Letteratura
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Lunedì, 19 Febbraio 2018 10:00

Tessere la Crescita: dal Convento alla Community Library

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Tessere la crescita: dal Convento alla Community Library" è uno dei primi investimenti sulla cultura e la valorizzazione della storia che l'Amministrazione Rosato ha voluto intraprendere.

Stasera, alle ore 18.30, presso il Centro Polifuzionale "Padre Benigno Perrone" si terrà un incontro indirizzato alla presentazione del progetto di recupero del Convento Madonna della Visitazione. Interverranno durante l'incontro il Sindaco di Salice, Tonino Rosato, l'assessore ai lavori pubblici, Mimino Leuzzi, la Responsabile del Procedimento, Alessandra Napoletano, il responsabile del modello gestionale, Roberto Serra e l'Assessore all'industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone. Obiettivo del progetto è quello di "valorizzare la propria identità culturale rappresentata dal Convento dei Frati Minori restituendolo alla comunità perché possa fungere, per tutti, luogo del sapere" dice il Sindaco Tonino Rosato sottolineando che "tra l’Amministrazione comunale che mi onoro di rappresentare e l’Ordine dei Frati Minori vi è una comunanza di visione e idee e, in particolare, con Fra Sebastiano Sabato, vi è una fattiva e proficua collaborazione".

In merito a quelli che sono i beni mobili di pregio storico presenti nel Convento, racchiudente anche testi molto antichi, è concorde il pensiero dell'Amministrazione Comunale e dell'Ordine dei Frati "Il patrimonio mobiliare del Convento, racchiudente testi che risalgono al '500/'600, sia di esclusiva  proprietà dell’Ordine dei Frati Minori perché, in virtù del particolare rilievo storico - culturale, costituisce una fonte di ricchezza per i nostri Frati del Salento.Alcuna ingerenza verrà posta in essere dalla mia Amministrazione comunale e tutte le decisioni attinenti al Convento verranno intraprese nella comunione d’intenti con l’Ordine provinciale dei Frati Minori anche per il tramite di Fra Sebastiano così come è stato sino ad ora con la massima trasparenza avendo come unico fine il bene e l’interesse dei miei concittadini." sostiene Rosato che si trova unanime negli intenti con Frate Sebastiano "Tengo a precisare e a ribadire, infatti, che come noi salicesi siamo legati e custodiamo tutto ciò che ultimamente sta riprendendo vigore e luce all'interno del Convento (pensiamo ai reliquiari del '700 e a tante altre opere restaurate per il bene della comunità), allo stesso modo anche noi frati desideriamo senz'altro custodire gelosamente il patrimonio storico della nostra "biblioteca di comunità", a cui ogni frate può attingere per un suo "arricchimento" personale. Facciamo in modo, dunque, che la storia e la cultura restino protette nel luogo in cui possono davvero rivestire un ruolo importante e conservare inalterato nel tempo il loro vero valore!"

Un progetto ambizioso e che darà sicuramente lustro al Convento dei Frati Minori di Salice Salentino, luogo di culto e di bellezza del paese che ha da sempre rappresentato un punto di aggregazione nell'ambito sociale e di fede.

Letto 414 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Febbraio 2018 13:29

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Valentina Capoccia

Ingegnere Informatico, Valentina ha da sempre avuto predilezione per tutto ciò che riguarda il sociale, la cultura e lo sport.

Vicepresidente dell'Associazione Culturale fino a settembre del 2016.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi79
Ieri151
Questa Sett.1191
Questo Mese2527
Totale1493438

Domenica, 16 Dicembre 2018 09:05

Chi è on line

Abbiamo 157 visitatori e nessun utente online