×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Monday, 18 February 2013 22:00

GHIBERTI Lorenzo ( 1378 – 1455 ) - “ Cattura del Battista “ ( 1417. Bronzo dorato, battistero di San Giovanni, Siena ).

Written by
Rate this item
(0 votes)


 

Una stanza porticata, che si allunga in prospettiva su più piani, fa da sfondo alla scena del Battista portato davanti ad Erode. Il re di Giudea è ritratto seduto sopra un piedistallo con decorazioni a girali di foglie d'acanto (un elemento decorativo all'antica già usato anni prima nel Sacrificio di Isacco) ed è vestito da soldato, con l'armatura e l'elmo. Con la mano destra indica il Battista alla donna seduta vicino a lui, Erodiade, mentre un gruppo di soldati tiene fermo il Battista che si infuria alzando le braccia e corrucciando il volto.

Il movimento e la concitazione della metà destra è ottenuto ricorrendo a linee spezzate e diagonali, a differenza della posata metà sinistra in cui i gesti si svolgono lungo direttrici ortogonali. Innumerevoli sono i rimandi classici, dalla foggia delle armature alla forma delle decorazioni architettoniche. Come in altre opere di Ghiberti il rilievo è sapientemente modulato in diversi spessori, per accentuare l'espressività della scena e amplificare il senso spaziale. Alcuni dettagli puramente disegnativi testimoniano l'altissimo livello di rifinitura dell'opera, come il fregio a festoni e bucrani che corre sulla trabeazione delle arcate.

 

La Cattura è assimilabile stilisticamente agli ultimi rilievi della porta nord del Battistero di Firenze, soprattutto a scene come il Cristo davanti a Pilato. Il Battesimo invece mostra già un'evoluzione successiva più sintetica, riferibile alla nuova impresa della Porta del Paradiso.

Read 11445 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi298
Ieri416
Total213752

Who Is Online

1
Online

31 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account