×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2678

Saturday, 13 February 2016 19:04

Rugby, caffè e schedine

Written by
Rate this item
(0 votes)

Io ed i miei amici spesso ci ritroviamo  al bar come ormai accade da diversi anni a questa parte, dopo aver sfogliato il giornale sportivo e mentre gustiamo il caffè l’ argomento ricade sulla nostra materia preferita: ilRUGBY. Prendiamo in considerazione tutto quello che siti, giornali o voci di corridoio riportano. In particolare entriamo in fermento durante i periodi di finali di campionato e sei nazioni per non parlare di quando arrivano i mondiali. La nostra mente spazia da campionati di serie C,B, Eccellenza e Pro12 fino all’ ultimo dei campionati esteri. Durante il sei nazioni se è possibile ci riuniamo, cerchiamo di guardare le partite insieme, come stiamo cercando di fare adesso con i mondiali, ma in realtà il meglio di noi lo diamo nell’ immaginare i risultati, miriadi di numeri sparati come se fossimo dei matematici alle prese con formule impossibili da risolvere. Quando cerchiamo di mettere su carta (giocando le schedine, non tantissime) ognuno di noi la pensa in maniera differente infatti c’è chi sostiene la tesi del  POCHI MA BUONI, giocando tutti i risultati più probabili, c’è chi pensa IO AZZARDO, colui il quale si destreggia tra risultati fissi, partite impossibili e handicap numerici devastanti. Poi ci sono quelli come definiti I FOLLI, che tra i risultati più semplici esagerano, giocando il quasi impossibile pareggio nel rugby; quando il rarissimo pareggio viene fuori puntualmente è sbagliato il 90% della schedina. Devo ammettere che il caffè con i miei amici è davvero una delle parti più divertenti della giornata, in particolare quando Liliana ( la mia ragazza) è con noi e ci scruta come fossimo alieni provenienti da un altro pianeta mentre discutiamo molto animatamente. Vorrei dedicare questo breve articolo scritto nell’ intervallo di Italia-Canada a tutti i miei amici invitandoli al bar domani mattina (come ogni mattina).

Read 1253 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi73
Ieri570
Total195898

Who Is Online

1
Online

28 September 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circonda...
08 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Francesca Romana Cillo, 42 anni, insegnante precaria di storia e filosofia, sebbene già abilitata e con un concorso alle spalle. Vive a Lecce, ma l'unica cosa che ama di questa città è la squadra di calcio, ...
02 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Eduarda Ferreira, una studentessa di giurisprudenza, 21 anni, brasiliana, che ci racconta com'è la situazione nello stato di San Paolo, dopo quasi cinque mesi di quarantena. Buona lettura!  by Denise Colletta ...
01 September 2020
Cartoline non spedite
Il protagonista di oggi è Edoardo Liverani, un ragazzo torinese di 31 anni, cofondatore della startup Olivelab (design e produzione di lampade d'arredo), che si occupa di progettazione tecnica ed elettronica. Durante il lockdown aveva fatto a se ...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account