24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Redazione

Redazione

Martedì, 03 Settembre 2019 19:11

La Cena in Bianco

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tre serate all’insegna del buon cibo locale e della grande musica

a Villa Baldassarri, frazione di Guagnano (Le)

È l’evento più atteso di fine estate, che torna puntuale, all’avvio di settembre, nel piccolo borgo di Villa Baldassarri, frazione di Guagnano (Le). Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 settembre andrà in scena la 38ᵃ Sagra del maiale, storico evento a firma della Pro Loco di Villa Baldassarri realizzato in collaborazione con il Comune di Guagnano e la partecipazione del progetto Il suono illuminato, con il patrocinio di Regione Puglia e Unione dei Comuni del Nord Salento. A fare da protagonista un mix storico, quello tra i migliori sapori della cucina salentina e la musica più in voga del momento, che si riconferma, ogni anno, attrattore potentissimo per i tanti visitatori, giovani e meno giovani, che giungono nel piccolo paese salentino rendendolo contenitore straordinario di svago e sorrisi, dove chiudere in bellezza la stagione del divertimento per eccellenza.   

Regina della manifestazione è la deliziosa carne di maiale, che si potrà degustare nei vicoli vestiti a festa e animati dalla più bella arte di strada, cotta alla brace o preparata secondo le più note ricette della tradizione, abbinata al buon vino locale, alla birra e a tante altre specialità culinarie tra cui mortadella arrosto, pasta fatta in casa, scamorza impiccata, frutta e dolci salentini.  

Ci sarà anche l’area bimbi, uno spazio appositamente pensato per il divertimento dei più piccoli, curato dall’Associazione ludico-ricreativa Il Paese dei Balocchi.

Anche l’arte sarà protagonista, quella che si lega al vino, elemento principe del territorio. Nello spazio della festa sarà allestita infatti una mostra di Arianna Greco, nota pittrice salentina, esponente dell’arte enoica.

La musica è l’altra protagonista dell’evento, che come ogni anno va in scena in grande stile, portando sui due palchi di Villa Baldassarri, quello grande in Largo San Lorenzo e il piccolo di via Dante, i più grandi artisti della scena musicale salentina del momento.    

Venerdì 6 settembre aprirà la tre giorni di festa Antonio Castrignanò, uno dei più amati e popolari interpreti della tradizione salentina e della pizzica, che infiammerà la piazza con il suo live dal palco di Largo San Lorenzo. Sul palco di via Dante, invece, si esibirà la band Napolatino.  

Sabato 7 settembre ci sarà una grande reunion della musica e del ritmo salentino. Sul palco di Largo San Lorenzo saliranno Bundamove, Crifiu, Sud Sound System e Antonio Maggio, praticamente l’essenza dei nuovi ritmi della terra salentina degli ultimi anni, pronti a regalare al pubblico il meglio della loro musica. Su via Dante, invece, musiche e canti della tradizione con il live di Jonica Popolare.   

Domenica 8 settembre chiusura in grande stile con altri nomi importanti della scena musicale salentina. Sarà La Municipal, il duo composto dai fratelli Carmine e Isabella Tundo, a salire sul palco di Largo San Lorenzo. Il live de La Municipal sarà a cura del progetto Il suono illuminato, vincitore del Programma Spettacolo della Regione Puglia: nato all’interno dell’Unione dei Comuni del Nord Salento, il progetto vede coinvolti i comuni di Trepuzzi (capofila), Guagnano, Salice, Surbo e Squinzano, ed ha come obiettivo la valorizzazione dei luoghi attraverso la cultura immateriale delle feste patronali e delle bande da giro. Sempre sul palco di Largo San Lorenzo si esibirà anche Osvaldo Greco, in arte Osvaldo, giovane e apprezzato cantautore di Veglie che porterà nella frazione guagnanese la sua musica che racconta del quotidiano, della semplicità dell’amore e della bellezza della malinconia. Sul palco di via Dante, invece, un altro bel finale, stavolta a suon di pizzica, con il live a firma di Daniela Mazza Ensemble.  

