×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 71

Print this page
Sunday, 29 May 2016 16:18

Al via allo sfratto, Salice senza Carabinieri

Written by
Rate this item
(0 votes)

Una vecchia questione, che periodicamente si ripropone, quella relativa alla Caserma dei Carabinieri di Salice Salentino.

Tutto ha inizio quando il sig. Quarta, proprietario dello stabile adibito a caserma al piano terra e ad alloggi per gli stessi militari al primo piano, ha chiesto, a suo diritto, l’adeguamento del canone di alloggio dalla somma di 14.046,16 a 20.050,00.

Al rifiuto da parte del Ministero, con l’intimazione di non poter confermare neanche il vecchio canone e di poter offrire al massimo la somma di 11.939,24 che altro non è che la riduzione del 15% del vecchio canone in applicazione della Legge n°. 135/2012.

Alla data odierna, il sig. Quarta percepisce un canone di alloggio extracontrattuale di 1939,24 € essendo il contratto scaduto ed avendo ottenuto giuridicamente il provvedimento di sfratto.

Pur percependo un canone che non rispetta assolutamente i parametri di mercato il Sig. Quarta non ha voluto sin ora privare i suoi concittadini di un così importante presidio sul territorio dando il via a vari incontri con la Prefettura e l’Amministrazione Comunale.

Quest’ultima ha effettuato per ben quattro volte la promessa, con puntuale retromarcia, di auto tassarsi  per coprire l’ammanco e dunque portarlo 11939,24 € a 14.046,16 €,  valore del vecchio contratto.

Ogni qualvolta il Signor Quarta ritirava l’ingiunzione di sfratto gli amministratori venivano meno agli impegni presi col proprietario dell’immobile e con la cittadinanza facendo riferimento ad imprecisati impedimenti legislativi.

Il 15 giugno 2016 il signor Quarta procederà ancora una volta allo sfratto in quanto l’annosa questione non di sua responsabilità, che per tutti questi anni è rimasto in attesa che venissero mantenute le promesse delle istituzioni e nello specifico dell’attuale Amministrazione Comunale.

L'Associazione Itaca e tutta la cittadinanza che più volte a lei si e rivolta vuole risposte da questa Amministrazione. Promesse continuamente disattese e ancora peggio, dopo il 15 giugno, chi garantirà  la sicurezza in questo paese? In questi anni abbiamo vissuto vari drammi dovuti all’incompetenza ed al disinteresse di questa Amministrazione, dobbiamo anche questa volta rassegnarci al nulla più assoluto?

 

 

Il Direttivo di Itaca

Read 1467 times Last modified on Sunday, 29 May 2016 17:55

Associazione Culturale Salic'è.

Testata Giornalistica Salic'è l'Espressino Quotidiano

https://plus.google.com/107487753267520857467

www.sali-ce.it

Latest from

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account