×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2688

Wednesday, 24 May 2017 08:39

Intervista a Mimino Leuzzi - Consigliere di Opposizione e candidato nella lista "Uniti per Salice"

Written by
Rate this item
(0 votes)

Cosimo Leuzzi, 56 anni, funzionario provinciale. Candidato con la lista “Uniti per Salice”.

Si presenti, cosa la porta in politica?

Io sono in politica da tempo. Se per politica si intende interessarsi del bene comune, allora, sono in politica da diversi anni. Se, invece, per politica si intende amministrazione ho amministrato per pochi anni e nella maggior parte dei casi sono stato all’opposizione.

Molti anni fa sono stato segretario del Partito Socialista Italiano, ma dal 2001 non ho più tessere di partito. Questo perché sono un po’ nauseato da tutto ciò che ha rappresentato la politica negli ultimi 15/20 anni.

Guardando a Salice, invece, c’è solo da mettersi le mani nei capelli. Non c’è sviluppo, non c’è pianificazione. Si scontano gli errori politici fatti in passato, come le divisioni.

Ha parlato di errori. Quali sono, secondo lei, i principali errori compiuti da questa amministrazione?

Non c’è una questione della quale non si possa parlare di fallimento. A partire dalla normale amministrazione. Non sono stati in grado di intercettare finanziamenti, ad esempio, molte volte Salice non ha nemmeno presentato richiesta.

Ha detto “non sono in grado”, queste incapacità sono politiche o tecniche? Qualora vincesse le elezioni come interverrebbe?

Sono tecniche e politiche. Sul piano tecnico, la riorganizzazione degli uffici e dei servizi è uno dei nostri cavalli di battaglia. Questo riguarderà tutti gli uffici, perché sono tutti importati. Infatti, ci sono carenze organizzative e di gestione.

Quali sono le sue ambizioni?

Non ho particolari ambizioni di ruolo. Ho messo a disposizione la mia esperienza e darò una mano alla lista, inoltre, sono convinto che ci sia bisogno del giusto connubio tra i giovani e i meno giovani.

Parliamo del bilancio del Comune di Salice.

Il bilancio è disastrato. Di recente la Corte dei Conti ha bacchettato il Comune di Salice. In quella deliberazione, la Corte fotografa la situazione del nostro Comune mettendo in evidenza le incapacità dell’attuale amministrazione. Questo non lo dico io ma lo dice la Corte: “Quando il fenomeno assume dimensioni rilevanti e reiterate in più esercizi finanziari, è presumibile che gran parte dei debiti fuori bilancio sia riconducibile alla incapacità di porre in essere una corretta politica di programmazione e gestione finanziaria delle risorse e delle spese, alla possibile sottostima degli stanziamenti di bilancio rispetto alle effettive necessità di spesa, ovvero al fine di garantire i vincoli del pareggio e degli equilibri interni.”. Inoltre, la Corte ha disposto la “…tempestiva comunicazione all’organo consiliare…”, solo che la deliberazione è datata febbraio, mentre il Consiglio Comunale è stato fatto a fine Aprile.

Manutenzione e lavori pubblici.

Hanno contratto un mutuo di 500 mila euro per il rifacimento del manto stradale, appesantendo ulteriormente le casse del comune per poter fare bella figura per la campagna elettorale. Sperando di prendere in giro le persone, proprio come si faceva nel medioevo politico.

Cosa pensa del candidato sindaco avversario?

Per mia natura ho sempre rispettato gli avversari politici. L’unica cosa che ho da dire è che: non possiamo permetterci il lusso, di far svolgere le funzioni di sindaco a una persona che dichiara di cominciare a capire come funziona la macchina amministrativa. Salice non può perdere ulteriore tempo. Salice ha bisogno di gente che conosca a menadito il funzionamento di tutta la macchina amministrativa, ha bisogno di gente capace e competente.

Appello elettorale

La nostra è una lista che dispone tra le proprie fila persone molto competenti. Ho accettato ancora questa sfida a 56 anni, voglio vincere le elezioni e con un progetto serio, come quello che stiamo portando avanti, ce la possiamo fare.

Read 417 times Last modified on Monday, 29 May 2017 09:20

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi455
Ieri691
Total257462

Who Is Online

4
Online

24 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account