Letteratura
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Davide Caputo

Davide Caputo

Nato a Gallipoli il 18 ottobre 1996 e cresciuto a Sannicola. Davide si diploma al liceo classico Q.Ennio di Gallipoli e studia Archeologia presso l'Università del Salento. Nel novembre del 2015 pubblica il suo primo libro, Maturando, un volumetto di narrativa e poesia.

Domenica, 28 Febbraio 2016 14:03

Mare

Mi dai, mi prendi

ti odio, ti amavo

ti agiti per nulla

hai la calma che mi manca

brilli di specchi rotti

cancelli le mie parole

vivo per te

muoio con te:

sei Tu

negli occhi di alcuni

nei cuori di tanti

nei sogni di tutti.

Sembri non finire mai

come ogni grande male,

ma mi piace soffrirti

come ogni grande amore.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Sabato, 13 Febbraio 2016 19:53

A30 CASERTA-SALERNO

A30 CASERTA-SALERNO

 

Strada di stelle

strada di lentiggini

strada di luci

che brillano nostalgia.

Isole sole:

isolate

(bastasse la compagnia del mare);

alte alture:

altezzose

(ma chissà come si sta lassù).

Strada di stelle

strada di lentiggini

strada di luci

portami a casa.

(Caserta, 29 maggio–2 giugno 2015)

(Salerno, 23-25 luglio 2015)

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Domenica, 24 Gennaio 2016 12:54

MILANO, 1 MAGGIO 2015

Ti ricordi Milano, amore?

Il Duomo, San Siro,

gli artisti di strada,

le corse sotto la pioggia,

i ragazzi nel tram

che si amavano.

Tutti si amavano:

noi, loro,

anche le foglie,

spiaccicate sull’asfalto bagnato,

amavano la strada.

Hai visto Milano, amore?

L’Expo, i black bloc,

l’inferno per strada,

le vetrine in frantumi:

sono cuori fatti a pezzi.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Martedì, 12 Gennaio 2016 19:57

QUESTA STAZIONE AFFOLLATA CHE È IL MONDO

In questa stazione affollata che è il mondo

cercavo affetto

tra i cespugli di amici riccioluti;

in questa stazione affollata che è il mondo

cercavo amore

tra le rughe d’un lenzuolo scucito;

ma in questa stazione affollata che è il mondo

tra vite compresse in un casco blu

e macchie rosse su asfalto e binari

affetto non ce n’è

e l’amore, forse, sta in questi maledetti treni

che non prenderò mai.

In questa stazione affollata che è il mondo

cercami tu allora:

dammi un cenno

senza farti riconoscere:

saprò che ci sei, almeno.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi361
Ieri386
Questa Sett.1937
Questo Mese13991
Totale1359444

Venerdì, 17 Novembre 2017 22:18

Chi è on line

Abbiamo 207 visitatori e nessun utente online