×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 76

Thursday, 04 October 2012 20:15

FRISE DI GRANO O DI ORZO

Written by
Rate this item
(1 Vote)

 

La pezzatura della singola frisella, in passato, corrispondeva alla porzione di pane necessaria al regime alimentare di un lavoratore addetto a lavori pesanti e spesso, costituiva l'intero apporto calorico del pasto. Il termine "frisa" appartiene alla tradizione gastronomica pugliese e, negli ultimi anni, grazie soprattutto alla riscoperta delle tradizioni salentine, si sta imponendo a livello nazionale. La frisa è presente anche in Campania, ma viene indicata con il termine "Frisella". 

 

 

INGREDIENTI

 

Farina di grano o di orzo

acqua q. b.

sale

lievito

 

PREPARAZIONE

 

Impastare la farina con acqua, sale e lievito. Lavorare l'impasto a mano, fino a rendere omogenea la pasta.

Tagliare  nella pezzatura a seconda della grandezza delle frise che si vogliono realizzare, nella forma di una losanga. Con le quattro dita  perfettamente allineate lungo l'asse della losanga, premere con un gesto preciso, in modo da ridurre lo spessore lungo l'asse, che andrà ad avvolgere  lo spacco successivo. Arroltolare la losanga su sè stessa in una breve forma a spirale con un piccolo foro centrale e, successivamente, infornare a contatto con altri pezzi, in piccole palette di sei o otto forme. Dopo la prima cottura, tagliare con un filo di spago e su un piano mediano orizzontale, la singola forma, ancora calda. Far scorrere il filo lasciando sulla faccia dello scorrimento la caratteristiche superficie irregolare. Cuocere nuovamente in forno, allo scopo di eliminare l'umidità residua della pasta, i due pezzi ottenuti: quello inferiore con il fondo piatto e quello superiore con il dorso curvo.

Read 3325 times Last modified on Sunday, 21 October 2012 21:43

Laureata in Educatori Socio-Ambientali presso la Facoltà di Scienze della Formazione e Specializzata in Sociologia e Ricerca Sociale, presso la Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio.

Si interessa di turismo ed esercita da breve tempo l’attività di Assistente Turistico come libera professionista.

Innamorata della sua terra e sempre alla scoperta di nuovi luoghi interessanti dal punto di vista storico-culturale, si dedica spesso ad attività di ricerca e di ricostruzione degli aspetti antropologici, culturali e sociali del suo territorio.  I suoi hobbies sono la danza, in particolare la Pizzica e l’equitazione.

È spesso  impegnata anche in attività di volontariato.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi100
Ieri582
Total208639

Who Is Online

3
Online

21 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account