Abbiamo chiesto ai consiglieri Marco Ligori (capogruppo di maggioranza) e Alessandro Ruggeri (capogruppo di opposizione) la loro opinione sulle modifiche allo Statuto Comunale proposte dall’amministrazione Rosato. Il punto della discordia è la modifica dell’articolo 29 dello Statuto. Di seguito le due versioni, con il testo attuale a sinistra e quello proposto a destra.

Testo attuale

Testo proposto

Articolo 29

Numero legale per la validità delle sedute

1. Il Consiglio Comunale si riunisce validamente con la presenza di un terzo dei consiglieri assegnati (sei), Sindaco escluso, sia in prima che in seconda convocazione, salvo che sia richiesta una maggioranza speciale. Per l’approvazione del bilancio di previsione, degli equilibri di bilancio e del conto consuntivo è richiesta la presenza della maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati, sia in prima che in seconda convocazione, Sindaco escluso.

2. Il Consiglio non può deliberare, in seduta di seconda convocazione, su proposte non comprese nell’ordine del giorno della seduta di prima convocazione, ove non ne sia stato dato avviso nei modi e termini stabiliti dall’articolo precedente. 

3. Non concorrono a determinare la validità dell’adunanza:

a) i consiglieri tenuti [ad] obbligatoriamente ad astenersi;

b) coloro che escono dalla sala prima della votazione;

c) gli assessori scelti fra i cittadini non facenti parte del Consiglio. Questi intervengono alle adunanze del Consiglio, partecipano alla discussione, ma non hanno diritto di voto.

Art 29 - Numero legale per la validità della seduta

1. Il Consiglio Comunale si riunisce validamente con la presenza di un terzo dei consiglieri assegnati Sindaco escluso, sia in prima che in seconda convocazione, salvo che sia richiesta una maggioranza speciale. Per l'approvazione del bilancio di previsione, degli equilibri di bilancio e del conto consuntivo è richiesta la presenza della metà dei consiglieri assegnati, Sindaco escluso.

2. Il Consiglio non può deliberare, in seduta di seconda convocazione, su proposte non comprese nell'ordine del giorno della seduta di prima convocazione, ove non ne sia stato dato avviso nei modi e termini stabiliti dall'articolo precedente.

3. Non concorrono a determinare la validità dell'adunanza:

a) i consiglieri tenuti [adl obbligatoriamente ad astenersi;

b) coloro che escono dalla sala prima della votazione;

c) gli assessori scelti fra i cittadini non facenti parte del Consiglio. Questi intervengono alle adunanze del Consiglio, partecipano alla discussione, ma non hanno diritto di voto.

 

MARCO LIGORI (capogruppo Uniti per Salice)

“La polemica della minoranza  è fine a se stessa; quando non si ha nulla da dire si cercano dei pretesti per poter attaccare la maggioranza che in questi cinque mesi sta lavorando duramente, impegnandosi e cercando di trovare tutti gli strumenti possibili per poter attuare il programma elettorale.

Per quanto riguarda lo Statuto comunale partiamo dall’assunto che noi inizialmente volevamo solo modificarlo per inserire la possibilità di delega sindacale per i consiglieri. Gli assessori e il sindaco non possono far fronte da soli a tutti gli impegni, quindi, si è pensato di poter dare delle deleghe (a titolo gratuito) ai consiglieri.

Solo dopo, su impulso dell’ex Segretario Comunale e dell’Avvocato Mele (caposettore agli Affari Generali), si é voluto riguardare l’intero impianto statutario considerato che abbiamo uno Statuto desueto risalente al 1991. Abbiamo “ammodernato” lo Statuto anche con l’ausilio del nuovo Segretario Comunale dr.ssa Poso che ha contribuito alla stesura del testo definitivo. Ciò si é reso necessario anche per eliminare alcune delle incompatibilità tra Statuto e Regolamento del Comune. Ad esempio, proprioil quorum relativo all’approvazione del bilancio di previsione e gli equilibri di bilancio, per il Regolamento è parial 50%, per lo Statuto è diverso. Ovviamente, quando ci sono incompatibilità ciò che vale è lo Statuto (gerarchia delle fonti, ndr). Inoltre,occorre precisare che nello stesso Statuto ci sono delle incongruenze nel computo delle maggioranze tra l’art. 29 e l’art. 30. Infatti mentre per il primo è richiesta una maggioranza di otto consiglieri per il secondo è prevista una maggioranza di sette.

