×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2677

Friday, 27 January 2017 17:28

Innocente in carcere trova sosia che lo scagiona Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

Uno si chiama Vincenzo Mundo, 46 anni di Bitonto (Bari), l’altro si chiama Riccardo Antonio Corsini, 45 anni di Bari, quello che hanno in comune è solo una marcata somiglianza estetica. Poi succede che tra realtà e finzione non ci sia più distinzione. E come se fossimo nel film “Johnny Stecchino” di Roberto Benigni avviene uno scambio d’identità, perciò il primo, un padre di famiglia innocente, è accusato di un reato che non ha commesso, e viene incarcerato al posto del secondo, che già si trovava in carcere per un’altra rapina.
La rapina nella gioielleria di Sannicandro risale al primo marzo 2016. In due erano a volto coperto, mentre Riccardo Antonio Corsini, l’unico a volto scoperto, viene fotografato dalle telecamere della videosorveglianza interna. Il bottino di 20mila euro accaparrato dagli altri rapinatori, costa all’ignaro Vincenzo Mundo, un arresto il 2 settembre scorso, e cinque mesi di carcere, grazie alle indagini dei Carabinieri, coordinate dal pm barese Fabio Buquicchio.  Durante la detenzione, a Bari, avviene per caso l’incontro tra i due, che sono scambiati per gemelli dagli altri detenuti. Nelle le scorse settimane, forse un grave senso di colpa o un rimorso di coscienza, ha convinto Corsini, il vero autore del colpo, a confessare, scrivendo una lettera al magistrato per scagionare l’innocente padre di famiglia accusato di un reato che non ha commesso. 
Corsini viene interrogato e si apre un procedimento nei suoi confronti. Il pm, aveva chiesto in apertura di udienza il proscioglimento dell’imputato Mundo, difeso dagli avvocati Nicola Quaranta e Massimo Roberto Chiusolo, e la sua immediata scarcerazione. Il tribunale però, in merito alla richiesta di immediata remissione in libertà, ha preferito richiedere una perizia antropometrica rinviando al 9 febbraio. A volte ciò che ti inchioda è proprio quello che può anche salvarti. 

Read 939 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi263
Ieri565
Total211099

Who Is Online

4
Online

25 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account