×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 64

“Basta un Si. Aiutaci a cambiare l’Italia” è il titolo dell’incontro organizzato dal comitato “Basta un Si” di Guagnano-Villa Baldassarri per stimolare una riflessione attenta e approfondita sui temi proposti dal Referendum del 4 dicembre prossimo. Nel corso dell’evento verranno discussi i nodi cruciali della Riforma, le ricadute a livello territoriale, le opportunità e le sfide che ci attendono dopo la sua approvazione.

Una riforma che si ritiene decisiva per cambiare il Paese e che consentirà, tra le altre cose, di avere meno costi della politica, un Parlamento più veloce, meno burocrazia, meno poltrone e di superare la legislazione concorrente tra Stato e Regioni.

L’incontro, che verrà introdotto da François Imperiale, segretario del locale Circolo del Partito Democratico e coordinatore del Comitato stesso, interverranno, Sergio Blasi, Consigliere della Regione Puglia, Salvatore Capone, Deputato della Repubblica Italiana, e Teresa Bellanova, Viceministro allo Sviluppo Economico.

L'evento, si svolgerà domenica 20 novembre a Guagnano (Le), presso i locali di via Provinciale n. 230 a partire dalle ore 17.00.

Continua il botta risposta fra l'opposizione e il Sindaco Pippi Tondo sulla questione Cimitero avviata nei giorni scorsi. Oggetto della discussione dei loculi transennati a causa della caduta di calcinacci, una situazione denunciata dal Consigliere Provinciale Rosato a cui ha risposto, sulla pagina Facebook del portale Salic'è, il primo cittadino.
"Il sindaco fantasma, che è SEMPRE presente, insieme alla sua amministrazione, sta ponendo rimedio ad una miriade di problemi la cui responsabilità è anche e principalmente dell' evanescente Consigliere Provinciale" dichiara il Sindaco che accusa Rosato di una "inconsistente attività amministrativa" negli anni passati in cui " non ha MAI provveduto a risolvere il problema!".
Anche Primavera Salicese, presente all'opposizione con Mimino Leuzzi, chiede spiegazioni sul social "ci spiegate perché avete dormito per 10 anni e aspettato la caduta dei calcinacci per transennare la zona???" e poi puntualizza "Badate bene: AVETE SOLO TRANSENNATO LA ZONA. Siete stati costretti a fare ciò per evitare ulteriori pericoli."
A seguito di ciò ecco che Rosato prende carta e penna e scrive a Tondo una lettera in cui intende far notare al primo cittadino che "La Sua velata ed inopportuna ironia rappresenta l’ennesima e abituale caduta di stile" e risulta un'offesa verso "la sensibilità e la memoria dei nostri cari".


Riportiamo integralmente la lettera del Consigliere Rosato al Sindaco di Salice Salentino Tondo.
"Egregio Signor Sindaco,
prendo atto del pietoso umorismo che traspare nella Sua nota diffusa per replicare, con molte inesattezze, alle mie precise affermazioni sui ritardi e sulle inadempienze dell'amministrazione da Lei presieduta, circa la critica situazione verificatasi negli ultimi tempi nel Cimitero di Salice.

È un ritornello ormai stucchevole quello di fare riferimento al passato per fatti , circostanze e responsabilità che sono invece attualissime. La Sua velata ed inopportuna ironia rappresenta l’ennesima e abituale caduta di stile che certamente non onora il ruolo che ricopre. Di fronte a puntuali osservazioni critiche – farle è compito e dovere di un Consigliere attento alle vicende del proprio paese – Lei non sa fare altro che ricorrere a pesanti reazioni, ad allusioni completamente fuori luogo e ritenere il problema cimitero "ARGOMENTO SUPERFICIALE". Ritengo che sia davvero sbalorditivo. È indubbio che per Lei la sicurezza dei cittadini sia poca cosa, come poca cosa è la sacralità del luogo, la dignità e il rispetto dei cari defunti, da Lei e dalla Sua maggioranza sepolti definitivamente sotto una fitta coltre di indifferenza, sciatteria e totale mancanza di umanità.