Ogni sera, prima e dopo i live, ci saranno dj set con i dj di Ciccio Riccio, insieme a vocalist, speaker e ballerine che faranno ballare e divertire il pubblico regalando gadget e sorprese.

Tutte le serate saranno presentate da Gianluca Ziza da Ciccio Riccio. Direzione artistica: Gianluca Ziza e Giuliano Mollese. Produzione: Molly Arts. Media Partner: Ciccio Riccio.

Il taglio del nastro dell’edizione 2019 della manifestazione è fissato alle ore 20 di venerdì 6 settembre. Seguirà l’apertura degli stand enogastronomici. Start concerti: ore 21.

Tutti i dettagli della festa saranno via via divulgati sulla pagina ufficiale di Facebook:

www.facebook.com/sagradelmaialevillabaldassarri.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Il romanzo della scrittrice e giornalista Valentina Perrone trionfa al concorso letterario indetto dalla Commissione Pari opportunità del Comune di Gallipoli

Un altro riconoscimento, un nuovo prezioso traguardo. “Memorie di Negroamaro”, il romanzo della scrittrice e giornalista Valentina Perrone, raggiunge il gradino più alto del podio e conquista il primo posto al Premio di Poesia e Narrativa Aspasia indetto dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Gallipoli.

Il riconoscimento, parte integrante della manifestazione “Il Canto delle Sirene – Notte Rosa a Gallipoli” organizzata dalla Commissione Pari Opportunità e dall’Assessorato al ramo del Comune, ha inteso promuovere il talento, la competenza e la creatività delle donne del territorio; la cerimonia di premiazione si è svolta presso i giardini della Cattedrale di Sant’Agata, dove Perrone ha ritirato il riconoscimento accompagnata dal consigliere alla Cultura del Comune di Salice Salentino, Marco Ligori, che ha candidato volume e autrice insieme all’allora Assessore alle Pari Opportunità Paola Galizia.

Il premio, infatti, è rivolto ai comuni della provincia di Lecce, invitati a presentare, attraverso la propria Commissione alle Pari Opportunità, o, in mancanza di essa, l’Assessorato alle Pari opportunità o l’Assessorato alla Cultura, un libro di poesia o narrativa di un’autrice del posto. La giuria, composta da Maria Consiglia Mercuri, Paola Savino e Maruska Coppola ha conferito il primo posto della sezione narrativa al romanzo tutto salentino, “che offre – si legge nella motivazione – l’opportunità di viaggiare attraverso una scrittura che fluisce libera, come il vento che lambisce, nei meandri del ricordo che ognuno di noi segretamente custodisce, tra la terra e il mare del Salento, un Salento terra di Negroamaro che diviene quasi un luogo dell’anima, coinvolgendo e avvolgendo il lettore in un turbinio di forti emozioni”.

Il libro, edito da Esperidi, narra la storia di Alessandra, giovane docente di filosofia che si trasferisce a Milano per insegnare in un liceo. La sua nuova vita, accanto al compagno Paolo, viene interrotta da una telefonata: poche parole del tutto inattese la riportano nella sua terra, il Salento, per risvegliare in una manciata di giorni un passato da cui credeva di essere guarita e per il quale perderà, forse, pezzi del suo presente. Quello che compie la protagonista è un viaggio a ritroso, fatto di ricordi indissolubili, a cominciare dal Negroamaro, tassello indelebile della sua storia. «Siamo felici e onorati di ricevere questo riconoscimento – ha detto il consigliere Ligori al momento della premiazione – per la bellezza del libro, il talento di Valentina e la meraviglia dell’universo femminile sempre in grado di fare cose straordinarie. Sia io che la consigliera Galizia, abbiamo voluto fortemente la candidatura del romanzo e oggi la nostra intuizione, insieme alla bravura dell’autrice, sono stati ampiamente premiati». Consegnata una targa anche al Comune di Salice. Valentina Perrone è scrittrice e giornalista, collabora con il Nuovo Quotidiano di Puglia. Ha esordito nel 2015 con la fortunata raccolta di racconti dal suggestivo titolo “Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla”, a cui ha fatto seguito l’altrettanto fortunato romanzo Memorie di Negroamaro, entrambi insigniti di numerosi riconoscimenti. Ha ricevuto premi e menzioni anche per la sua attività giornalistica e per l’impegno sul territorio in ambito culturale. Il suo sito web: www.valentinaperrone.it.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Martedì, 20 Agosto 2019 18:01

