×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 76

Tuesday, 17 June 2014 13:58

1° EDIZIONE DEL TORNEO DEI RIONI

Written by
Rate this item
(2 votes)

Il TORNEO DEI RIONI, organizzato dall’ASS. CULT. EMOZIONI DEL SALENTO, coordinato da SILVIA GRASSO, MIRELLA CAPOCCIA e ASCANIO LEUZZI, con il PATROCINIO del COMUNE di Salice Salentino che ha messo a disposizione i locali comunali e della REGIONE PUGLIA, con la Collaborazione di Salic’è, Servizio Civile Nazionale, Amici delle Bocce, Proloco, AC San Giuseppe, Coro Pacem in Terris, Coro Don Mario Melendugno, USD SALICE, Amici del Presepe, Inter Club, Protezione Civile, Acsi, Ass. San Giuseppe, Ass. Carabinieri, Ass. Commercianti e Artigiani, Terz’Ordine Francescano, Caritas di ambedue le Parrocchie è stato creato allo scopo di “movimentare il paese” attraverso una serie di giochi che prevedono la sfida fra i RIONI: PUZZUNUEU (rosso), MARANGI (arancione), CURTI (blu), SANNÀ (giallo).

I Rioni si sfideranno in vari giochi: Bocce, Calcetto, Calcio a 11, Calcio Balilla, Ping Pong, ‘Nguzza, Tiro alla Fune, Corsa con i Sacchi, Acchiappa la Mela, Carriola e infine la CUCCAGNA e il TORNEO dei CAVALLI.

Il Torneo è unico: ogni squadra vincitrice darà il punto al suo Rione e questo si sommerà ai punti della propria squadra negli altri giochi, inclusi quelli del 29 GIUGNO. Trionferà il RIONE che avrà vinto più giochi, ottenendo il TROFEO FINALE. Ogni gioco, comunque, avrà le sue singole premiazioni.

Il Torneo è partito il 30 maggio 2014, con il Torneo delle Bocce, gestito dagli Amici delle Bocce, presso il Centro Polifunzionale, prosegue con il Calcetto e il Calcio a 11, presso il Campo Sportivo Comunale di Salice Salentino, in collaborazione con l’Ass. Sportiva USD SALICE.

Il Torneo di Calcetto, avviatosi il 10 giugno, ha registrato la partecipazione di 25 ragazzi, distribuiti fra i vari Rioni.

La prima partita, disputatasi il 10 giugno ha visto sfidarsi PUZZUNUEU contro CURTI, decretando la vittoria dei CURTI. La seconda, avuta luogo l’11 giugno scorso, ha registrato la vincita del rione SANNÀ contro il rione MARANGI. Il 12 giugno, la squadra vincitrice fra MARANGI e CURTI è stata appunto MARANGI.

Le prossime partite per il Torneo di CALCETTO avranno luogo presso il Campo Sportivo Comunale:

-Lunedì 16 giugno, alle ore 18.30

PUZZUNUEU vs SANNÀ

-Martedì, 17 giugno, ore 18.30

CURTI vs SANNÀ

-mercoledì , 18 giugno, ore 18.30

MARANGI vs PUZZUNUEU

Il Torneo di Calcio a 11 è iniziato mercoledì, 11 giugno ed ha visto sfidarsi PUZZUNUEU contro SANNÀ, decretando la vittoria del Rione PUZZUNUEU.

Il 12 giugno scorso si sono invece scontrati CURTI e MARANGI. La partita si è chiusa con la vittoria dei MARANGI.

Ecco il CALENDARIO delle partite che si terranno presso il Campo Sportivo Comunale:

-LUNEDĺ, 16 GIUGNO, ORE 20.30

SANNÀ vs MARANGI

-MARTEDĺ, 17 GIUGNO, ORE 20.30

CURTI vs PUZZUNUEU.

Questa sera, ore 20.00 avrà inizio il TORNEO di CALCIO BALILLA, presso la Sede messa a disposizione dall’ASS. CULT. SALIC’È ed in collaborazione con il GRUPPO SPORTIVO della Parrocchia San Giuseppe di Salice Salentino.

Chiunque fosse interessato al Torneo di Calcio Balilla, dovrebbe presentarsi questa sera, presso la sede dell’Ass. SALIC’È, per poter accedere ai giochi “last minute”.

Il Torneo prevede una quota d’iscrizione di 8.00 euro fino a 18 anni e di 10.00 euro dai 18 anni in su, che permetterà l’accesso a tutti i giochi.

I giocatori riceveranno la maglietta identificativa del colore della squadra.

Giorno 19 giugno, avrà inizio il Torneo di PING PONG. Chi è interessato è pregato di iscriversi.

