Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.sali-ce.it/home/templates/modern_flavor/vertex/responsive/responsive_mobile_top_bar.php on line 50
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Venerdì, 28 Agosto 2015 13:31

IL CHIOSTRO DEL CONVENTO “MADONNA DELLA VISITAZIONE”

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)

Il Convento dei Frati Minori Francescani dedicato alla “Madonna della Visitazione” fu costruito nel 1587, per opera di Giovanni Antonio Albricci, Signore, di Salice su quella che era una piccola chiesetta dedicata a Santa Maria del Soccorso. Appartenuto per tre anni ai padri Osservanti, dal 1587 al 1590, e poi passato ai padri Riformati, fu completato nel 1615 con la costruzione di tutti gli ambienti del piano terra. e l’unica ala allora già edificata del piano elevato, ultimato in seguito per volontà degli Albricci.

 

convento2.jpg

 

 Esso, pur essendo stato rimaneggiato più volte nel corso dei secoli, conserva tratti evidenti di gusto rinascimentale. Al piano terra si può ammirare un meraviglioso quadriportico sul quale si affacciano le piccole finestre delle celle e quelle grandi dei corridoi. Esso si apre in cinque arcate a tutto sesto e presenta  20 colonne con capitelli in stile dorico. Al centro, è presente un caratteristico pozzo; dietro le arcate, si susseguono le campate a crociera con le loro chiavi,  impreziosite ciascuna da un bocciolo. Tra il 1668 e il 1773 padre Giuseppe Meo fece affrescare l’intero portico del chiostro. I dipinti che ne adornavano le pareti interne furono completamente coperti fra il 1969 e il 1978, da uno strato di calcina, per iniziativa di padre Bernardino Patera poiché fortemente degradati dall’umidità.

convento3.jpg

 

Oggi, possiamo ammirare gli affreschi che un tempo ricoprivano le campate e il chiostro completamente restaurato e inaugurato nel corso dello scorso luglio 2015, grazie ad un finanziamento Fers, voluto dall’Amministrazione Tondo.

convento4.jpg

 

È oggi possibile visitare il chiostro del Convento su prenotazione rivolgendosi al 328/0872532.

 

 

Letto 8319 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Silvia Grasso

Laureata in Educatori Socio-Ambientali presso la Facoltà di Scienze della Formazione e Specializzata in Sociologia e Ricerca Sociale, presso la Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio.

Si interessa di turismo ed esercita da breve tempo l’attività di Assistente Turistico come libera professionista.

Innamorata della sua terra e sempre alla scoperta di nuovi luoghi interessanti dal punto di vista storico-culturale, si dedica spesso ad attività di ricerca e di ricostruzione degli aspetti antropologici, culturali e sociali del suo territorio.  I suoi hobbies sono la danza, in particolare la Pizzica e l’equitazione.

È spesso  impegnata anche in attività di volontariato.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi66
Ieri420
Questa Sett.709
Questo Mese9712
Totale1302178

Mercoledì, 23 Agosto 2017 08:12

Chi è on line

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online