La condizione di abbandono in cui versa il Cimitero del nostro paese è qualcosa di inaccettabile, perché colpisce ed offende la sensibilità e la memoria dei nostri cari. Da tempo si accumulano le numerose segnalazioni da parte dei cittadini che denunciano questa vergognosa situazione. Un’indecenza, peraltro, documentata da foto in cui emerge chiaramente la condizione disastrata di quello che invece dovrebbe essere un sereno luogo di preghiera e raccoglimento.

La capacità di governare un territorio si misura anche dal livello di attenzione e cura che si riservano alla sfera affettiva e più intima della collettività. A Salice, al contrario, non sembra esserci spazio per la dimensione spirituale e per il doveroso omaggio che il cittadino desidera rivolgere ai propri defunti. Ai cittadini, invece, deve essere garantito il diritto di commemorare degnamente i propri cari.
Mi chiedo quanto si debba attendere ancora, per riuscire a trascorrere un momento di preghiera e di riflessione davanti alle lapidi dei propri defunti, senza dover pensare alla dignità loro sottratta?
Egregio Sindaco-Fantasma, rispetto alle accuse sulla“ mia evanescenza“ nello svolgere il ruolo di Consigliere Provinciale, non voglio mortificarLa, data la Sua totale distrazione e poca memoria, ricordandoLe le opere finanziate e realizzate in cinque anni di mia partecipazione nell’Amministrazione Provinciale. Le assicuro che l‘elenco sarebbe lungo, nonostante i tempi magri, le riduzioni di trasferimenti di risorse e soprattutto "senza selfie e post su facebook“.

Come vede, l’unico motivo di superficialità è rappresentato dalla Sua persona. Per contro, le mie spalle sono larghe e l’esperienza maturata in questi anni le hanno rese ancora più larghe e solide. Tutto ciò che va al di là della critica, risulta essere solo un codardo tentativo di offendere la persona e non il ruolo che rappresenta.
Concludo con un interrogativo: i Cittadini del mio paese hanno o no diritto di conoscere tutto ciò e fare le dovute riflessioni?
Il mio essere Consigliere, nel corso di questi anni, è stato esclusivamente segnato dall’essere trasparente in ogni mia azione, con l’obiettivo di rendermi utile alla mia comunità, non è stato facile, ma questo so fare e questo mi impone la mia coscienza"

Il diciottenne Cosimo Gravili, Presidente dell’Associazione Vox Populi e Rappresentante d’Istituto del Liceo Banzi di Lecce, nella consultazione elettorale del 24.10.2016 tenutasi in tutti gli Istituti Superiori della Regione Puglia per il rinnovo del Parlamento Regionale dei Giovani è stato eletto Parlamentare Regionale, riportando un grande successo personale con più di 1000 voti .
E’ un traguardo importantissimo ed è stato raggiunto anche grazie al sostegno di tanti amici, che hanno creduto in me in questa difficile competizione ed hanno riconosciuto il mio costante impegno all’insegna della serietà, dell’onestà, della disponibilità e della lealtà, valori ai quali tengo tanto e sono fortemente legato.
Come sempre darò il meglio di me e sono pronto ad incontrarmi e interloquire - magari tra i banchi del Consiglio Regionale di Via Capruzzi - anche con gli Amministratori Regionali adulti e farmi portavoce delle istanze e problematiche di noi giovani.
Continuerò anche il mio lavoro da Rappresentante d’Istituto presso la mia scuola, che sarà senz’altro ancora più assiduo e fattivo.
L’impegno continuerà anche su Salice, il mio paese, con i miei amici di “Vox Populi” Giorgio, Manuel, Giacomo, Giammarco e tanti altri. Tutti insieme abbiamo voglia ed entusiasmo di dire la nostra nella comunità in cui viviamo.
Giorni fa abbiamo organizzato, devo dire con grande successo, all’Hotel Tiziano con il Prof. Vincenzo Tondi della Mura (Docente di Diritto Costituzionale presso l’Università del Salento) un convegno sul referendum del 4 dicembre sulla riforma istituzionale. Il prossimo 15 novembre alle ore 17.30 presso l’ex Convitto Palmieri a Lecce interverrò ad un convegno sempre sullo stesso tema come Presidente di Vox Populi. All’incontro organizzato da giovani universitari, interverranno anche il Presidente della Provincia di Lecce Gabellone, l’Onorevole Federico Massa ed i Consiglieri Regionali Congedo e Caroppo .
Anche queste iniziative sono delle tappe di un percorso di crescita culturale che la nostra associazione promuove sin dalla sua nascita nelle scuole, nelle università e nelle nostre comunità. Tutti insieme intendiamo continuare proficuamente questo cammino affinché il nostro contributo al vivere civile sia sempre di arricchimento e portatore di valori positivi.
A breve, come avevamo già anticipato in un pubblico comizio, avremo la nostra sede anche a Salice con diverse iniziative in programma”.

