Arte
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Arte

Arte (37)

ajaxmail2La 340esima Fiera della Madona della Visitazione di Salice Salentino, si è vestita di un'aria nuova sia nella partecipazione che nell'organizzazione.

Tra le tante attività che si sono succedute, largo riscontro e apprezzamento ha trovato la mostra pittorica che dal 1 al 3 Luglio vi è stata presso la sede del convento di Salice Salentino presentata da Faggiano Valentina, studentessa dell'Accademia delle Belle Arti di Lecce. 

L'artista salicese ha partecipato al concorso "Il ventaglio del Presidente della Repubblica" insieme ad altri studenti dell'Accademia di Belle Arti di Lecce, risultando vincitori dell'edizione 2017.

Alla cerimonia di premiazione che si terrà al Quirinale il 26 Luglio corrente anno parteciperà una rappresentanza dell'Accademia.

La cerimonia del Ventaglio è stata istituita nel 1893 a seguito di un singolare episodio tra l’allora Presidente della Camera Giuseppe Zanardelli e la tribuna stampa che, nei primi giorni di luglio, vedeva molti giornalisti forniti di ventaglio per combattere il caldo. Il Presidente, esprimendo la propria invidia, diede lo spunto ai giornalisti per regalarne uno. 
Sono passati oltre cento anni e l’idea del dono di un ventaglio, come sigillo alla fine dei lavori istituzionali prima dell’estate, si è esteso anche al Presidente della Repubblica e al Presidente del Senato. Dal 2002 la cerimonia è organizzata dall’ASP (Associazione Stampa Parlamentare) in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Roma attraverso un concorso pubblico rivolto agli studenti delle Accademie Italiane con la supervisione dei loro insegnanti. 
Sono stati quarantacinque i ventagli giunti a Roma, dalle diverse Accademie italiane, per la selezione finale dell’edizione 2017 del Concorso Ventaglio del Presidente, presieduta dal Direttore dell'Accademia di Roma e composta dal Presidente dell'ASP e dai Direttori che compongono l'Albo di onore dell'Accademia di Roma.

Grazia Tagliente artista massafrese e docente di Tecniche dell’Incisione presso l’Accademia di Lecce, sulla scia del lavoro svolto lo scorso anno, che ha visto Cristina Bortune vincitrice del premio per il Ventaglio del Presidente del Senato, ha deciso di adottare il dispositivo ventaglio come attivatore di creatività e riflessione critica per i suoi studenti. Attraverso un percorso extradidattico ha  accompagnato sei studenti interessati alla candidatura, prima facendo emergere in ogni singolo studente il proprio sguardo sulla realtà, per poi convogliare le idee in un preciso progetto in cui armonizzare la forma del ventaglio con il messaggio desiderato.

Bellino

Gilda Bellino di Policoro (Mt) con "Camera Rosa", tre linoleografie a rappresentare il ritratto di Laura Boldrini stampato su broccato. 
In Italia le donne hanno avuto diritto al voto solo nel 1946, prima la loro opinione politica era praticamente nulla. Le donne hanno dovuto conquistare la propria libertà, hanno combattuto per essere ritenute di pari dignità rispetto agli uomini, hanno lottato per qualcosa che spettava loro di diritto come votare ed essere votate.


 

 Faggiano

Valentina Faggiano di Salice Salentino (Le) con "Resilienza", una linoleografia della parola resilienza e pizzo burano applicato su cotone.
Se l'Italia, come il mondo intero, ha attraversato un profondo periodo di crisi, allora è necessario evocare a chiare lettere il concetto di resilienza. La resilienza è per un materiale la capacità di assorbire urti senza rompersi, ed è per gli esseri umani l'ingrediente per superare momenti di difficoltà.

 

Feng

Jing Jing  Feng di Shan Dong (Cina), con "1861 d.C.”, un complesso origami composto da elementi in carta bianca.
Milleottocentosessantuno origami, ognuno per ogni anno dopo la nascita di Cristo, fino all'Unità d'Italia. Una fitta trama a memoria di una grande storia fatta di splendore e pazienza, di conoscenza delle regole nascoste dei numeri e delle parole affidate alla combinazione. Dall'oriente della lingua pittografica un ventaglio che parla in silenzio.

