×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2677

Thursday, 10 March 2016 00:41

Anche in Italia l'insalata «Iceberg» tutto l’anno come in Israele e in Arizona Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

Se si pensa ad un'innovazione difficilmente si pensa ad un'insalata. Eppure anche in questo settore l'innovazione può fare la differenza.

Agronomia, una società bergamasca (quotata in Borsa dal 2014) specializzata nella produzione e commercializzazione di insalate di IV gamma, ossia le insalate in busta che troviamo sugli scaffali del supermercato, pronte da consumare, attraverso la stabilimento Jentu (che si trova a Guagnano, in provincia di Lecce) porta avanti una scommessa per acquisire nuove quote di mercato (i ricavi di Agronomia a giugno 2015 si sono attestati a 9,5 milioni di euro).
La società riesce a garantire la produzione di lattuga iceberg in Italia per 12 mesi l’anno. Forse non è noto ai più, che questo tipo di insalata non ha vita facile nel nostro Paese. Il mercato italiano, nei periodi con picchi molto caldi e molto freddi, si rivolge all’estero per la reperibilità questo prodotto. Ma, in Agronomia, a partire dal 2014, si è deciso di portare avanti la sperimentazione nello stabilimento pugliese. Guglielmo Baggi, responsabile per le coltivazioni di Agronomia, spiega: «L’iceberg è tra le lattughe più richieste, ma anche tra le più sensibili. E la capacità raggiunta da Agronomia consentirà un aumento della produzione annuale di iceberg».

 

 

Read 915 times Last modified on Thursday, 10 March 2016 12:12

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi169
Ieri582
Total208708

Who Is Online

4
Online

21 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account