Thursday, 03 November 2016 09:02

SALICE AL CENTRO... allusioni e smentite.

Written by

Si riporta fedelmente quanto espresso dal gruppo politico "Salice al Centro"

 

Per amore di verità e per non inquinare il dibattito, con rammarico, ci corre l’obbligo di intervenire per smentire le allusioni riportate in un articolo pubblicato su una nota testata giornalistica locale, in cui si ipotizza un accordo con il “candidato sindaco in pectore Gaetano IANNE, espressione dell’Associazione “ITACA”

Sebbene la conoscenza personale e stima nei confronti dello stesso , confermiamo, invece, la volontà del Movimento di sviluppare ogni azione utile a comprendere al meglio lo scenario politico locale, affinché possa contribuire a fondo al rilancio del paese. Ed è per questo motivo che abbiamo effettuato già numerosi incontri con tutte le Forze Politiche e dai quali incontri è emersa forte la percezione che occorre lavorare sensatamente per un definitivo rilancio.

AREA POPOLARE ed UDC hanno deciso di condividere il percorso perché si riconoscono nello stesso progetto moderato, fatto di cose semplici ma che sposano le istanze dei cittadini , impegnandosi non solo in grandi progetti ma anche in progetti possibili e fattibili .

Pensiamo che una Amministrazione Comunale debba fare poche cose e bene per ridare dignità all’individuo, qualsiasi sia il suo “STATUS”. In questo tempo, ma il discorso non vale solo per Salice, è già rivoluzionario dare marciapiedi, strade dignitose, macchina comunale efficiente, attenzione alle sofferenze, attenzione alle disabilità… soffrire per chi soffre, adoperarsi senza risparmio di forze ed energie per alleviare i pesi del disagio sociale , dare sviluppo al paese e creare nuove opportunità di lavoro.

Questo è il nostro messaggio al paese, ai Cittadini di Salice. Diciamo ai nostri compaesani : sveglia!

La Politica è uno strumento utile ai vostri bisogni a patto che Voi scegliate le idee migliori portate sulle teste degli uomini migliori e più indicati per la loro storia personale , sociale , familiare e politica.

In virtù delle enunciazioni testé descritte guarderemo con attenzione alle Forze Politiche che condivideranno le nostre riflessioni verso la Comunità con la nostra stessa partecipazione.

Perciò , in questa fase “Salice al Centro”, pur riconoscendo a tutte le Forze Politiche grandissima dignità , non poteva e non può effettuare ancora alcuna scelta di campo. Allo stesso tempo pretendiamo da tutti dignità perché in gioco non vi sono i destini personali dei componenti del Movimento ma i destini dell’intera Salice.

AREA POPOLARE ed UDC. attraverso il Movimento , lavoreranno con serietà e spirito di sacrificio senza essere oggetto di giochi politici di sorta e si adopereranno presso le Istituzioni in cui sono rappresentati (Regione, Governo, Parlamento Europeo) per far valere le ragioni di Salice Salentino, perché come abbiamo avuto modo di dire i nostri rappresentanti si impegneranno con la serenità di chi sa cosa fare, dove andare e a chi chiedere per il bene della Comunità.

