Cartoline non spedite #100 Sconosciuti

White-Cozy-Minimal-Photo-Collage-Facebook-Post-9

Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono appena sposati, e Marta pensa che quel giorno lì non sia tutto bellissimo, perché quel giorno lì non è che l'inizio di una serie di avventure che non si possono catalogare. Allora magari uno si sposa per sentito dire, o perché ha passato troppo tempo da solo, e questo è uno dei motivi peggiori. E poi molti credono che la felicità risieda in quel giorno lì, semplicemente, senza troppe domande. Marta, non lo sa, non è mai stata una bambina che sognava il matrimonio, forse perché a otto anni ha capito che il suo papà era già preso e quindi non c'ha pensato più. E poi non si sposerebbe mai tanto per fare, come vede in giro. È che la società è ancora troppo imperniata su quell'idea ormai stantia che un individuo non sposato dopo un tot di anni, non abbia trovato il suo posto nel mondo. E allora Marta vede questa corsa, questi affanni a trovare non tanto l'uomo/donna/x della vita, quanto quello/a/x da sposare (e da tradire), e ne ride, anzi un po' se ne dispiace. Valerio, dal canto suo, l'amava davvero, solo che la vita è un po' così, quelli che si amano molto raramente alla fine si sposano, perché quelli che si amano, si ameranno a prescindere dal matrimonio. Marta lo sa, e lo amerà per sempre, anche se ormai sono già passati sette anni dall'ultima volta in cui l'ha visto. Dimenticare neanche a parlarne. Le cose si dimenticano quando ce le hai davanti, non quando ti mancano. Eppure in quest'autunno che non è ancora autunno, ed è ancora troppo presto per pensare alla primavera, sei sconosciuti si sono appena sposati. Marta gira un angolo, in questo mondo tondo, e rivede Valerio dopo sette anni. Loro non sono mai stati due sconosciuti. E invece qualcuno in lontananza si commuove per un sì detto tanto per dire. 

Cartoline non spedite #101 Tè caldo
Cartoline non spedite #99 Ritornare

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Saturday, 23 January 2021
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.sali-ce.it/

Oggi375
Ieri630
Total256691

Who Is Online

2
Online

23 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account