×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Sunday, 06 January 2013 18:42

Immigrazione: in Italia aumentano gli stranieri titolari di alberghi e bar

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

 

Lo Sportello dei Diritti” ha da sempre sostenuto, dati alla mano, che l’immigrazione è un fenomeno che nonostante la perdurante crisi porta ricchezza anche in termini economici al Nostro Paese.
A conferma di questo, giunge anche uno studio dell'Anmil (Associazione Nazionale fra Lavoratori Invalidi e Mutilati sul Lavoro) sulla scorta dei dati Inail relativi al 2011.


In virtù di tale elaborazione statistica è stato possibile verificare che sono in aumento il numero degli stranieri che guidano impresa attive nel settore degli alberghi, dei bar e della ristorazione. Al primo posto, si trovano i cittadini cinesi, che occupano la quota del 33% tra tutte le imprese condotte da immigrati.
Un settore che nonostante la crisi muove un giro d'affari pari al 10% del nostro Pil e occupa oltre 2 milioni di lavoratori: 800mila direttamente, le altre nell'indotto. Le imprese distribuite sul territorio nazionale sono circa 300.000, il 50% al Nord, il 22% al Centro, il restante 28% al Sud e nelle Isole.
L’indagine ha rivelato che sono circa 270 mila gli stranieri che lavorano nel settore, costituendo un terzo di tutta la forza lavoro impiegata. Un dato particolarmente interessante è che ben il 60% sono donne.
Venendo ai territori, è la Lombardia la regione con il maggior numero d’imprese gestite da immigrati con circa un quarto degli alberghi o dei bar, il Lazio il 12% e il Veneto l'8%.
Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” condivide l’assunto secondo cui tale tendenza sia connessa con i costi economici e la necessità di un impegno di lavoro prolungato nella gestione di un esercizio pubblico, che trova nelle comunità straniere una maggiore disponibilità ad avviare un'attività a diretta gestione familiare con il conseguente notevole risparmio di costi.

 

 

Giovanni D'Agata

Read 733 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi116
Ieri663
Total208073

Who Is Online

3
Online

20 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
08 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Francesca Romana Cillo, 42 anni, insegnante precaria di storia e filosofia, sebbene già abilitata e con un concorso alle spalle. Vive a Lecce, ma l'unica cosa che ama di questa città è la squadra di calcio, di cui ...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account