Il Circolo del Partito Democratico di Guagnano - Villa Baldassarri si costituisce come Comitato per il SI al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.
La decisione, adottata unanimemente dall'attuale Consiglio Direttivo, a partire dal Segretario François Imperiale, nasce dalla ferma volontà di dare vita ad un'ampia collaborazione con tutti i cittadini e tutte le cittadine che, pur non aderenti al Partito Democratico, condividono i contenuti della riforma costituzionale oggetto del prossimo referendum confermativo.
Da parte dei promotori del comitato Basta un Sì di Guagnano-Villa Baldassarri, c'è il fermo convincimento che il testo della riforma costituzionale, a firma del Ministro Maria Elena Boschi, rappresenti un'occasione storica, non più rinviabile, per ammodernare e snellire il funzionamento delle nostre istituzioni. Ciò senza minimamente intaccare quelli che sono i principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale.
Il superamento del bicameralismo perfetto, con una sola Camera che dà la fiducia al Governo e approva la maggior parte delle leggi, la riduzione dei costi della politica attraverso la previsione di un Senato che passa da 315 a 100 membri, tra l'altro non retribuiti, e la soppressione del CNEL (Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro) e delle Province, l'eliminazione della legislazione concorrente tra Stato e Regioni, sono modifiche che mettono il nostro Paese finalmente al passo con le sfide poste da cambiamenti politici, sociali ed economici a dir poco epocali.
Nei prossimi giorni sono previste pubbliche iniziative utili a spiegare ed approfondire nel merito la riforma. A tal proposito, i promotori del comitato Basta un Sì tengono a precisare che ciò sarà fatto nel rispetto delle posizioni di tutti, sottraendosi, fin da subito, all'utilizzo di toni troppo alti e spesso fuori luogo a cui si assiste, purtroppo, in questi giorni.

Meetup uniti in difesa della Costituzione: Carmiano-Magliano, Copertino, Leverano, Monteroni-Arnesano, Salice, Veglie si attivano insieme in vista del referendum costituzionale.
L’esito del referendum del 4 dicembre, intervenendo sulla Costituzione, potrebbe ridisegnare pericolosamente l’orizzonte fondante delle nostre molteplici battaglie democratiche e svilire la forma e le possibilità della nostra idea di cittadinanza. Per tali ragioni, il prossimo appuntamento con le urne si configura come la battaglia più importante tra le tante che ci hanno unito e ci uniranno in un comune sentire e in comuni intenti.
L’imponente e crescente azione di propaganda per il “SI” avviata a vari livelli e attraverso diversi canali mediatici, suggerisce una riformulazione creativa della nostra azione locale al fine di rendere più efficace e incisiva la battaglia sul territorio in supporto delle ragioni del “NO”.
Alla luce di tutto ciò, in aggiunta e parallelamente alle autonome iniziative programmate dai vari gruppi locali nei Comuni di pertinenza, gli attivisti di Carmiano-Magliano, Copertino, Leverano, Monteroni-Arnesano, Salice e Veglie hanno stabilito in comune accordo di potenziare il proprio impegno avviando una stagione di programmazione cooperativa delle loro attività fino alla data del referendum. Lo scopo di tale risoluzione è quello di unire forze creative, idee, risorse materiali e umane, potenzialità comunicative, visibilità mediatica ed energie disponibili in difesa della preziosa eredità ricevuta dai Padri Costituenti.
Riunitisi il 18 ottobre 2016 a Leverano, gli attivisti hanno stabilito in prima istanza di concentrare a rotazione nel corso delle prossime domeniche le unificate forze nei sei Comuni interessati, presidiando insieme le piazze centrali con i rispettivi gazebo, colmandole così dei vivaci colori e dell’eco forte delle ragioni del NO!
Il calendario degli appuntamenti previsti è il seguente:
23 ottobre Monteroni (Piazzetta Romano)
30 ottobre Salice Salentino (Piazza Plebiscito)
6 novembre Carmiano (Piazza Assunta)
13 novembre Veglie (Piazza Umberto I)
20 novembre Leverano (Largo Fontana)
27 novembre Copertino (Piazza Umberto I)
Invitiamo perciò tutti i cittadini e attivisti disponibili a unirsi a noi nelle date indicate, oppure ad adottare questo modello cooperativo di azione in altre porzioni del territorio, in sinergia con altri gruppi locali dei comuni limitrofi.
Gli attivisti di Carmiano-Magliano,Copertino, Leverano, Monteroni-Arnesano, Salice, Veglie 
Tuesday, 18 October 2016 21:13

