×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Monday, 05 September 2016 07:10

Oleificio... un patrimonio perso.

Written by
Rate this item
(0 votes)

Un altro pezzo di storia del nostro paese viene meno.

L'Oleificio Cooperativo costituito da produttori olivicoli locali nel 1967 e che conta 540 soci con circa 8000 Q.li di olive lavorate ogni anno e con una produzione di olio ch supera i 1000 Q.li non è più di proprietà della comunità salicese in quanto svenduto per pochi migliaia di euro.

 

Tantissimi coltivatori diretti che per anni hanno conferito le olive nell'oleficio dove ogni coltivatore era diventato socio oggi alle porte della campagna olearia non sapranno dove portare il prodotto.

 

Un prodotto che nel nostro territorio sarà di ottima qualità e chiedo come mai nessuno ha parlato di questo problema, chi sapeva, se vi erano dei problemi perchè non gli ha fatti emergere?

Credo che qualche responsabile della comunità salicese come l'Assessore di competenza poteva o non poteva fare qualcosa affinché quell'oleficio potesse rimanere nelle mani di quei tantissimi contadini che lo hanno portatato avanti.

 

Che garanzie avranno i tanti coltivatori e la comunità salicese tutta da una nuova gestione privata che farà solo ed esclusivamente i propi interessi?

Quali garanzie ci da un'Amministrazione assente che gestisce il nostro paese in solo 2 ore?

 

Il Consigliere di Opposizione

      Gaetano Ianne

Read 978 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi571
Ieri597
Total254861

Who Is Online

1
Online

20 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account