×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 77

Tuesday, 26 March 2013 16:28

TORTA PASQUALINA

Written by
Rate this item
(0 votes)

INGREDIENTI

Per la pasta

  • 600 g di farina di grano tenero tipo 00
  • 5 g di sale fino
  • 300 g di acqua
  • 40 g di olio extravergine di oliva


Per il ripieno

  • 1 Kg di bietoline da taglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 piccola cipollina bionda
  • sale
  • 500 g di ricotta di mucca
  • 120 g di Parmigiano Reggiano
  • maggiorana
  • 2 uova



Per completare la preparazione

  • olio extravergine di oliva
  • farina per lavorare le sfoglie
  • 6 uova
  • sale

PREPARAZIONE

Per la preparazione della pasta

  • Mettere in una ciotola la farina ben setacciata, unire il sale e mescolare bene. Fare un foro al centro e unire l'acqua e l'olio.
  • Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Occorrono una decina di minuti circa.
  • Volendo l'impasto può essere fatto nella planetaria con il gancio.
  • Dividere l'impasto in 4 parti, facendo due pezzi più grandi (circa 300 grammi cadauno) e due più piccoli (circa 200 grammi cadauno).
  • Dare ai quattro panetti una bella forma tonda e metterli su uno strofinaccio infarinato. Coprirli bene e farli riposare.

Per la preparazione del ripieno

  • Pulire le bietoline scartando i gambi se sono molto duri e mantenendo solo le foglie. Lavarle bene quindi metterle in una capace pentola senza altra acqua oltre quella che resta sulle foglie dopo il lavaggio.
  • Portare la pentola sul fuoco e cuocere per 5-6 minuti dal bollore.
  • Ritirare le bietoline, metterle in un colino e pestare bene con un cucchiaio per cercare di eliminare più acqua possibile.
  • Mettere in una padella l'olio, la cipolla tritata molto finemente e farla dorare su fiamma dolce.
  • Unire le bietoline, mescolare bene, quindi unire un pizzico di sale e cuocere per 4-5 minuti.
  • Mettere le bietoline su un tagliere ben stese e farle raffreddare, quindi tritarle grossolanamente con un coltello.
  • Mettere in una ciotola la ricotta, le bietoline, il Parmigiano grattugiato (tenendone da parte una manciata abbondante), un pizzico di maggiorana, le uova previste per il ripieno (tenere da parte quelle per completare la preparazione) e mescolare bene.

Per completare la torta Pasqualina

  • Ungere bene una tortiera apribile di diametro 26 centimetri.
  • Stendere uno dei panetti più grandi con il mattarello sulla spianatoia ben infarinata fino ad ottenere una sfoglia molto sottile.
  • Foderare con questa sfoglia la teglia tenendo conto che dovrà salire lungo i bordi e sbordare di almeno 3-4 centimetri.
  • Ungere bene la sfoglia così stesa messa nella teglia e stendere il secondo panetto grande.
  • Sovrapporre questa seconda sfoglia alla prima e farla aderire bene.
  • Mettere nello stampo il ripieno e livellare bene con un cucchiaio.
  • Sempre aiutandosi con un cucchiaio fare 6 fossette equamente distribuite nel ripieno e rompervi dentro le uova  facendo molta attenzione a non rompere i tuorli. Attenzione da questo momento in poi a muovere lo stampo perchè le uova tendono a uscire.
  • Mettere su ogni uovo un pizzico di sale, quindi cospargere con il Parmigiano Reggiano tenuto da parte.
  • A questo punto stendere con il mattarello il primo dei due panetti più piccoli e utilizzare la sfoglia ottenuta per coprire il ripieno. Ungere bene con l'olio, quindi sovrapporre l'ultima sfoglia rimasta.
  • A questo punto ritagliare tutta la parte che sborda a 1 centimetro oltre il bordo dello stampo e ripiegarlo all'interno. Schiacciarlo appena con una forchetta per saldarlo bene e per decorarlo.
  • I ritagli si possono reimpastare, stendere e utilizzare per fare delle decorazioni da mettere sulla superficie della torta.
  • Ungere bene tutta la superficie della torta Pasqualina con l'olio.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti mettendo la teglia nella zona medio bassa del forno.
  • Trascorso il tempo indicato se la superficie non si è ben dorata far cuocere altri 5 minuti un po' più in alto.
  • E' necessario farla riposare almeno un'oretta prima di servirla.
Read 5934 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi107
Ieri582
Total208646

Who Is Online

3
Online

21 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account