 

Martinelli

Mariangela Martinelli di Policoro (Mt) "In 3 C", un punto a catenella eseguito con fili e cavi elettrici.
I fili che intrecciano il ventaglio sono il fondamento della modernità. Su questi fili correvano le speranze del progresso luminoso e gli echi di voci lontane. Sugli stessi, oggi, fluiscono le informazioni digitali di una nazione che guarda alla creatività, alla cooperazione e alla condivisione.

 

Peluso

Daisy Peluso di Brindisi con "L'Eco d’Italia", un’elaborazione digitale di un’ecografia, prima della nascita della Repubblica.
L'Eco d'Italia racconta una meravigliosa storia che parla di lotta, di rivincita, di uguaglianza ma soprattutto di libertà. E inizia proprio nel momento successivo a questa immagine, l'ultima ecografia prima del parto avvenuto il 2 giugno 1946. Allo stesso modo in cui le cellule si fondono una con l'altra per dar vita a un organismo completo e funzionante, così le regioni si uniscono tra loro, con i loro doveri e diritti, dando vita alla Repubblica.

 

Panarese

Cristina Panarese di Maglie (Le) con "Lavoro Valore Dignità”, una sovrapposizione di rete di protezione per l’edilizia e foglia oro. 
Il lavoro è la costituzione della nostra repubblica. Quando il lavoro viene meno, le  fondamenta scricchiolano. Il lavoro dorato del pensiero si annoda con il cantiere della  fatica nella speranza di un riequilibrio del valore e della dignità del corpo.

 

Ognuno dei sei progetti mette in luce le diverse capacità tecnico-costruttive degli studenti e un’attenzione, in parte orientata dal concorso, a temi vitali e vibranti della società contemporanea. Quindi, non solo quantità, ma soprattutto qualità è la parola chiave per interpretare il lavoro di Grazia Tagliente nelle attività di stimolazione, suggerimento e supervisione dei sei ventagli inviati al concorso dall’Accademia di Lecce. Una qualità che è espressione di genuina passione per il lavoro di docente dell’Alta Formazione Aristica, di responsabile partecipazione alla vita artistica della nazione e di continua sperimentazione nell’universo della comunicazione visiva.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Emozione, fede e talento, sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato il Gran Galà del presepe artistico a Salice Salentino che ha avuto l’onore di ospitare S.E. Rev.ma Arcivescovo Diocesi Brindisi-Ostuni Mons. Domenico Caliandro.

Durante il corso della serata sono stati consegnati numerosi riconoscimenti: alla memoria del Dr.Ilio Palmariggi e Lorenzo Vecchio; al sindaco di Guagnano Fernando Leone, al sindaco e vice sindaco di Salice Salentino Tonino Rosato e Cosimo Leuzzi. Sono stati premiati anche Civino Aristodemo, la Senatrice Adriana Poli Bortone e Raffaele Faggiano per le sue azioni di salvataggio dei migranti al largo dell’isola di Lampedusa. Presente e premiato il Presidente della Provincia di Lecce Dr.Antonio Gabellone.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Arte e lavoro s'incontrano, nell'attesissimo appuntamento made in Salento che spalanca le porte alla creatività. Torna "Comd'Arte", mostra d'arte collettiva giunta alla sua quinta edizione, che raggruppa le opere a firma dei dipendenti della sede leccese di Comdata e di artisti esterni, pronti a regalare suggestioni particolarissime in un luogo che, per sua natura, muove l'impegno e la professionalità verso tutt'altra direzione. Per una sera il grosso call center di via De Mura, luogo di lavoro che ospita, ad oggi, oltre 1900 lavoratori, aprirà le sue porte per accogliere i tanti visitatori (dipendenti e non) che vorranno ammirare le opere di artisti o semplici appassionati che ruotano dentro e fuori l'azienda. “Anima.ls”: questo il nome scelto per l'edizione 2017 dell'evento, «che intende ispirarsi - spiegano gli organizzatori - all'anima, al mondo animale e a quell’istinto animalesco che ci contraddistingue e a volte ci salva. La duplicità del termine e del suo significato sembra quasi ripercorrere l’antitesi apparente che lega il rapporto tra call center ed arte: un mondo di numeri, flussi logici, geometrie di processo e di poesia, di colori e di pensieri spesso incanalati senza ordine apparente. Un contrasto che trova il suo equilibrio mostrando come spesso le definizioni siano limitazioni illusorie e superficiali». Oltre alle esposizioni di pittura, scultura, fotografia, cartapesta, fumettistica e artigianato vario, nel suggestivo contenitore di Comd'Arte anche la scrittura sarà protagonista. Nel corso della serata sarà presentato il libro “Happy Different” di Alessandra Peluso (Ed. I Quaderni del Bardo), dialogherà con l'autrice lo scrittore Osvaldo Piliego, mentre Valentina Perrone, scrittrice e giornalista, leggerà i testi realizzati per l’evento dai dipendenti e dagli artisti esterni. Start ore 19. Ingresso libero. 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il percorso sensoriale e il percorso artistico si uniscono per dar vita ad un’unione vincente e raffinata, che sarà possibile trovare a Squinzano, per la quinta edizione di “Tracce d’arte”, dal 3 all’8 dicembre. Dopo la grande affluenza avutasi nella giornata d’inaugurazione, alla quale ha preso parte anche il sindaco Cosimo Miccoli, continua a riscontrarsi una grande affluenza. Il Palazzo Frassaniti, in Piazza Vittoria (Villa comunale), è lo scenario della collettiva curata da Anna D’Amanzo, pittrice, scultrice e ceramista,che insieme al coordinatore Tonio Riglietta e Danila De Filippo, con l’associazione Onav Lecce (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino), hanno voluto fortemente la presenza sul territorio della mostra d’arte.

