×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Wednesday, 05 November 2014 11:07

Svicat Vince a Ragusa

Written by
Rate this item
(0 votes)

Vince ancora la Svicat Lecce, e lo fa in casa del Padua Ragusa al termine di un match molto combattuto. Con Paolo D'Oria in panchina, Coach Peens affida le fasce a Luigi Maci e Fabio Pagliara, confermando Danilo Santillo in cabina di regia. Padroni di casa subito in vantaggio grazie ad un calcio piazzato, la Svicat riprende il gioco e, dopo pochi minuti, trova il pareggio grazie al piede destro di Coach Peens.

I siciliani provano a riportarsi in vantaggio ma è la Svicat a trovare la prima meta della giornata grazie a Fabio Pagliara, abile a raccogliere l'ovale da Santillo e a depositarlo oltre la linea di meta iblea (Peens non sbaglia dalla piazzola). Sul 3-10 la Svicat subisce trova ancora i tre punti con Peens prima di subire il ritorno dei biancoblu che rimettono in piedi il match prima con una meta e poi con un piazzato ben calciato da Giuseppe Iacono. Sul 13-13 però arriva la seconda meta di giornata: a realizzarla è Luigi Maci che, sevito magistralmente da Santillo, si produce in un coast to coast che gli consente di schiacciare l'ovale in mezzo ai pali. Peens non manca l'appuntamento coi 3 punti e

gianmarcoCapocciaSvicatSerieB.jpg

 primo tempo che si chiude sul 13-20.

Nella ripresa scende in campo una Svicat più incisiva che trova subito la meta con Giuseppe Cuscito (ancora a segno Peens dalla piazzola). Il Padua prova a reagire ma sono gli evergreen a mettere a segno la quarta meta del match con Dario Panaro, sugli sviluppi di una mischia. Sotto per 34 a 13, i siciliani affidano all'orgoglio la propria reazione, ma senza raccogliere frutti. Da segnalare l'esordio stagionale in prima squadra di Giacomo Civino e quello assoluto in Serie B di Gianmarco Capoccia. 

A fine partita, tutta la soddisfazione del D.G. Fabrizio Camilli: "Ringrazio i miei ragazzi per la bella prestazione. Bene tutti, da Santillo a Rapanà, passando per Cuscito e Panaro. Maci e Fabio Pagliara sono ormai una certezza, ma è tutto il gruppo che merita tutti i miei complimenti. Speriamo di poter contare nuovamente su capitan D'Oria e Talal Rathore: il loro apporto potrà essere decisivo nel corso della nostra stagione. Terzo posto? Il nostro futuro ora si chiama Catania. Pensiamo alla sfida di domenica senza fare calcoli".
-- 

Read 1165 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi80
Ieri560
Total210351

Who Is Online

3
Online

24 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account