Noi stiamo adeguando lo statuto alla maggioranza prevista nell’art. 30 dello Statuto oltre che al regolamento.

E’ giusto che vi sia una giusta omogeneità tra le nome e che vi sia chiarezza.

Queste modifiche varranno per noi così come per tutte le amministrazioni che si susseguiranno. Inoltre, abbiamo proposto la cancellazione della norma relativa al difensore civico e abbiamo introdotto il Consiglio Comunale Aperto, cioè la possibilità che il Consiglio possa svolgersi anche al di fuori della sede istituzionale dando la possibilità ai cittadini di esprimere la propria opinione e addirittura dando la possibilità agli stessi cittadini di convocarlo. Abbiamo ridefinito le pari opportunità, che non erano previste nello statuto. Abbiamo accorpato le consulte. Abbiamo eliminato il Collegio dei revisori non più previsto dalle norme nazionali.

Voglio che sia ben chiara una cosa: noi oggi, a prescindere dall’assenza dei due consiglieri avremmo comunque potuto far passare la modifica dello Statuto. Infatti, da Statuto con 9 consiglieri avremmo potuto farla passare seduta stante, ma dato che c’era solo una maggioranza assoluta  avremmo potuto approvarla nelle prossime due tornate consiliari (entro trenta giorni)con la stessa maggioranza, come previsto dal comma 4 dell’articolo 6 del Testo Unico per gli Enti Locali (ndr: vedi nota a conclusione dell’articolo*).

Abbiamo preferito rinviare questa votazione al prossimo lunedì per permettere a tutti di essere presenti per votarlo. Lo Statuto riguarda tutto il Consiglio Comunale ed é giusto votarlo alla presenza di tutti i consiglieri.

Per quanto riguarda lo “staff” del sindaco questo è un istituto presente in tantissimi altri statuti comunali e noi l’abbiamo previsto come eventuale e non necessariamente oneroso. Può riguardare una collaborazione spontanea ma resta un’eventualità. Non c’è niente di scandaloso se non per chi vuole fare polemica a tutti i costi.

Inoltre, ci tengo a precisare che tutto ciò che si sta facendo è nella piena autonomia della maggioranza di governo in Consiglio Comunale e nonostante questo lo scorso 7 novembre sono stati convocati tutti i consiglieri di opposizioneper il giorno 13 al fine di condividere con loro tutti i punti di modifica allo Statuto Comunale e per discutere di eventuali loro proposte. Quindi, prima di andare in Consiglio abbiamo illustrato e condiviso con loro le modifiche e nessuno ha eccepito alcunché. Ammetto però che non era presente il consigliere Alessandro Ruggeri.. Ma gli altri erano presenti.

Dispiace che si voglia solo fare polemica sterile al fine di apparire sui giornali, ma la verità è che noi abbiamo fatto tutti i passaggi istituzionali. Siamo stati corretti sino in fondo tanto da invitarli e informarli già prima del Consiglio Comunale.”

* Art. 6, comma 4, TUEL.: Gli statuti sono deliberati dai rispettivi consigli con il voto favorevole dei due terzi dei consiglieri assegnati. Qualora tale maggioranza non venga raggiunta, la votazione è ripetuta in successive sedute da tenersi entro trenta giorni e lo statuto è approvato se ottiene per due volte il voto favorevole della maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati. Le disposizioni di cui al presente comma si applicano anche alle modifiche statutarie.

