×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 91

Tuesday, 05 November 2013 08:47

Monaco di Baviera: città di scoperte!

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

E’ in circolo da sole 24 ore e già ha fatto il giro di ogni singolo quotidiano sia italiano che non. Ne troviamo l’annuncio stampato nelle testate dei giornali, viene lanciato attraverso notiziari televisivi e se ne parla come se niente fosse.

In Italia la notizia dell’ormai famosissimo “Tesoro di Hitler” è stata lanciata sia in tutte le reti televisive il 3 Novembre 2013.

 

Si tratta di una collezione privata di 1500 opere d’arte, confiscata dai Nazisti negli anni trenta e quaranta durante il terzo Reich, tra le quali, sono presenti diversi quadri di autori importanti come Picasso, Matisse, Renoir e Chagall.

 

La scoperta è stata rinvenuta a Monaco di Baviera, più precisamente nel quartiere di Schwabing, nell’appartamento del uomo ottantenne Cornelius Gurlitt, figlio del gallerista Hildebrand Gurlitt, dove i capolavori erano accatastati dietro ad un muro e completamente nascosti da diversi barattoli di legumi.

La resa pubblica internazionale, è stata data grazie alla pubblicazione della notizia da parte del settimanale tedesco “Focus” che ha approfondito l’argomento parlando di analisi dettagliate e vari tipi di controlli alle quali sono state sottoposte le diverse opere come indicazione di autenticità. E’ interessante mettere in luce come lo stesso Hitler disprezzasse questi pittori e di conseguenza le loro opere, definendo le loro creazioni come “Arte Degenerata”; Beh, a quanto pare non ci ha pensato due volte a nasconderli lontano dagli occhi indiscreti dei musei e dalle stesse famiglie ebree quando furono trafugate!

Come già accennato, la sensazionale scoperta è stata lanciata pochi giorni fa dalla rivista tedesca, anche se il fascicolo della causa fu aperto già dal 2011 dopo che la perquisizione in casa dell’ anziano portò in luce la verità.

 

 

Se possiamo parlarne in questi giorni è proprio perché grazie a test certificati, sappiamo con certezza che i quadri sono tutti ufficiali e a quanto rilasciano i doganieri bavaresi e ricercatori, che pensavano ormai fosse tutto andato perduto col tempo, o addirittura bombardato durante la guerra, questo magnifico tesoro, corrisponderebbe all’esorbitante cifra di ben oltre un miliardo di euro, anche se il suo vero valore è inestimabile e probabilmente per sempre lo sarà.

Read 1858 times Last modified on Tuesday, 05 November 2013 08:48

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi633
Ieri823
Total59491

Who Is Online

5
Online

20 February 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account