La giornata del 29 GIUGNO prevederà lo svolgersi dei giochi in mattinata e durante il pomeriggio. Un colpo di fuoco d’artificio darà inizio all’evento che si aprirà con l’incontro delle squadre in Piazza Plebiscito verso le ore 8.30 del mattino, anticipando l’inizio dei giochi affinché essi possano concludersi prima delle ore calde della mattinata. La PARATA d’inizio dei giochi partirà da Piazza Plebiscito per dirigersi al Campo Sportivo Comunale. Essa sarà capitanata dai Capi-Rione che porteranno alto lo stendardo del proprio Rione, insieme ai loro giocatori, che sfileranno con la maglia del proprio quartiere, annunciati da trombettieri e tamburellisti. Le strade di ogni Rione saranno bardate con i colori identificativi di appartenenza.

Gli stendardi saranno realizzati dai Rioni stessi e porteranno i colori e lo stemma del quartiere.

 

 

In mattinata si svolgeranno i giochi che avranno i seguenti regolamenti:

 

TIRO ALLA FUNE

 

8 CONCORRENTI per squadra.

 

I concorrenti si dispongono nei due settori all’estremità della corda impugnandola con ambedue le mani a circa un metro di distanza l’uno dall’altro.

 

Il primo concorrente di una delle due squadre deve posizionarsi al di là della linea divisoria alla distanza di un 1,5 metri dalla linea stessa.

 

In prossimità del punto medio della corda, viene legato un pezzo di stoffa.

 

Al segnale d’inizio della gara le due squadre cominciano a tirare la fune cercando di trascinare la squadra avversaria al di qua della linea divisoria.

 

Viene dichiarata perdente la squadra che vede il suo ultimo componente oltrepassare quella linea.

 

È possibile usare le tecniche più disparate tranne che distendersi “volutamente a peso morto” sul terreno, pena la squalifica. Se un concorrente deve prontamente rialzarsi, riportandosi in posizione eretta.

 

Le posizioni iniziali di impugnatura della fune verranno assegnate dal giudice, ma i giocatori non saranno obbligati a rispettare le posizioni di partenza.

 

La gara si svolge in tre prove. Passa il turno chi si aggiudica due prove. Per l’eventuale terza prova “bella”, il campo verrà sorteggiato.

 

CORSA CON I SACCHI: 4 giocatori a Rione

 

La gara si disputerà su un percorso pianeggiante diviso in 4 corsie di circa 30 m e larghe 1 metro.

 

Ogni concorrente, condizionato dalla presenza di un sacco disposto intorno agli arti inferiori, dovrà percorrere l’intero tracciato procedendo sempre a balzi con il busto eretto.

 

Il sacco deve essere sorretto obbligatoriamente con le sole mani.

 

Si può procedere solo a saltelli, ma non si può camminare.

 

Può riprender la gara il concorrente che dopo esser finito per terra riesce a rimettersi in piedi, nella posizione iniziale, ma deve ripartire dal punto preciso in cui inizia la corsa.

 

È escluso dalla gara e retrocesso all’ultimo posto il concorrente il concorrente che, durante la corsa, invade la corsia avversaria danneggiando in modo evidente l’avversario.

 

Non sono considerate invasioni di corsia gli sconfinamenti involontari causati da cadute.

 

È squalificato quel concorrente che, durante la corsa viene aiutato , o solo sorretto da un’altra persona osi presenta sulla linea del traguardo privo di sacco.

 

La posizione del concorrente che non riesce ad ultimare l’intero percorso viene ritenuta valida fino al punto dove si è interrotta la gara. La maggiore distanza rispetto agli altri concorrenti sancirà sancirà la precedenza anche nella classifica finale.

 

 

 

ACCHIAPPA LA MELA

 

4 CONCORRENTI

 

I concorrenti, 1 a Rione, con le mani legate, dovranno estrarre con la bocca le mele presenti all’interno di una vaschetta in plastica, piena d’acqua. In 5 minuti essi dovranno “acchiappare” il maggior numero di mele possibile e riporle, sempre con la sola bocca, nella cesta accanto.

 

Allo scadere del tempo del tempo, si procederà alla conta delle mele presenti nel cestino, per mezzo di un arbitro di gara. Vincerà il concorrente che avrà raccolto più mele.

 

CARRIOLA

 

8 CONCORRENTI

 

Si dividerà il campo in 4 corsie di 30 m l’una. I concorrenti si posizioneranno sulla linea di partenza.

 

Il primo concorrente starà in piedi, mentre l’altro si posizionerà a testa in giù, con le mani per terra. Il concorrente in piedi terrà le gambe dell’altro, in modo che egli possa percorrere il campo camminando sulle mani.

 

Il gioco richiede l’obbligo di utilizzo dei guanti.

 

Vincerà la squadra che riuscirà a percorrere i 30 metri di andata e i 30 m di ritorno, nel più breve tempo possibile.

