×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 96

Sunday, 02 July 2017 10:09

Modena Park, il concerto dei record Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

"Qui si fa la storia" è questo il grido con cui 220 mila persone , l'1 Luglio 2017 si apprestavano a partecipare a quello che sarebbe stato uno tra i concerti più grandi di sempre.
Modena Park diventa così il concerto con più paganti al mondo, entrando di prepotenza nella storia della musica mondiale. Una carriera lunga 40 anni, quella di Vasco, ripercorsa da oltre tre ore e mezzo di grandi successi. Il concerto dei record, così come è stato definito, ha fatto vivere a chi c'era un susseguirsi di emozioni. Vasco dopo essere arrivato a Modena Park accompagnato da un elicottero, debutta su uno dei palchi più grandi di sempre (quasi 150 metri) con "Colpa d'Alfredo" ( in cui è presente un riferimento a Modena Park) per poi proseguire sulle note di "Bollicine", "Anima fragile", "Ogni volta", "Rewind" (durante la quale è andato in scena un flash mob in cui tutte le donne hanno tolto i loro reggiseni con la scritta "fammi godere" per poi sventolarli per aria), "Sally", "Liberi liberi", "Vivere" e tanti altri capolavori che hanno fatto la fortuna del Kom (ne sono stati eseguiti 39 in tutto). Negli interludi si sono poi esibiti due chitarristi storici della band di Vasco: Maurizio Solieri e Andrea Braido. Ha preso parte alla serata anche Gaetano Guerrieri frontman degli stadio che ha introdotto e suonato al pianoforte "Anima fragile".
Naturalmente, a concludere la serata non poteva di certo non mancare la sua amatissima "Albachiara", accompagnata da un grande spettacolo pirotecnino e una promessa: "Alla prossima".

Read 873 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi257
Ieri565
Total211093

Who Is Online

4
Online

25 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account