×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 250

Saturday, 27 September 2014 10:44

“I RAGAZZI DELLA TERZA ETA”

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

Si avvisano i cittadini più...anziani, che Sabato 4 ottobre, alle ore 18,

 

in occasione della FESTA DEI NONNI,

 

sarà inaugurata in GUAGNANO alla Via Provinciale n. 230

 

l’apertura dell’Associazione Socio Culturale

 

“I RAGAZZI DELLA TERZA ETA”

 

alla presenza del Sindaco, Ing. Fernando Leone,

 

e di tutta l’Amministrazione  Comunale.

 

Ne è promotore  il popolare  “Mesciu Totino Resta”,

 

ex meccanico di precisione, famoso in Guagnano e fuori

 

per la sua rinomata “Clinica dell’Auto”.

 

Negli Anni ’70  ha diretto la locale RADIO ELLE

 

animando il paese con “liscio e canzoni popolari” in competizione

 

con RADIO  EXPRESS INTERNATIONAL   di Salvatore Maruccia.

 

 

 

Oggi Mesciu Totino è un “ragazzo ottuagenario”  dall’eterna chioma nera,

 

che non ha perso il suo stile di Latin Lover,  di Dandy impenitente,

 

amante del liscio e pluridecorato di coppe e targhe,

 

noto in... arte  come DJ ANTHONY.

 

Dal 2001 al 2013 ha fondato e diretto a Lecce

 

“l’Associazione Club della Terza Età”  in Via Marinosci 10,

 

con 110 soci iscritti. Ed era anche noto come

 

“Nonno Vigile” presso la scuola media “Q. Ennio” del capoluogo.

 

Oggi, con la sua passione  sempre fresca e ...giovanile,

 

ha allestito un SALONE di oltre 200 mq, elegantemente attrezzato

 

e messo a disposizione, gratuitamente,  di tutti coloro

 

che vorranno “ritrovarsi” la sera per non sentirsi soli.

 

Per maggiori informazioni  si prega di partecipare

 

la sera dell’inaugurazione.

 

 

 

 

POESIA PER LA FESTA DEI NONNI

di Antonio Calcagni

 

Se di mamma e papa la festa è già storia

 

Pure ai nonni  c’è oggi un giorno di gloria. 

 

Fissata il due ottobre  è la sua ricorrenza

 

Per festeggiar dei nonni l’antica sapienza.

 

Eppure all’albero nascono prima le radici 

 

Dopo il fusto con rami, foglie e frutti felici. 

 

I nonni d’una volta avevano molti nipotini

 

Perché i figli facevano nidiate di bambini;

 

Toccava ai vecchi fare da  mamma e papà

 

Quando mattino e sera andavan a lavorar. 

 

Allora i nonni erano pei nipoti una vera TV:

 

Cento storie  sapevano dire  e forse di più.

 

Ed erano d’aiuto a far i compiti fino a sera

 

Nei giorni d’autunno, inverno e primavera.

 

Non oggi che a scuola, appena mocciosetti, 

 

Stanno tutta la  giornata a  fare  i lavoretti;

 

Usano PC  e iPaid, sanno dire “thank You”,

 

“Good Morning” oppure  “How are you?”

 

Così soli e soletti se ne stanno  in disparte

 

Passando  il lor tempo a giocar con le carte,

 

O vanno a curare piante di rose in giardino 

 

Bevendo  ogni tanto  un bicchiere  di  vino.  

 

Ma s’è triste ai nonni viver senza emozioni 

 

Peggio staranno i nipoti senza  lor pensioni.

 

 

A cura del prof. ANTONIO CALCAGNI

 

Poeta e storico di Guagnano

 

 

 

 

 

Read 1270 times Last modified on Saturday, 27 September 2014 11:04

Antonio Calcagnì, è un docente in pensione da tre lustri.

Da circa vent'anni si occupa di dottrine religiose dell'area mediterranea e indogangetica, cui ha dedicato un "Trattato storico sul pensiero religioso, dalla preistoria all'Islam", ancora inedito. Dal 1980 ad oggi ha pubblicato diversi libri di poesie, alcune biografie di personaggi locali significativi (Lu 'Ngiuccu Furieri" e "Omaggio ad un Capopopolo"), poi due edizioni (2004 e 2011) della Storia di Guagnano e Villa Valdassarri. Infine "La Mia Antologia", 265 pp delle sue più belle e significative poesie scritte dal 1963 al 2013. Da questo momento si è dedicato a scrivere saggi e articoli, oltre che per Guagnano/Informa, anche per Sali-c'è; perciò a cominciare dal 1° Maggio  i lettori di Sali-c'è troveranno sul sito una rubrica personale specializzata in tematiche di dottrine religiose ma anche di grande interesse per la storia locale e dei paesi viciniori. I lettori di Sali-c'è ogni mese  troveranno tre saggi, o articoli, uno di varia cultura storico-umanistica o d'informazione attuale, altri due su dottrine religiose a partire dalla protostoria all'Islam, il cui fine non è solo quello di raccontarle e divulgarle, ma di desacralizzare i miti che stanno a loro fondamento, conducendo il lettore a ragionare sui contesti geografici, storici e sociali che li hanno prodotti o inventati. In fin dei conti, l'odierna umanità non vive nell'era della tecnologia avanzata, della globalizzazione e dell'informatica? 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi366
Ieri371
Total213019

Who Is Online

3
Online

29 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account