La Notte dei Sogni

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

4 borse di studio arrivano in casa Spazio Danza Due per Martina Pendinelli e Ludovica Scardia. 4 borse di studio arrivano in casa Spazio Danza Due per Martina Pendinelli e Ludovica Scardia. Nella ventiquattresima Edizione di "Danza si", il 9 e il 10 agosto a Lecce, la scuola diretta da Barbara Vullo si è aggiudicata ben quattro riconoscimenti per le due giovani allieve Ludovica Scardia (14 anni) e Martina Pendinelli (16 anni) in diversi settori. 2 borse di studio per ognuna sono state assegnate dai maestri Rosanna Filipponi e Gennaro Maione e Massimo Zannolla che hanno visto le ragazze alle prese con la danza classica, il Teatro Danza ed il contemporaneo. Un anno ricco di eventi per Spazio Danza Due, riconoscimenti, podi, 30 anni di attività della maestra Spazio Danza Due e oggi queste quattro borse di studio giunte in pieno agosto... Perché la danza non va mai in ferie!

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Oltre due milioni di euro da investire sul territorio per la qualità delle strutture, dei servizi e delle produzioni tipiche. È questo l’ambizioso obiettivo del GAL Terra d’Arneo, che, come previsto dalla sua Strategia di Sviluppo Locale “Parco della qualità rurale Terra d’Arneo”, indirizzerà le risorse comunitarie in iniziative di riorganizzazione e riqualificazione del comprensorio d’Arneo, facendolo diventare un vero e proprio distretto della qualità rurale.

Due gli Avvisi pubblici attualmente attivi, entrambi destinati alle microimprese già esistenti o start-up, le quali potranno presentare progetti in forma singola o associata a valere sugli interventi 2.3 “Ospitalità Sostenibile” e 3.2 “Prodotti e servizi del Parco della Qualità Rurale”.

Maggiori dettagli utili alla partecipazione dei potenziali beneficiari, che dovranno far parte dell’area del GAL (Alezio, Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Nardò, Leverano, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie), verranno affrontati nel corso di un incontro pubblico organizzato per Lunedì 1 luglio alle ore 19.00 presso l’Info Point Turismo di Leverano – in Piazza Roma.

I bandi integrali, pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. n. 61 del 06-06-2019, con relativa documentazione per presentare la candidatura, sono consultabili sul sito web del GAL Terra d’Arneo (www.terradarneo.it) nella sezione Bandi e Avvisi. È inoltre attivo presso la sede del GAL Terra d’Arneo, in via Mameli 9 a Veglie (Le), lo sportello informativo dove, previo appuntamento, è possibile approfondire le opportunità di finanziamento a disposizione degli imprenditori locali.

“Ci aspettiamo grande interesse e partecipazione da parte dei nostri imprenditori che sicuramente non perderanno l’occasione di investire in qualità – afferma Cosimo Durante, Presidente del GAL. Numerose le opportunità che il GAL offre a sostegno delle imprese, soprattutto per servizi a carattere innovativo, che riescano a migliorare la qualità della vita della popolazione locale e dei turisti che sempre più spesso scelgono la Terra d’Arneo – continua Durante. Nella partecipazione ai bandi è prevista la premialità per donne, giovani e progetti presentati da imprese in forma associata”.

