Letteratura
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Sabato, 05 Agosto 2017 18:20

Cartoline non spedite #1 Agosto e la bellezza In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Quello che ho capito è che la gente ha dei seri problemi ad accettare la bellezza. Non la sa gestire, per assurdo la ritiene un’azione molto più complicata del quotidiano aver a che fare con le preoccupazioni e gli imprevisti. Destabilizzare il normale andamento delle cose è un processo che richiede tempo, a volte troppo, e capita che non sempre una delle due parti ne abbia a disposizione la stessa quantità.
Le giornate di agosto sono come quei rapporti che partono benissimo, almeno come idea nella testa, ma poi al momento della realizzazione ci si rende conto di quanti dettagli avevamo tralasciato presi dall’entusiasmo. È un po’ come il primo giorno di ferie ‒ tanto agognate ‒, in cui si finisce per non far nulla di diverso da quello che si faceva già prima. Una strada in città, deserta alle due del pomeriggio, tra l’ombra di un palazzo e l’afa che ti fa tirare indietro i capelli, ormai bagnati. Bella, ma non te la godi. È un terminale che si blocca durante un’operazione in banca e ti costringe ad aspettare per ben due ore, senza far nulla, finché non si riavvia. È quella bambina seduta di fronte a te, col suo vestito bianco a fiori, che cerca di abbracciare il suo papà, e viene ripetutamente respinta per via del caldo ‒ nonostante il condizionatore a 18°. È come quando stai passando da una chiesa, sotto il sole cocente, e noti sul sagrato un fotografo e delle persone vestite più o meno a modo, che aspettano l’arrivo della sposa, sudano e si lamentano, poi quella puntualmente arriva, e diventi testimone di qualcosa che è misterioso e sacro, ma al momento incomprensibile per te, e che si compirà a breve, tra colonne ottocentesche e affreschi. Eppure riesci solo a dirti che non la reputi tutta questa grande idea, per via del caldo eh, s’intende.
Sì, i giorni di agosto sono come quelle persone belle, con le quali esci e nonostante siano lì accanto a te, riescono a mancarti anche in quello stesso momento. E non sai proprio spiegarti perché. Sono lì, al tuo fianco, ma non ci sono davvero. Ecco perché qualcuno cantava che Agosto è il mese più freddo dell’anno, ed io non posso che essere d’accordo.

Letto 411 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Agosto 2017 02:55

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi93
Ieri768
Questa Sett.93
Questo Mese7319
Totale1374944

Lunedì, 11 Dicembre 2017 08:53

Chi è on line

Abbiamo 217 visitatori e nessun utente online