 

ALESSANDRO RUGGERI (Capogruppo di Salice nel Cuore)

Alessandro Ruggeri: “Oggi il sindaco Rosato, ha cercato di far passare una modifica statutaria come qualcosa di assolutamente normale. In realtà, dietro le moltissime modifiche che dovevano essere approvate, il punto cruciale è la modifica dell’articolo 29. L’attuale amministrazione non voleva far altro che abbassare il quorum per la votazione dei bilanci e delle delibere più importati. Questo comporta, per loro, il poter fare a meno di alcuni consiglieri che hanno un ruolo determinante. Tant’è vero che oggi i consiglieri di maggioranza Manno e Cuppone erano assenti. Ma a un certo punto c’è stato il colpo di scena. Il Consigliere Ianne ha chiesto un rinvio, motivando la richiesta con l’importanza della modifica che ci accingevamo a porre allo Statuto e l’assenza di due consiglieri. Per la modifica statutaria servono i due terzi dei consiglieri più il sindaco, quindi, nove persone e questa mattina non c’erano i numeri. Ecco perché hanno convinto, probabilmente, Gaetano Ianne a fare questa richiesta di rinvio. Probabilmente, il consigliere Ianne l’ha fatto, non sapendo che questa modifica lede anche la sua persona, in quanto anche il suo voto non risulterebbe più essenziale per il quorum delle delibere più importanti.

Ci sono, inoltre, altri punti di questa modifica da prendere in considerazione. Ad esempio, quello sullo staff del sindaco, dove il primo cittadino può farsi affiancare da consiglieri o consulenti. In un comune di nove mila abitanti? Ma questo staff deve essere retribuito? Il sindaco sembra aver già dimenticato, nella sua precedente esperienza amministrativa quando era vice sindaco, la condanna della Corte dei Conti, quando l’amministrazione di allora si rivolse a dei consulenti esterni.

Con queste modifiche vogliono ridurre le consulte dei cittadini da 4 a 2 vogliono dare un contentino ai consiglieri di maggioranza, dandogli delle deleghe.

Il punto sei (quello sulle video riprese), invece, è passato all’unanimità. Quello è un regolamento proposto da Enzo Marinaci nella passata amministrazione, all’epoca era favorevole Minimo Leuzzi e contrario Tonino Rosato. Ecco perché, all’epoca, non passò.”

Pubblicato in Politica Locale

Il 26 novembre, la guagnanese Valentina Perrone, riceverà la Menzione d’Onore del Premio Letterario Nazionale Bari Città Aperta per il suo “Memorie di Negroamaro”, edito da Esperidi.

Il libro, si legge sul comunicato, “racconta la storia di Alessandra, docente salentina che si trasferisce a Milano per insegnare in un liceo. La sua nuova vita, accanto al compagno Paolo, viene interrotta da una telefonata: poche parole del tutto inattese la riportano nella sua terra natia, per risvegliare, in una manciata di giorni, un passato da cui credeva di essere guarita e per il quale perderà, forse, pezzi del suo presente. Una storia forte che intreccia vite e destini, che racconta il Salento fatto grande dalla sua gente, dai suoi profumi, dai suoi frutti, da ogni frammento che lo rende punto fermo nel cuore di chi, in esso, vede le sue radici”. L’autrice, pedagogista e giornalista del Nuovo Quotidiano di Puglia e Affaritaliani.it è una scrittrice ormai affermata e pluripremiata, infatti, si ricordano “Un Caffè in ghiaccio con latte di mandorla" (I classificato al Concorso Letterario Nazionale “Versi Tra Due Mari” 2016, III classificato al Premio Letterario Nazionale “Il Tombolo” 2016, finalista al Premio Letterario Internazionale “Nabokov” 2016).

Pubblicato in Letteratura
Giovedì, 20 Novembre 2014 11:01

Salice Salentino - Sfiducia al Vice Sindaco

 

Salice-Bene-Comune.jpg

Salice Salentino - Riformulata la maggioranza al Comune di Salice Salentino.

 

 

Rimpasto all'interno della maggioranza dove si è visto un cambio di posizioni con il ritorno in Giunta del Consigliere Arcangelo Fina che ricoprirà il ruolo di Assessore con delega all'Agricoltura, all'Ambiente ed all'Igiene e Sanità, ruolo assegnato fino ad oggi a Ianne che vede la sua posizione ridimensionata retrocedendo a Consigliere oltre a dover cedere il mandato di Vicesindaco che sarà ricoperto dall'Assessore Ruggeri.

 

Le cause di tale cambiamento non sono ancora state rese pubbliche mentre sembra evidente il dissenso interno che apre una crisi all'interno della maggioranza.

Pubblicato in Politica Locale
Sabato, 27 Ottobre 2012 00:41

Chiacchierando con...

