×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 77

Monday, 25 February 2013 08:31

FOCACCIA AL POMODORO

Written by
Rate this item
(0 votes)


INGREDIENTI
•    1 patata media (150 g circa)
•    500 g di farina
•    15 g di sale fino
•    25 g di lievito di birra
•    250 ml d'acqua
•    5 g di zucchero (1 cucchiaino)
•    olio extravergine di oliva
•    200 ml di passata di pomodoro

 

PREPARAZIONE
•    Lavare la patata e lessarla a vapore per 30 minuti, oppure in acqua bollente non salata per 20 minuti.
•    Passarla allo schiacciapatate.
•    Setacciare la farina in una terrina ed unirvi il sale. Mescolare accuratamente.
•    Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida assieme allo zucchero. Se l’acqua del rubinetto è troppo calcarea, usare quella minerale.
•    Aggiungere alla farina la patata schiacciata, l’acqua con il lievito e l’olio.
•    Impastare fino ad amalgamare gli ingredienti, formare una palla, coprirla e lasciarla lievitare per 1 ora in un luogo ben riparato.
•    Ungere una teglia tonda o rettangolare con l'olio, disporvi dentro l'impasto e stenderlo con le mani.
•    Mettere sulla superficie il pomodoro cospargendolo bene con un pennello da cucina. Unire un filo d'olio, un pizzico di sale e una manciata di origano.
•    Lasciare lievitare la focaccia un'altra mezz'ora.
•    Infornare la focaccia nel forno preriscaldato a 200° C per 20 minuti, prolungando la cottura se fosse necessario a farla ben dorare.
•    Servire fredda.

Read 3694 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi96
Ieri371
Total212749

Who Is Online

1
Online

29 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account