Dieci gli artisti di cui si ospitano le opere, tra cui, insieme alla stessa Anna D’amanzo, anche Antonio Calabrese ei dipinti di Giorgio Fersini. L’ “Action Painting” di Antonella Cucinelli, le sculture in metallo di Daniele Dell’Angelo Custode, le opere in pietra leccese di Stefano Garrisi, le sculture di Massimo Miglietta, le opere di Caterina Romano, e le ceramiche di Mariagrazia Strafella. Infinele particolari realizzazioni di Giovanni Strafella, di grande impatto visivo, utilizzando materiali riciclati, riordinati in un modo da dare vita a una nuova forma d’arte.

L’unicità di ogni opera presente e la differenza tra lo stile di ogni artista, è un dettaglio che la pittrice D’Amanzo ha ricercato con molta attenzione, proprio per permettere a chi visita e osserva, di non paragonare tra di loro le opere realizzate, e per godere appieno della loro unicità.

Per tutti i giorni d’apertura fino all’8 dicembre, dalle ore 17 alle ore 23, sarà possibile accompagnare il percorso artistico con il percorso de gustativo di una selezione dei migliori vini locali, accuratamente scelta da Tonio Riglietta.

 

15304031 10209778639576191 742302258 o

L’evento patrocinato dal comune di Squinzano, è stato sponsorizzato da Apollonio, Red Fashion – Nico Parrucchieri, La bustaia, Art floral Mimosa, Agricola dell’arneo, Gioielleria Tondo, Vision Ottica Ingrosso, Il Capriccio - pasticceria, D’amanzo dj event, Trattoria Marcello, Blue Bubbles, Pneumatici Federico Sacquella, Pianeta Informatico, Farmacia Centrale, Cantina Resta, Petali - fioraio, Noi energia, Gielle, MS - mobilificio squinzanese.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Sembra quasi di sentire scorrere dentro di noi tutta la passione incontenibile e la graffiante emotività di chi balla, soltanto osservando. È questo che accade, quando ci si addentra nell’atmosfera del flamenco, dove i movimenti bruschi e le espressioni del viso giocano un ruolo fondamentale, e si riflettono i sentimenti più profondi che i ballerini stanno vivendo. Un battito di mani, piedi che scalpitano e scalciano, nacchere che suonano e l’emozione che si dipana con grazia e precisione. Queste sensazioni potranno essere provate, all’interno dello spazio comunale dell’ edificio storico EX CONSERVATORIO SANT’ANNA di LECCE, con ingresso gratuito, a seguito dell’inaugurazione della Mostra del decennale di vita della COMPAGNIA MURA DI FLAMENCO ANDALUSO, che si terrà il giorno 11 novembre 2016 alle ore 18. La suddetta compagnia, sotto la direzione artistica del Prof. Massimo “Max” Mura, dopol’intervento introduttivodello Scrittore e Prof. Maurizio Nocera, si esibirà con l’ensemble composta da T . Di Giuseppe al violoncello, S. Coppola al clarinetto, D. Zezza al violino, L. Bisanti al flauto traverso, ed infine A. Zuccaro al piano. Nel recital verranno eseguiti brani come “Romance di don Boyso”, “La Tarara” e “Amapola”.
In seguito, alle ore 20, ci sarà un interessante reading poetico musicale con brani
dal “Poema del cante jondo” di Federico Garcia Lorca, letti dall’attore Massimo Romano e dall’altra voce recitante di Mattia Politi, che saranno alternati con gli intermezzi melodici del chitarrista Max Mura e con il percussionista di cajon Laye Seck, tra cui “Alba”, “Bulerìa sperimentale”, “La chitarra”, “Le sei corde”, e “Soleà por bulerìa”.