Passeggiando per il mio paese non è raro incontrare qualcuno che ha un'anima musicale, così come li definisco io, riferendomi a quegli artisti (senza gloria) che hanno la capacità, la maestria, la magia della musica nel cuore.

 

Salice, da sempre paese di musicisti, per ripercorrere un vecchio detto: "a Salice, ogni chianca nu musicista";

e come non dare ragione alla sapienza, alla sagezza dei vecchi proverbi.

 

Continuo la mia passeggiata mentre nella testa mi ritorna continuamente quella frase, che tanto ha caratterizzato il nostro paese e che piano piano sta perdendo la sua ragione d'essere, ed è in questo momento che incontro un'espressione del nostro tempo capace di unire la passione per la musica, che tanto ha dato a Salice, a quella cultura della musica che non si è fermata all'aspetto popolare facendoci conoscere sonorità diverse ma di grande espressione artistica.

 

Andrea SabatinoChiaccereando con Andrea Sabatino scopro in lui l'espressione di un Artista, un fermento di idee musicali, e non solo, che mi fanno ritornare in mente quella vecchia espressione... tanto che mi viene da pensare se tutto questo può essere un semplice frutto della coincidenza.

 

Andrea mi parla di SUONJMPROVVISI, associazione culturale musicale, che nasce con lo scopo di valorizzare, trasmettere e maturare l'amore per la musica. L'associazione si prefigge l'obiettivo di promuovere tale arte non solo nelle sue sfumature classiche ma soprattutto nella diffusione di generi quali il JAZZ.

 

Anche quest'anno, per il quarto consecutivo, da inizio alle lezioni con insegnanti si grande professionalità, maestri che insegnano pianoforte, violino, batteria, canto, chitarra, tromba - trombone, sax, clarinetto e tanto altro in una struttura curata ed attrezzata, con aule spazionse in cui si svolgono le lezioni.

 

Con l'inizio dei nuovi corsi sono partiti anche i progetti annuali che il Maestro Andrea Sabatino, Direttore della Scuola Musicale, intende realizzare con la determinazione che lo ha portato ad essere oggi un grande musicista ed anche Direttore Artistico del Wine Jazz Festival, manifestazione che ha portato negli anni passati grandi nomi del Jazz a Salice Salentino.

 

Salic'è augura ad Andrea ed a tutti i ragazzi che studiano presso la Scuola Musicale Suonjmprovvisi "Buon Anno Accademico".

Pubblicato in Musica
Lunedì, 22 Ottobre 2012 16:14

Torneo d'Autunno

Nel nostro paese la passione delle bocce continua ad aumentare. Ieri pomeriggio, nel Centro Polifunzionale, si è svolta la premiazione dell’ennesimo torneo di doppio a cui hanno partecipato trenta persone. Questo torneo d’autunno è stato organizzato dal Comitato Provinciale A.C.S.I. di Lecce con la collaborazione di tutti gli altri amici delle bocce che hanno organizzato i precedenti tornei.

Pubblicato in Torneo di Bocce
Giovedì, 18 Ottobre 2012 20:34

Campioni del MONDO a Salice Salentino

 

Campioni del MONDODavide Tarantini, Fauzza Giorgia e Mattia Bax sono saliti sul podio al 4th WORLD KARATE CHAMPIONSHIPS per ragazzi juniores  tenutosi in  Serbia dal 10 al 14 ottobre scorso.

Ancora una volta Salice Salentino si distingue nel mondo e primeggia ma questa volta non per il rinomato vino doc ma per tre ragazzi che hanno realizzato il loro sogno vincendo la gara MONDIALE di Karate.

Pubblicato in Arti marziali

SALICE SALENTINO. Tromba d'aria si abbatte sul paese, alberi sradicati, muri abbattuti ma non solo, i danni al campo sportivo comunale comprendono tutto l’area. Panchine e porte del terreno di gioco strappate dalla loro sede e sventolate via come fogli di carta tanto è stata la furia del vento. Inoltre, campetti di

Pubblicato in Cronaca Locale
Pagina 1 di 2

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi201
Ieri202
Questa Sett.201
Questo Mese3696
Totale1458875

Lunedì, 16 Luglio 2018 21:54

Chi è on line

Abbiamo 111 visitatori e nessun utente online