×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2683

Saturday, 13 May 2017 21:47

Festa della Mamma, le mamme più famose della letteratura

Written by
Rate this item
(0 votes)

La Festa della mamma è quel giorno dell’anno in cui la figura della madre viene universalmente celebrata: nonostante, in epoca contemporanea, questa festività affondi le sue radici tra la fine dell’800 e i primi decenni del ‘900, già le società politeiste avevano istituito una giornata simile alla nostra. Furono gli antichi greci a dedicare una giornata alla loro genitrice, quella che corrispondeva alle celebrazioni in onore di Rea, la madre di tutti gli Dei. In questo giorno speciale, dedicato a persone cosi importanti non si possono certo dimenticare le mamme, che in letteratura, non solo hanno fatto la storia, ma sono state anche d’esempio. Vi sono infatti personaggi di libri e racconti che sono rimasti nel cuore di tutti i lettori, tra queste:


La Signora Bennet, “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen, la classica mamma invadente e un pò chiacchierona che non riesce a far altro che fantasticare sui matrimoni delle figlie, ma allo stesso tempo un modello di madre innovativo, nettamente in contrasto con gli esempi dell’epoca;

 

Margaret Curtis March, “Piccole donne” di Louisa May Alcott, mamma di quattro figlie si trova sola ad allevarle mentre il marito, Robert, è al fronte. Grande esempio di forza, coraggio e saggezza, oltre che dimostrazione del fatto che una madre può fare anche da padre. Il prototipo di una madre che non solo ama profondamente le sue figlie, ma le ascolta, fornendo loro se necessario consigli aiutandole cosi ad affrontare i problemi che la vita ci mette davanti.

 

Non tutte le mamme della letteratura sono esempio di bontà e amore, al contrario ve ne sono alcune famose per la malignità che le contraddistingue. Tra queste svettano su tutte due figure della letteratura passata:


Medea, presentata in diverse opere dell’antichità, ma la più famosa rimane l’omonima tragedia di Euripide. Innamoratasi perdutamente di Giasone, il condottiero degli Argonauti. Diversi anni dopo il matrimonio sarà abbandonata dallo stesso Giasone e presa dalla disperazione, per vendicarsi dell’amore tradito, ucciderà i figli avuti con lui;

 

Gertrude, la madre di Amleto, protagonista della celebre tragedia shakespeariana. La donna solo un mese dopo la morte di suo marito, il re di Danimarca, sposa suo cognato Claudio, che precedentemente aveva ucciso con l’inganno proprio il padre di Amleto per impossessarsi del trono. 

 

Queste poche figure non potranno certamente definire ciò che è realmente una madre perchè come si potrebbero trovare le parole adatte per descrivere un amore cosi smisurato, incondizionato e senza tempo? Quel legame, che a differenza di altri, non è caratterizzato da regola alcuna.
Quello stesso legame in cui il cordone che tiene uniti madre e figlio viene si tagliato alla nascita, ma alla fine non si spezza mai.

 

Read 748 times Last modified on Sunday, 14 May 2017 00:41

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi76
Ieri577
Total211489

Who Is Online

2
Online

26 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account