Letteratura
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Venerdì, 18 Maggio 2018 23:12

Cartoline non spedite #42 Silenzi In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

WhatsApp Image 2018 05 18 at 23.14.24

Inizia a piovere. Il tempo di un caffè e ha smesso già. Nessuno può decidere quando fermare la pioggia. Nessuno. Non è cosa mi dici, è cosa non mi dici, perché lo so che si perde (o si nasconde) tutto nel non detto. E io ne sono una specialista. Di solito funziona così, chi parla tanto, dice poco e niente di sé. Ricomincia a piovere. Le tendine blu dell'autobus ondeggiano come una ballerina hawaiana sul cruscotto di un'auto. Quanti silenzi mi riserverai? Probabilmente sarà il male minore. Il ragazzo seduto sul sedile accanto, ascolta della musica rap. Sono bravissima a scombussolarmi la vita compiendo scelte azzardate, forse in un universo parallelo mi manifesto come vento e tempesta. Qualcosa di rabbioso ma comunque passeggero. Quanti silenzi mi riserverai? Le gocce sul finestrino scivolano via veloci. Assomigliano ad alcuni spermatozoi impazziti che cercano di fecondare l’ovulo per primi. Scusa, puoi un attimo spostarti dai miei pensieri? Fatti più in là. Anzi levati dal cazzo. E sappi che dei diritti d'autore non ti spetterà nulla. Te lo puoi sognare. "Eh no, no Lucy ti stavo chiamando per dirti che purtroppo non possiamo fare niente. Non ti preoccupare sarà per la prossima. Buon fine settimana", così il signore seduto in prima fila interrompe la chiamata. Quanti silenzi mi riserverai? "Un caffè normale e uno macchiato, Massimo. Come dove devo andare a prenderlo? In farmacia. Ma ti pare? Manco t'avessi chiesto di costruire una piramide. Ehi, lascia stare. Facciamo finta che non t’ho chiesto niente. Anzi preparati che la prossima fermata è la tua, stiamo per passare.” sempre lui, il signore seduto in prima fila. Pare abbia una predilezione per le chiamate. E tu, quanti silenzi mi riserverai? Ti piacciono le costruzioni? Quelle fatte con i lego, i mattoncini colorati. E le costrizioni? L’aria condizionata non dovrebbe essere in funzione nei giorni di pioggia. Come si spegne? Quest’autista guida così male che mi sta venendo anche la nausea. Il mal di testa ce l’avevo già da prima di salire. Com’è divertente cercare il limite delle situazioni, delle persone, di me stessa. Tremila chilometri e lo scoprirò. Forse. Otto canzoni in riproduzione casuale, e tu quanti silenzi mi riserverai?  

Letto 356 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi9
Ieri404
Questa Sett.1112
Questo Mese4049
Totale1466392

Sabato, 18 Agosto 2018 00:23

Chi è on line

Abbiamo 108 visitatori e nessun utente online