Vox Populi: Le ragioni del si e del no

Written by

Si terrà domenica 23 Ottobre alle 18, presso l’Hotel Tiziano di Lecce, il convegno aperto al pubblico sul tema Referendum Costituzionale con il titolo: Le ragioni del si e del no.
Ospite di gran rilievo il Professore Vincenzo Tondi Della Mura (docente Diritto Costituzionale presso l’Università del Salento) con il quale verranno affrontati nel dettaglio i punti cardine della riforma che verrà sottoposta al voto dei cittadini il 4 Dicembre.
“ Noi giovani ci facciamo portavoce di chiarezza perché abbiamo voglia di capire quali cambiamenti ci vengono sottoposti.” Cosi’ Pierandrea Baldassarre, Vice Presidente dell’Associazione a cui segue il Presidente Cosimo Gravili:
“ Abbiamo il dovere di essere dei cittadini attivi nella vita del nostro Paese con un voto meditato con attenzione e ciò è possibile solo con l’informazione. Il potere che abbiamo nelle nostre mani è immenso ma va usato con senso critico.” 
Presenterà il convegno Marino Marinaci, studente del Liceo Banzi.
Interverranno Luca Mariano Mariano, studente Liceo Banzi ; Lorenzo Maggio, studente universitario; Matteo Greco, studente universitario e amministratore della pagina “Studenti per la Costituzione”. 
Concluderà  i lavori il presidente di “Vox Populi”, Cosimo Gravili, rappresentante Ististuto Liceo Banzi.

Saturday, 15 October 2016 13:14

UDC e Area Popolare: nasce Salice al Centro

Written by

In data 12 ottobre u.s. i Commissari Oronzo D’AGOSTINO e Dino CAPOCCIA, rispettivamente responsabili dei Partiti politici UDC (UNIONE DI CENTRO) e AREA POPOLARE, hanno ratificato un accordo programmatico al fine di condividere l’impegno in vista dell’appuntamento elettorale della primavera 2017. A tal proposito, su mandato di iscritti e simpatizzanti e dopo attenta valutazione del quadro politico-amministrativo, hanno convenuto di dar vita al Movimento politico denominato “Salice al Centro”.

In apposita assemblea pubblica sarà presentato il simbolo e le linee programmatiche da sottoporre all’attenzione dei cittadini per una più efficace e nuova azione amministrativa, convinti che Salice abbia le capacità e le personalità per incidere sempre meglio nelle sfide non più rinviabili per un definitivo rilancio del paese. “Salice al Centro” perché occorre superare per sempre le ruggini e gli attacchi personali che bloccano il dibattito politico e soprattutto impediscono un sereno clima di convivenza che metta al primo posto le esigenze primarie e reali del Paese.

Il Movimento politico “Salice al Centro” è sicuro di poter contribuire in maniera essenziale e determinante nella fase che la comunità si appresta a vivere e dialogherà con tutte le Forze Politiche che dimostreranno lungimiranza, determinazione nel voler costruire un percorso vero e nuovo, slegato da logiche di pura appartenenza politica e di convenienza in favore di progetti semplici ma di lungo respiro.

Il Movimento si dichiara sin d’ora contrario a qualsiasi forma di personalismo, logiche verticistiche e non condivise ed è favorevole invece, a processi di costruzione del futuro salicese che risveglino le coscienze e le energie, forse rassegnate, perché il riscatto è possibile.

