×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 77

Wednesday, 12 December 2012 15:09

Masolino da Panicale "Predica di San Pietro"

Written by
Rate this item
(0 votes)


 

Masolino da Panicale ( 1383 – 1440 ) - “ Predica di San Pietro “ ( 1424 – 1425. Affresco, 260x88 cm. Chiesa di Santa Maria del Carmine, Firenze )

 

La scena della Predica si trova sulla parete di sfondo nel registro mediano, lato sinistro, confinante con il Tributo di Masaccio. Il racconto evangelico di riferimento è quello di san Pietro che si mette a predicare alla folla dopo la Pentecoste, esortando il popolo al battesimo. In questa scena, come nella Predica, Pietro è raffigurato solo, mentre nel testo evangelico egli era in compagnia degli altri apostoli: questa scelta sottolinea fortemente il suo primato e la sua personificazione con la Chiesa intera. Masolino eseguì l'affresco in otto giornate e si ipotizza un aiuto di Masaccio nella pittura delle montagne dello sfondo, che si ricollegano a quelle del Tributo e che sono così diverse da quelle dipinte da Masolino in altre opere (come a Castiglione Olona), legate allo stile giottesco delle rocce spigolose. Pietro è raffigurato come un ardente oratore vestito alla romana (ricorda il San Giovanni di Giotto nella scena della Resurrezione di Drusiana nella cappella Peruzzi a Firenze). Egli si trova davanti a una folla mentre, con un gesto eloquente, fa una predica. Questa figura energica era stata in passato attribuita a Masaccio, ma il trattamento da miniatore dei riccioli della chioma e della barba, oltre ai volti miti e uniformi degli astanti, sono chiari segni dell'arte di Masolino. Le espressioni degli astanti sono le più varie, dalla dolce attenzione della monaca velata in primo piano, al torpore della fanciulla e del vecchio con la barba, fino al timore della donna in secondo piano, della quale si vedono solo gli occhi accigliati. Le tre teste di giovani dietro al santo sono probabilmente ritratti di contemporanei, come anche i due frati a destra, forse due carmelitani del convento del Carmine, e in passato erano pure stati attribuiti a Masaccio. Probabilmente solo le montagne sono di Masaccio, che sembrano proseguire dalla scena precedente del Tributo, e sono ben diverse dalle irte rocce spigolose tipiche di Masolino. Esse sono trattate come masse informi e gonfie, con un contorno sfumato da alberi e cespugli dipinti a secco.

 

Read 5907 times Last modified on Monday, 17 December 2012 09:22

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi25
Ieri385
Total213063

Who Is Online

3
Online

30 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account