La visita alla mostra del decennale di vita della Compagnia Mura, potrà essere effettuata dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 20.00, sempre presso gli spazi comunali dell’ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce, in via Rubichi numero 16. Alla mostra si potrà accedere gratuitamente nei giorni di venerdì 11, sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 novembre, con visione gratuita nella sala conferenze dell’ex Conservatorio Sant’Anna dei video che caratterizzano i più importanti momenti dei dieci anni della compagnia.
Più di 15
ore di concerti, conferenze, convegni, reading poetici e recital musicali e teatrali realizzati dall’Associazione nel corso degli anni, la cui programmazione completa sarà esposta all’ingresso della Mostra.
Il tema riguarderà
i progetti inerenti al patrimonio storico, culturale e umano salentino e leccese che hanno riguardato anche illustri personaggi come il Tito Schipa “Ispanico”, Vittorio Bodini, Carmelo Bene, Vincenzo Ciardo, Garcia Lorca, Cante Jondo, Manolo Sanlucar, Girolamo Comi ed argomenti tra cui “Musica e diritti umani”.Progetti che sono stati anche patrocinati da Istituzioni pugliesi (Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Università del Salento, Accademia di Belle Arti Agenzia Euromediterraneo, Istituto di Culture mediterranee) e ispaniste (Ambasciata di Spagna in Italia, Istituto Cervantes di Napoli, Liceo “F.Capece” ad opzione internazionale Spagnolo di Maglie).
La Compagnia Mura di Flamenco Andaluso, che ha la sua sede a Lecce (
via Dei Palumbo, 27), nasce nel 2006 su iniziativa del Prof. Massimo Mura, in arte “Max Mura”, il quale ne è il direttore artistico. Nel settembre di quello stesso anno la Compagnia si mette alla prova nella realizzazione di uno spettacolo di Flamenco Andaluso in occasione della prima edizione del Premio Letterario “Luna dei Borboni”, dedicato al poeta Vittorio Bodini. Tra i vari eventi realizzati, “Il Salento di Carmelo Bene e Vittorio Bodini” a Vitigliano, frazione di Santa Cesarea Terme, con la partecipazione di Maria Luisa Bene, sorella di Carmelo Bene, e Valentina Bodini, figlia del poeta salentino, ed inoltre la pubblicazione del libro + dvd “Dal cante jondo di Garcìa Lorca alle canzoni spagnole di Tito Schipa”, edito da Milella.
Massimo Mura, è tornato in seguito a scandagliare il rapporto che lega il Salento e la Spagna attraverso questo anello di congiunzione apparentemente insospettabile: la voce dell’usignolo d’Italia,Tito Schipa, conosciuto anche – non a caso – con l’appellativo spagnolo “El Encantador”. Si colloca infatti nell’ambito del progetto “El Encantador – Tito Schipa un ponte tra il Salento e l’Andalusia”, evento che è stato ospitato presso il Teatro Tito Schipa di Gallipoli.
L’ultimo tassello dell’agenda della Compagnia Mura, ad oggi, è la partecipazione al Festival musicale nazionale MEI 2.0 di Faenza, tra gli espositori al Mercato della Cultura, il 28 e 29 settembre 2013 e con l’esecuzione chitarristica  della Suite “Ultimi” sui diritti umani al Media Center di Faenza.

Per gli appassionati, una chicca in più: il 15 novembre alle ore 19.30, presso la Tipografia del commercio (Via dei Peroni, 23) , la proiezione del concerto: “Flamenco e Tito Schipa Ispanico e Tanguero” eseguito nel novembre 2015 presso il Teatro Paisiello di Lecce. Un appuntamento assolutamente da non perdere.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Sabato, 15 Ottobre 2016 15:26

“L'Ispirazione e il Vento”

Scritto da

“L'Ispirazione  e il Vento” è il titolo della mostra personale dell'artista  Rita Fasano che la Galleria “Le Ali di Mirna”, espressione dell’Associazione culturale “Eterogenea” di Mesagne, propone nel proprio spazio espositivo in occasione della Dodicesima Giornata Nazionale del Contemporaneo.

