×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2668

Friday, 10 February 2017 09:49

Ospedale Galateo: incuria e segni satanici

Written by
Rate this item
(0 votes)

Sappiamo tutti che Lecce gode di una fama internazionale per le strutture in barcocco, le antiche chiese e gli anfiteatri romani; ma molte strutture piu' recenti, risalenti agli anni 30 sono nell'abbandono piu' totale, accessibile per chiunque e per lo più fatiscenti e quindi pericolose.

Una di queste è proprio l'antico ospedale "Galateo", un' imponente struttura che, in anni passati, ha ospitato migliaia di pazienti fino al giorno della sua chiusura.

La grande scalinata, le vetrate, le fontane e il grandissimo parco sembrano ormai ricordi lontani e semidistrutti da un incendio abbastanza pericoloso che ha procurato una serie di difficolta ai vigli del fuoco;

Dopo quell'episodio il nulla piu' assoluto ha avvolto la struttura. Oggi l' ex ospedale non è altro che un ricovero per gatti, senzatetto e drogati ma, negli ultimi giorni, si è scoperto che c'è di piu': all' interno della struttura si nascondo segreti impensabili, orribili e tetri.

Quel che era un centro sanitario, oggi è divenuto un vero e prorio luogo da incubo. La cosa piu' terrificane si trova sul pavimento dell' atrio centrale dove è stata ritrovato il disegno di una stella a cinque punte rovesciata come insulto a Dio, inscritta in un cerchio e disegnata con dello spray nero, simbolo per eccellenza dei satanisti. Non sono questi gli unici segni che fanno pensare che, tra le mura dell'edificio, vengano effetuati dei riti satanici, messe nere per ridicolizzare il Cristianesimo.

Ovunque si guardi si leggono scritte, nere su bianco, bestemmie, croci invertite, i classici "666" oppure " benvenuti all'inferno" . L' unica consolazione in questo orribile e triste scenario sta sull' assenza di resti di animali sacrificati.

Tanta gente ha provato ad attirare l' attenzione sull' ex sanatorio ma sono solo andati a sbattere contro ad un muro di indifferenza e d'incuranza verso ciò che potrebbe essere o nascere in quell' edificio, struttura già pericolosa per il pavimento traballante e mura fatiscenti.

Read 611 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi177
Ieri579
Total196581

Who Is Online

1
Online

29 September 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circonda...
08 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Francesca Romana Cillo, 42 anni, insegnante precaria di storia e filosofia, sebbene già abilitata e con un concorso alle spalle. Vive a Lecce, ma l'unica cosa che ama di questa città è la squadra di calcio, ...
02 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Eduarda Ferreira, una studentessa di giurisprudenza, 21 anni, brasiliana, che ci racconta com'è la situazione nello stato di San Paolo, dopo quasi cinque mesi di quarantena. Buona lettura!  by Denise Colletta ...
01 September 2020
Cartoline non spedite
Il protagonista di oggi è Edoardo Liverani, un ragazzo torinese di 31 anni, cofondatore della startup Olivelab (design e produzione di lampade d'arredo), che si occupa di progettazione tecnica ed elettronica. Durante il lockdown aveva fatto a se ...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account