Il prossimo appuntamento è in programma per Mercoledì 10 luglio alle ore 19.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Alezio

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Un nuovo appuntamento con le pagine di Valentina Perrone. Sarà presentato venerdì 14 giugno alle 20 presso la Farmacia Letteraria Corte Grande di Martano, il romanzo della scrittrice e giornalista salentina, “Memorie di Negroamaro”.

Dopo i saluti della padrona di casa, la libraia Maria Assunta Russo, dialogherà con l’autrice Cristina De Vito. Il romanzo, pubblicato da Edizioni Esperidi, narra la storia di Alessandra, giovane docente di Filosofia che si trasferisce a Milano per insegnare in un liceo. La sua nuova vita, accanto al compagno Paolo, viene interrotta da una telefonata: poche parole del tutto inattese la riporteranno nella sua terra, il Salento, per risvegliare, in una manciata di giorni, un passato da cui credeva di essere guarita e per il quale perderà, forse, pezzi del suo presente.

Quello compiuto dalla protagonista è un viaggio a ritroso lungo pagine di ricordi indissolubili, in una terra fatta grande dalla sua gente, dai suoi frutti, dai suoi profumi, a cominciare dal Negroamaro, tassello indelebile delle sue memorie. Il libro, particolarmente toccante in ogni sua pagina, si è reso destinatario di numerosi riconoscimenti: primo classificato al Premio Letterario Internazionale Città del Galateo 2017, terzo classificato al Premio Presìdi del Libro Alessandro Leogrande 2018, terzo classificato al Premio Letterario nazionale Città di Taranto 2018, terzo classificato al Premio Letterario Internazionale Un libro nel Borgo 2018, menzione d’onore al Premio Letterario Nazionale Bari Città Aperta 2017.

Valentina Perrone, che collabora con Nuovo Quotidiano di Puglia, ha ricevuto numerosi premi non soltanto per i suoi libri ma anche per l’impegno in ambito culturale e nel volontariato. Nel 2015 ha pubblicato il suo fortunato libro d’esordio “Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla”.

 

Il suo sito web: www.valentinaperrone.it.

(Foto di Salvatore Marcucci).   

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Adunanza Mistica” è il titolo del concerto che Juri Camisasca presenta per la prima volta in Salento, nel Chiostro del Convento dei Frati Minori francescani di Leverano (Lecce) venerdì 7 GIUGNO alle ore 20:30.“

Juri Camisasca è un cantautore di straordinaria sensibilità, compositore di musica sacra arricchita con arrangiamenti elettronici e raffinate sfumature dai toni sperimentali.

A tale passione per la musica, l'artista milanese affianca anche quella delle icone. Nel 1974 inizia la carriera con le prime sperimentazioni elettro pop in collaborazione con l’amico Franco Battiato, successivamente, a fine anni 70, l'artista milanese esce dalle scene musicali per 11 anni e diviene monaco benedettino. In questi anni di ritiro tra meditazione, preghiera, canto gregoriano, ricerca spirituale, si appassiona con grande maestria alla scrittura di icone sacre, opere che esprimono una splendida bellezza di forme e colori.

Torna sulla scena musicale passando dalla vita monastica condivisa alla vita ancora più solitaria, da eremita immerso nella natura alle pendici dell’Etna.I suoi album sono rare perle frutto di un percorso di ricerca interiore e di armonia con se stessi e col mondo e la sua penna raffinata nel tempo ha incontrato la voce di alcuni cantanti come Giuni Russo, PFM, Milva, Carla Bissi(Alice) e lo stesso Battiato.Attualmente presenta a livello nazionale ed internazionale il suo nuovo percorso artistico e musicale chiamato “Adunanza Mistica”, realizzato in trio con la tastierista Erika Lo Giudice e il percussionista Peppe Di Mauro. Dopo le tappe di La Valletta, Palermo, Bergamo e Milano approda a Leverano (Lecce).