Una serie di affreschi, incisioni e dipinti su carta confermano ancora una volta la persuasione dell'artista che l'atto creativo, artistico, espressivo si origina da una forza ispiratrice che investe l'essere umano  impossessandosene e invadendolo  per traboccare al di fuori in una espressione comunicabile. Dal Vento come soffio vitale che l'Universo/Dio imprime all’uomo, conferendogli quel principio di coscienza in virtù del quale ogni essere umano vive ed agisce.

Rita Fasano vive ed opera  a Mesagne (Br) dove è nata nel 1965. Dopo la Maturità artistica conclude gli studi nel 1988  presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, periodo in cui avvia la sua attività espositiva .  La sua pittura in quegli anni è ancora legata all’esperienza  figurativa,  ma in seguito l’ esasperazione anatomica del corpo umano sino alla sua dilatazione, la condurrà verso una espressione sempre più informale e sintetica, disciplinata soprattutto dalla tecnica dell’incisione con la quale tuttora si esprime. La sua attività artistica è pubblicata su varie riviste, cataloghi e annuari d’arte moderna contemporanea.  

La mostra sarà inaugurata alle 18.30 di venerdì 14 Ottobre 2016 nelle sale espositive della Galleria d’Arte Contemporanea “Le Ali di Mirna” in Via Ruggiero Normanno n. 22/24 a Mesagne (Br).

Interverranno all’inaugurazione l’avv. Marco Calò, assessore alla Cultura della Città di Mesagne e la prof.ssa Katiuscia Di Rocco, direttrice della Biblioteca Arcivescovile “A. De Leo” di Brindisi; avrà il patrocinio dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia e della Città di Mesagne.

La mostra sarà il preludio alla Dodicesima Giornata del Contemporaneo che si svolgerà sabato 15 ottobre 2016, la grande manifestazione organizzata ogni anno da AMACI, l'Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico, portando la manifestazione a essere considerata l’appuntamento annuale che ufficialmente inaugura la stagione dell’arte in Italia.

Per questa dodicesima edizione, i direttori dei 24 musei associati hanno chiamato a realizzare l'immagine guida Emilio Isgrò, proseguendo il progetto avviato nel 2006 di affidare a un artista italiano di fama internazionale la creazione dell’immagine guida della manifestazione. Isgrò succede a Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012), Marzia Migliora (2013), Adrian Paci (2014) e Alfredo Pirri (2015)

Preghiera per l’Europa, l’immagine creata appositamente dall’artista per la Giornata del Contemporaneo, mostra un’Europa cancellata che estende i suoi confini oltre quelli dell’Unione Europea, abbracciando idealmente i paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Anche quest’anno la Giornata del Contemporaneo aprirà gratuitamente le porte dei 24 musei AMACI e di un migliaio di realtà in tutta Italia per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze.  

Aderendo a questa dodicesima Giornata del Contemporaneo , l’artista Rita Fasano apre le porte del proprio studio e della galleria “Le Ali di Mirna”, per far vivere da vicino al pubblico, con la sua mostra personale, il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea.

Sarà possibile visitare la mostra, con ingresso libero, dal lunedì al sabato ore 18.00/21.00; il 15 Ottobre, Giornata del Contemporaneo, ore 10.00/13.00 e 18.00/21.00; la mattina e la domenica per appuntamento. 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

