×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Wednesday, 14 November 2012 11:09

Legge di stabilità: sgravi alle famiglie e niente Irap per le mini imprese

Written by
Rate this item
(0 votes)

La legge di stabilità cambi (di nuovo).L'impatto dei partiti ha rivoluzionato le basi del provvedimento studiato dal governo: via la franchigia (che avrebbe pesato sulle famiglie con redditi medio-bassi), stop al tetto alle detrazioni. Addio al calo dell'Irpef. In compenso l'Iva rimarra al 10% per l'aliquota più bassa, mentre aumenterà dal 21 al 22% quella più elevata. In extremis entrano nell'emendamento anche altre misure, che rendono il provvedimento più progressivo (cioè più leggero per le famiglie più povere) e alleggeriscono il carico fiscale in base al numero dei figli.

Dopo correzioni e cambi di rotta, le misure sembrano definitive, anche perché il governo ha posto la fiducia sulla legge di Stabilità.

 

FAMIGLIE - Poco meno di un miliardo di euro è stato messo a disposizione per le famiglie. L'obiettivo è aumentare i contributi alle famiglie con figli. Cambiano, quindi, le detrazioni per i carichi familiari: per i figli con più di tre anni si passa da 800 a 900 euro. Per quelli che hanno meno di tre anni da 900 a 1080 euro. Vantaggi più consistenti per le famiglie con due figli a carico e redditi inferiori ai 30 mila euro l'anno. Le deduzioni, secondo un progressività piuttosto accentutata, tendono a diminuire con l'aumento del reddito.

             

IMPRESE - Non solo tagli. Tra le ultime modifiche introdotte ci sono due misure che mirano ad alleggerire il carico fiscale delle imprese. La prima riguarda la produttività: oltre al miliardo e 600 milioni già previsto, arriveranno altri 800 milioni tra il 2014 e il 2015. Resta però l'incognita dell'accordo tra imprese e sindacati, condizione essenziale per sbloccare i fondi. Tasse più leggere anche grazie al miliardo stanziato per ridurre l''Irap dal 2014. Le deduzioni per lavoratore dipendente salgono a 7.500 da 4.600 euro, a 13.500 da 10.600 le deduzioni per i lavoratori di sesso femminile e di età inferiore ai 35 anni. Nel caso di assunzioni nel Mezzogiorno, le deduzioni salgono a 15.000 e a 21.000 euro dai livelli attuali di 9.200 e 15.200.

 

Viene istituito un fondo, con una dotazione di 248 milioni nel 2014 e di 292 nel 2015, che mira a escludere dal pagamento dell'Irap i piccoli imprenditori che non hanno lavoratori dipendenti e che impiegano beni strumentali di valore non superiore a una soglia da determinare con uno specifico decreto attuativo.

 

IVA E IREF - L'ultima versione del testo conferma l'intesa raggiunta tra i relatori della legge e il ministro Grilli due settimane fa: Saltano il taglio dell'Irpef sui redditi fino a 28.000 euro, la franchigia di 250 euro su deduzioni e detrazioni e il tetto di 3 mila euro alle spese detraibili. Secondo i primi calcoli, franchigia e tetto avrebbero penalizzato soprattutto i redditi medio-bassi, con un effetto regressivo. Gli emendamenti tendono a riequilibrare la situazione. L'aliquota Iva resta ferma al 10% mentre l'aliquota ordinaria del 21% salirà al 22% dal mese di luglio del 2013.

Read 1505 times Last modified on Wednesday, 14 November 2012 11:33

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi120
Ieri416
Total213574

Who Is Online

1
Online

31 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account