Cartoline non spedite #108 Appunti

White-Cozy-Minimal-Photo-Collage-Facebook-Post-14

Ho ritrovato il block-notes su cui qualche anno fa ho appuntato dei pensieri in treno durante un viaggio molto lungo. Mi divertivo a scrivere annotazioni sulla gente che mi sedeva di fronte. Alla seconda o terza fermata è salito un uomo. Quando ho iniziato a osservarlo, lui leggeva il giornale. Un uomo sulla quarantina con le calze nere e le scarpe di pelle lucida, e sono sicura che fossero di pelle perché è un uomo molto curato, scrivo sul block-notes, con la fede al dito, con un'aria impegnata e l'espressione di chi ha sempre qualcosa da ridire su tutto e tutti, probabilmente anche su di me. Embè. Poi ha messo via il giornale e ha preso un libro. Io adoro riuscire a capire i titoli dei libri che leggono gli altri sui mezzi pubblici. È una mia fissazione. Da lì capisco se potremmo o meno andare d'accordo, comunque questo qui era di Claudio Bartocci, "Dimostrare l'impossibile". Un trattato scientifico in cui nascondere il naso e puntare meglio il dito contro noi altri, anche se effettivamente entrambe le mani erano impegnate, quindi il puntare il dito è ovviamente metaforico. Io all'epoca studiavo ancora giurisprudenza, infatti nelle ultime pagine del blocchetto avevo gli appunti di una lezione di diritto urbanistico, dei beni culturali e del paesaggio. Una delle pochissime che mi interessava davvero (e infatti rientrava tra quelle facoltative). L'uomo del treno non me lo ricordo più, a essere sincera, e non parlo del suo volto tra i miei appunti (se non per dire che aveva un occhialetto grigio dalla montatura fine); l'unica cosa che mi rimase davvero impressa, furono le sue scarpe. Belle scarpe davvero, nulla da dire. Un colore poco consono secondo me, ma indice di grande personalità. Il nero sarebbe stato troppo banale, il grigio troppo chiaro, il beige troppo comune, il bianco assolutamente poco adatto a una scarpa del genere. Ma il borgogna, cari miei, quel borgogna era perfetto. All'ottava fermata salì un ragazzino, ma questo non è importante.

Ieri c'era la luna piena, e un gatto nero ha pensato bene di scappare via girovagando chissà dove, senza dare sue notizie, neanche un bigliettino lasciato lì, in mezzo alla lettiera, scrivendo "non preoccuparti se non tornerò per qualche giorno e i croccantini resteranno intoccati. Quando quel miagolio in lontananza finirà di martellarmi la testa tornerò", ovviamente scritto in miagolese, o con i croccantini scomposti a formare delle lettere sul pavimento. Niente di tutto questo. Niente. È partito così, senza dire nulla, come se fosse un umano. 

Cartoline non spedite #109 Distanziamento sociale
Cartoline non spedite #107 Pubblicità

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Thursday, 28 October 2021
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.sali-ce.it/

Oggi102
Ieri509
Total431909

Who Is Online

4
Online

28 October 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account