×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Monday, 08 December 2014 18:09

PERSANO: "La mensa torni ad essere gestita direttamente dal Comune e ci lavorino giovani e mamme di Salice"

Written by
Rate this item
(6 votes)

 “A Salice si sta verificando un fatto gravissimo e nessuno, soprattutto qualche esponente delle forze politiche di opposizione, ha il coraggio di parlare!!!! 

 

Il problema per Cannoletta sarebbero solo le conseguenze per la revoca del servizio alla Ditta esterna e per Ianne, come ha detto nel suo comizio, la sanificazione dei locali nei plessi delle scuole?

Il problema è di tutt’altra portata ed è preoccupante che i consiglieri comunali di opposizione non siano intervenuti come loro dovere anche presso il Prefetto.

Nella mensa scolastica di Salice da quando il servizio è stato dato in appalto a ditte esterne si verificano gravi episodi, condimento dell’insalata con detersivo scambiato per olio durante l’Amministrazione De Mitri, ed ora, con l’amministrazione Tondo, vermi nella pasta e ragni nei piatti.

Quando ero assessore e poi vicesindaco nell’amministrazione dal 2002 al 2007 furono acquistati per la mensa nuovi arredi e tutti gli elettrodomestici e stoviglie necessari per far funzionare la mensa nel rispetto di tutte le leggi in materia di sicurezza ed igiene degli alimenti e dei locali.

In quegli anni furono adeguati i locali per la preparazione, il porzionamento e la somministrazione dei pasti ai bambini.

Mi preoccupai personalmente di far redigere il Manuale di Corretta Prassi Igienica e delle procedure previste dalla legge per prevenire i rischi (H.A.C.C.P.), il controllo quotidiano del servizio mensa fu affidato ad una professionista accreditata dal Ministero e dalla ASL di Lecce coadiuvata dal personale dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Salice.

Tutto ciò è obbligatorio per legge da parte della pubblica amministrazione che svolge un servizio di ristorazione collettiva come la mensa scolastica.

Sempre negli anni dal 2002 al 2007 nella mensa vi lavoravano mamme disoccupate di Salice, cuoche e aiuto-cuoca, e tutti i commercianti di Salice fornivano i migliori prodotti di qualità.

Il servizio mensa allora funzionava benissimo e mai si sono riscontrati problemi di alcun genere!!!

Poi con l’amministrazione De Mitri ed oggi con l’amministrazione del Sindaco Tondo il servizio mensa è stato dato in appalto a ditte esterne di Galatone e Mesagne con pessimi risultati e con maggiore spesa per il Comune e per le famiglie

È giusto che il Comune non dia più lavoro a persone di Salice?

È corretto che il Comune non controlli la qualità del servizio durante la somministrazione dei pasti?

È normale che nemmeno i consiglieri di opposizione facciano il loro dovere e parlino di questi problemi ed invece salgono sui palchi per parlare del nulla o solo dei voti che hanno preso?

Tutto ciò è vergognoso quando si tratta della salute dei bambini che nulla hanno a che fare con gli interessi politici della maggioranza e dell’opposizione

L’unica soluzione al problema non è evitare le proroghe a ditte esterne ma che sia il Comune a gestire la mensa direttamente facendo lavorare giovani e mamme di Salice e fornendosi dei generi alimentari dai commercianti di Salice per dare un pò di respiro all’economia salicese.

Il Responsabile Cittadino

                                                                                  Componente del Direttivo Provinciale

di FRATELLI D’ITALIA-ALLEANZA NAZIONALE

Dott.ssa Antonella PERSANO

Read 676 times Last modified on Monday, 08 December 2014 19:18

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi566
Ieri597
Total254856

Who Is Online

3
Online

20 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account