×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Tuesday, 11 December 2012 10:41

SCUOLA CHE... DISASTRO... e a PAGARE sono solo le FAMIGLIE

Written by
Rate this item
(2 votes)

Riportiamo fedelmente quanto espresso dal Coordinatore del Movimento Popolari Liberali di Salice Gianpiero Manno

 

 

scuola che… DISASTRO…

E   A pagare sono solo… le FAMIGLIE

  

Innanzitutto la vecchia-nuova amministrazione ha aumentato tutto: IRPEF e IMU al massimo; servizi a domanda per cittadini vivi e morti; hanno incassato i soldi della lottizzazione del cimitero e, dopo un anno, i lavori devono ancora cominciare; hanno tenuto chiuso il cimitero durante il periodo di commemorazione, dei defunti perché non avevano soldi, e, come affermato dal Sindaco in un comizio effettuato durante la messa per i defunti al cimitero, preferiva risparmiare per sistemare la caldaia della scuola; hanno aumentato il buono pasto ed il trasporto del pulmino pur di far cassa. Solo aumenti per tutte le famiglie.

 

Il freddo da noi è arrivato da giorni e nella scuola di via Roselli, dove sono accorpate materne ed elementari il riscaldamento non è ancora partito, o meglio parte a giorni alterni, eppure per legge prevedeva l’accensione dei caloriferi dal 15/11/2012. 

Pensare che, nel desolato refettorio, i nostri figli devono mangiare al freddo, e che tutto il giorno devono stare con i giubbotti….

 

E’ UNA VERGOGNA!!!

 

Questo succede solo a Salice, possibile che Sindaco e Dirigente scolastico non sapessero del problema, visto che dalla fine dell’anno scolastico tutti i genitori erano a conoscenza della caldaia che non funzionava? 

Lavoro nella scuola e prima che inizi l’anno scolastico facciamo sempre il monitoraggio della situazione dei  plessi per non farci trovare impreparati secondo le esigenze scolastiche. 

 

E allora, Dirigente scolastico, responsabile per la sicurezza, Presidente del Consiglio d’Istituto, RSL e RSU, responsabili di plesso e lavoratori, per quanto riguarda l’istituzione scolastica, non sapevano niente? 

E ancora, Sindaco, assessori (tra tutti lavori pubblici e istruzione), maggioranza e ufficio tecnico, per quanto riguarda l’amministrazione, rimangono indifferenti del fatto che i bambini di 3 e 10 anni stanno al freddo? 

 

VERGOGNA, a causa della loro incapacità “amministrativa”, sono colpiti i bambini!!!

 

Caricano tutto sui genitori e sui bambini, i genitori pagano le tasse ( e che tasse!!!) ma il riscaldamento per i loro figli non parte; i genitori pagano l’aumento del pulmino e, anziché usufruirne per sei giorni, ne usufruiscono per cinque. Questo perchè il Dirigente Scolastico ha previsto il rientro “coattivo” il mercoledì e il Sindaco, da parte sua, non sente la necessità di garantire il pulmino nella giornata del mercoledì quando i bambini rientrano alle 15,15 ed escono alle 18,15.

 

Così mentre i bambini di 5^  fruiscono del pulmino il sabato, i bambini di 1^ 2^ 3^ e 4^, che avrebbero fruito del pulmino il sabato, ora con il rientro pomeridiano, il mercoledì non ne fruiscono. 

Dopo il danno dell’aumento del costo del pulmino, la beffa di fruirne un giorno in meno e dover portare a loro spese i bambini a scuola il mercoledì pomeriggio. E’ SCANDALOSO…

 

Premesso che vorrei sapere a chi giova l’orario scolastico del rientro il mercoledì? E con questo freddo la sera i bambini possono rimanere in aula? E, vorrei ricordare a tutti, visto quanto sta accedendo, che le aule di via Roselli sono per 17 alunni e ci stanno fino a 26; che le sezioni della materna dovevano essere solo 2 per i bagni insufficienti e sono 3; che un’aula di via Valente viene adibita ad archivio del comune senza essere a norma e con i rischi connessi e senza aver coinvolto nella decisione il Consiglio d’Istituto; e, infine, chiedo il sistema antincendio di via Roselli e di via Valente funziona?

 

Però gli amministratori le loro indennità, al doppio di quanto dichiarato al comizio dal Sindaco, le hanno incassate regolarmente………….

 

Avevo denunciato che ci avrebbero portato al “fallimento” e che alla futura amministrazione sarebbe toccato il compito, come per l’amministrazione Scandone, di pagare i debiti; è successo, che fossero gli stessi ad amministrare, e allora non devono piangere lacrime di coccodrillo per il fatto di essere pieni di debiti, visto lo sperpero di denaro pubblico fatto da loro negli ultimi 5 anni.

 

Ai genitori comunico che il movimento è a disposizione per segnalare i vari problemi scolastici e che, per il rientro pomeridiano del mercoledì, si sta facendo una raccolta firme per chiederne l’abrogazione presso la nostra sede in Piazza Pace,  o chi fosse interessato può rivolgersi direttamente o contattando il sottoscritto.

 

Il Coordinatore del Movimento Popolari Liberali di Salice  Gianpiero Manno

 

Read 1192 times Last modified on Wednesday, 12 December 2012 13:01

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi204
Ieri597
Total254494

Who Is Online

6
Online

20 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account