Siamo lieti di promuovere a Leverano, il concerto di Juri Camisasca, musicista raffinato ed eclettico. L’evento “Adunanza Mistica”, che fa da cerniera tra la rassegna primaverile e quella estiva, si avvale anche della preziosa collaborazione della Comunità Francescana Leveranese e della partecipazione del coro Sidèreus di Leverano, il quale accompagnerà l’artista in alcuni brani, incarnando lo spirito del progetto; come recita il titolo stesso” - commentano il Sindaco di Leverano Marcello Rolli e l’assessore alla cultura Laura Giannotta – sottolineandone così la profonda valenza culturale ed artistica.Nella serata che precede il concerto, giovedì 6 giugno alle ore 20.30, ci sarà la possibilità di conoscere meglio l'artista Camisasca, attraverso la proiezione di alcuni estratti dal recente docufilm “Non cercarti fuori” sulla vita e percorso spirituale dell’artista, dialogando col giornalista Enzo Ferrari e i frati francescani. I due appuntamenti, che accompagnano la comunità leveranese nei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova, si svolgeranno presso il Chiostro del Convento Santa Maria delle Grazie e saranno ad ingresso libero.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tra gli appuntamenti di giugno 2019, segnaliamo quello del Presidente del GAL, Cosimo Durante,

sul tema “Lo sviluppo turistico sostenibile: dai pellegrinaggi al modello Gallipoli"

previsto per Sabato 1 giugno alle ore 16.30

Un evento organizzato e promosso da Associazione Domus Medica onlus per discutere di tanti argomenti di attualità attorno tema "30 anni di WEB tra partecipazione e degenerazione".

L’idea del Progetto nasce dalla considerazione di quanto la diffusione del web abbia facilitato la comunicazione tra le persone e, quindi, abbia saputo creare opinioni, ma, nel contempo, abbia ridotto ogni filtro di merito dei contenuti espressi, in un gioco al ribasso dell’ideazione e del giudizio che ha raggiunto l’abisso raggelante dell’uno vale uno.

Il programma propone uno zibaldone di topic attualmente ricorrenti nell’opinione pubblica e legati agli eventi dell’ambiente, della storia e della politica di cui sollecitiamo una ri-lettura critica, avulsa dall’immediatezza degli emoticons, orientata alla riflessione e quale spunto per ulteriori iniziative monotematiche: gli ambiti prescelti, infatti, risultano di particolare attualità specificatamente territoriale o universale e la loro trattazione capace di aprire inattese finestre interpretative grazie alla competenza professionale dei Relatori prescelti, alla loro capacità di comunicare in modo problematico l’approccio alla conoscenza e alla gestione interattiva delle sessioni.

Ad aprire il forum, Sabato 1 giugno, un approfondimento sul tema “La xylella fastidiosa tra speculazione, ideologia, politica e scienza” curato da Paolo Marini, cui seguirà l’intervento del Presidente del GAL, Cosimo Durante, chiamato a discutere su “Lo sviluppo turistico sostenibile: dai pellegrinaggi al modello Gallipoli”.

Sabato 8 giugno Marco Potì parlerà di “Tav e Tap: sindrome del nimby e progettualità dei luoghi” seguito dall’intervento di Alberto Fedele su “L’epidemia dei No Vax”.

Ultima giornata, sabato 15 giugno con gli interventi di Piero Achille su “Devianze e dipendenza: dal bullismo alla sindrome degli hikikomori” e Giacomo Lisi su “Dittatura illuminata e democrazia annebbiata”.

L’evento si svolgerà presso la sede dell’Associazione Domus Medica, in via Via Lequile, 56 a San Cesario di Lecce ed i lavori avranno inizio alle ore 16.30. La partecipazione è libera e gratuita.

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 156

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi5
Ieri113
Questa Sett.118
Questo Mese2867
Totale1540445

Martedì, 17 Settembre 2019 00:23

Chi è on line

Abbiamo 307 visitatori e nessun utente online