To Major Bowie è un evento istantaneo che il Cineclub Universitario di Scienze della Comunicazione (Unisalento) ha pensato nell’immediato per compensare la perdita incolmabile di un artista e per ragionare sulla sua eredità culturale. L’evento avrà luogo il 20 gennaio presso le Officine Culturali Ergot di Lecce (piazzetta Ignazio Falconieri, 1/b) a partire dalle ore 18,00 con un programma che contempla tutti gli aspetti dell’arte multiforme e complessa di David Bowie, mettendo al centro la sua capacità di attraversamento mediatico. To Major Bowie è anzitutto una riflessione nata emotivamente nell’ambito di una comunità di studenti e docenti universitari intorno alla figura di un grande comunicatore del ‘900, David Bowie, nei giorni successivi alla sua scomparsa. Si comincia con due episodi di serie tv inglesi: di una (Extras) Bowie è protagonista nei panni di se stesso; dell’altra (Life on Mars) è in qualche modo l’ispiratore. Si prosegue con una selezione di materiali audiovisivi di varia provenienza (cover di canzoni di Bowie, cover eseguite dall’artista stesso, featuring e oddities, apparizioni televisive, scene tratte da film con colonna sonora di Bowie e molto altro), che testimoniano l’eclettismo dell’artista ma anche la sua influenza profonda sui linguaggi audiovisivi contemporanei; per questo motivo il Cineclub ha intitolato questa sezione “viaggio nella galassia mediatica bowieana” e ha chiesto al prof. Stefano Cristante, docente di Sociologia della Comunicazione, di introdurre il viaggio stesso, per individuarne al meglio le coordinate. Dopo il “viaggio” sarà il prof. Mimmo Pesare, docente di Psicopedagogia dei Linguaggi Comunicativi, a completare il ritratto di David Bowie artista e comunicatore conversando con Dario Ancona, musicista che ha dato vita a esperienze rock di rilevanza nazionale con band come I Misteri del Sonno e Sir Frankie Crisp. A seguire, Ancona eseguirà con Matteo Moscara una serie di brani di Bowie in versione acustica; infine, To Major Bowie prenderà commiato dal pubblico con una selezione musicale bowieana.

 

Il programma in dettaglio:

 

Il CINECLUB UNIVERSITARIO di SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE presenta Mercoledì 20 gennaio Officine Culturali ERGOT (piazzetta Ignazio Falconieri, 1/b - Lecce)

 

TO MAJOR BOWIE

 

H 18.00

Serie tv Extras (ep. 8, 2006)

Serie tv Life on Mars (pilot, 2006)

 

H 19.30

Bowie e la comunicazione

Intervento di Stefano Cristante, docente di Sociologia della Comunicazione

 

 

H 20.00

Videoinstallazione - Viaggio nella galassia mediatica bowieana (90')

 

H 21.30 A

proposito di David - Mimmo Pesare,

docente di Psicopedagogia dei Linguaggi Comunicativi, dialoga con il musicista Dario Ancona

 

H 22.00

Unplugged live - tributo a David Bowie (Dario Ancona, Matteo Moscara)

 

H 23.00

Special dj set - Bowie selection

 

L’attività del Cineclub Universitario di Scienze della Comunicazione (soggetto ideatore di To Major Bowie) è iniziata a novembre 2015 con il coordinamento degli eventi cinematografici dell’Anno Pasoliniano e proseguirà con cadenza settimanale a partire dall’1 febbraio presso il Cineporto di Lecce; l’attività di promozione della cultura audiovisiva si svolge con il supporto e il patrocinio della Fondazione Apulia Film Commission; il referente accademico del progetto è il prof. Luca Bandirali del corso di laurea in Scienze della Comunicazione.

 

Per informazioni scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Contatti social:

Facebook: Cineclub Università del Salento

Twitter: Cineclub Unisalento

Instagram: cineclubunisalento

 

 

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Martedì, 10 Novembre 2015 21:38

I volti della Creta

Scritto da
Dopo il successo dello scorso anno, ripartono i laboratori tanto attesi dai bambini e dalle loro famiglie.
L'Amministrazione Comunale attenta anche alle esigenze dei più piccini, ha elaborato con Csl due importanti laboratori che entusiasmeranno e divertiranno i bambini.
"Conoscere, condividere ed emozionarsi per costruire, modificare, trasformare nuove forme dettate dalla fantasia di ogni piccolo artista." è il motto principale dei corsi didattici promossi dal Comune di Salice e Csl che si svolgeranno presso la Biblioteca Comunale ...." e di cui sarà Cordinatrice la Dottoressa Silvia Grasso.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Mercoledì, 01 Luglio 2015 00:39

Recupero del Convento Madonna della Visitazione

Scritto da

Sono giunti al termine i lavori che hanno visto coinvolto il Convento Madonna della Visitazione, importante monumento di Salice Salentino che giaceva in realtà poco convnienti.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Sabato, 13 Giugno 2015 17:22

DIETRO LE QUINTE

Scritto da

presepe

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 3

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi612
Ieri1702
Questa Sett.8218
Questo Mese14773
Totale1341460

Sabato, 21 Ottobre 2017 17:53

Chi è on line

Abbiamo 235 visitatori e nessun utente online