Il Movimentolavorerà, tra l’altro ma non solo, per avere assolutamente un paese decoroso dal punto di vista urbanistico, nel settore del sociale in favore di anziani, disabili, minori e famiglie svantaggiate, per la redistribuzione della ricchezza con maggiori servizi e molta attenzione e cura per la politica del lavoro.        

I suoi rappresentanti si impegneranno con la serenità di chi sa cosa fare, dove andare e a chi chiedere per il bene della Comunità e non si lasceranno vincere dalle chiacchiere, perché il solo interesse sarà quello di fare bene per il Popolo di Salice.

“Salice al Centro” è pronto a raccogliere le istanze dei tantissimi cittadini che per troppo tempo non si sono sentiti rappresentati e si augura di essere la vera voce della gente per la crescita di tutto il paese.

Monday, 12 September 2016 07:46

Tari Salice Salentino: Primavera Salicese dice la sua

Written by

I nostri bravi amministratori sono ormai talmente abituati a commettere errori che ritengono non essenziale rispondere compiutamente e velocemente alle critiche rivolte loro dalle opposizioni e dai cittadini.

Non hanno ancora manifestato la loro posizione ufficiale riguardo all’ennesima figura che hanno fatto con la Tassa sui rifiuti. Si limitano a dire che hanno sospeso il pagamento delle cartelle. Come se fosse una cosa normale.

Sembra siano molto irritati con il Funzionario addetto all’Ufficio Tributi dimenticando chel’Amministratore dovrebbe svolgere le funzioni per le quali è stato eletto che sono quelle di indirizzo e di controllo. L’errore ci può stare; l’ennesimo diventa imbarazzante e preferiscono glissare sull’argomento.

Bisogna però informare i cittadini che questa “svista” costerà circa € 5.500 tra costo della stampa, imbustamento e relativa spedizione postale. CHI PAGHERA’?

Se non avessero commesso questa ulteriore gaffe la suddetta somma poteva essere impiegata ad esempio per organizzare, come lo scorso anno, il JAZZ WINE FESTIVAL. Un evento che grazie alla professionalità e alla dedizione del Prof. Sabatino e a qualche associazione di volontariato è riuscito a varcare i confini del nostro paese, ottenendo riscontri positivi su tutto il territorio limitrofo, ma che l’attuale maggioranza evidentemente non ha saputo apprezzare non sostenendone la realizzazione.

Esattamente l’opposto di quello che fanno le amministrazioni vicine come quella di Guagnano con il Premio Terre del Negroamaro che ha raggiunto una popolarità a livello nazionale con enormi ricadute sul territorio locale.

Preferiscono stare al mare piuttosto che preoccuparsi dei problemi dei cittadini. Pare addirittura che vi siano enormi difficoltà per garantire l’inizio dell’anno scolastico presso l’asilo nido di Via Pasquale Leone, con enormi disagi per i genitori che lavorando, saranno costretti ad iscrivere i propri figli in altre strutture di paesi limitrofi.

In questi quattro anni la maggioranza non è riuscita a fare nemmeno l’ordinaria amministrazione; è priva di una guida politica incisiva e di un progetto valido per la nostra comunità.

Salice ha bisogno di un cambio di rotta che veda la presenza fattiva di quei cittadini che abbiano a cuore le sorti del paese e quindi mettano a disposizione della comunità le proprie idee, nuovi progetti e adeguate iniziative per riportare Salice al posto che merita.

Primavera Salicese ha dato prova in questi anni di voler bene a Salice e ai salicesi con i fatti, sia in Consiglio Comunale che fuori, anteponendo le sorti del paese a tutto il resto.

Auspico che altri cittadini volenterosi collaborino con la nostra associazione, per apportare sempre nuove energie che possano sostenere e promuovere un progetto di cambiamento importante per il nostro paese; lancio un invito a tutti coloro che hanno voglia di impegnarsi affinché tali progetti possano concretamente realizzarsi per il bene di Salice, a confrontarsi con la nostra associazione per creare dei momenti di raffronto che gioverebbero all’intera comunità.

Page 10 of 26
Oggi448
Ieri699
Total293681

Who Is Online

8
Online

03 March 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account