 

Alle 17.30 del pomeriggio del 29 GIUGNO, si darà avvio ai giochi con la grande PARATA, che vedrà sfilare i giocatori del Torneo con le apposite magliette insieme ai cavalli, ognuno per il proprio quartiere. Le squadre si incontreranno in Piazza Plebiscito, partendo ognuna dalle piazze del proprio Rione e sfilando per le vie del paese, fino a giungere in Piazza Plebiscito. Parteciperanno alla sfilata anche i giudici esterni del Torneo, che interpreteranno i Sovrani di Salice: Raimondello Orsini Del Balzo e Maria D’Enghien, rispettivamente il Principe fondatore di Salice Salentino e la sua consorte Principessa di Lecce e Duchessa di Soleto, interpretati dal Dott. Andrea Pizzolante e dalla cantante e Dott.ssa Domy Siciliano.

‘NGUZZA

8 CONCORRENTI (2 a Rione)

La ‘Nguzza è un gioco antico, forse un antenato del baseball. Consiste innanzitutto nella limitazione del campo che deve misurare 40 m di lunghezza.

Consiste nel posizionare un bastoncino di legno, appuntito alle due estremità, su di un perno, in modo che si bilanci e mantenga all’esterno le sue estremità . Si colpisce poi, con una mazza di legno l’estremità del bastoncino così che possa elevarsi, al fine di colpirlo come una pallina di baseball. Il bastoncino può arrivare a raggiungere i 30-40 metri di distanza. L’altro giocatore ha il compito di correre e prendere il legno, prima che cada a terra, altrimenti la squadra viene dichiarata perdente.

CUCCAGNA: 4 giocatori per squadra

L’antico gioco della cuccagna consiste nel conficcare un palo di 7 metri di lunghezza nel terreno. Esso verrà posto all’interno di una base interrata di almeno un metro, realizzata in cemento o ferro.

Il palo sarà unto di grasso, in modo da ostacolare la salita dei giocatori il cui obiettivo sarà quello di “acchiappare” la bandierina posta in cima al palo, permettendo al concorrente di accaparrarsi il premio consistente in salumi e i formaggi posizionati sempre in cima al palo.

Al di sotto del palo, verrà creata un’area circondata da materassi da palestra creando un quadrato intorno al palo di 4 x 4 metri, circondato da transenne, per evitare che il pubblico possa accedere ai materassi, diventando un pericolo per sé e per i concorrenti.

La partecipazione è limitata ai concorrenti maggiorenni e residenti nella contrada, purché siano auto-consapevoli di essere idonei fisicamente e psichicamente al gioco e a ciò che comporta.

I partecipanti saranno assicurati per eventuali infortuni.

Ogni contrada presenterà quattro partecipanti e una riserva.

L’ordine d’inizio sarà stabilito in base alla classifica parziale del torneo al momento prima della presente gara.

Ogni squadra avrà a disposizione 2 minuti per il primo tentativo, 2 minuti per il secondo tentativo e 3 minuti per il terzo.

La salita è consentita solo a mani nude ed è vietato cambiare abito durante la gara.

La classifica verrà stilata in base al concorrente che per primo estrarrà strapperà la bandierina.

È severamente vietato saltare verso l’alto lasciando la presa del palo con i 4 arti , pena la squalifica dalla singola manche.

TORNEO DEI CAVALLI

4 FANTINI - 4 CAVALLI

I cavalli , 1 a RIONE, svolgeranno il gioco del palloncino.

Il palloncino pieno d’acqua è posto fra due pali alti 4 metri e posti alla distanza di 3 metri l’uno dall’altro. Esso viene appeso ad un’asta centrale che collega i due pali. Il cavallo con il relativo fantino, passano sotto l’asta e cercano di scoppiarlo con un bastone di legno.

Il gioco con i vari turni di gioco, dura intorno ai 40 minuti, poiché i cavalli si muoveranno a turno.

Ci sarà poi un spettacolo realizzati dai CAVALIERI D’ARNEO.

Le allieve della Scuola di Danza SPAZIO DANZA DUE, eseguiranno alcuni balletti fra cui la SAMBA che annuncerà, qualora dovesse esserci, la partita dell’ITALIA per i MONDIALI 2014 che andrà in onda sul MAXISCHERMO.

Dopo MUSICA con la CANTANTE DOMY SICILIANO.

MEDIA PARTNER della serata e del Torneo Ass. Cult. Salic’è.

Divertimento assicurato!!!

NON MANCATE!!!

 

Silvia Grasso

 

Read 1784 times Last modified on Tuesday, 17 June 2014 14:41

Laureata in Educatori Socio-Ambientali presso la Facoltà di Scienze della Formazione e Specializzata in Sociologia e Ricerca Sociale, presso la Facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio.

Si interessa di turismo ed esercita da breve tempo l’attività di Assistente Turistico come libera professionista.

Innamorata della sua terra e sempre alla scoperta di nuovi luoghi interessanti dal punto di vista storico-culturale, si dedica spesso ad attività di ricerca e di ricostruzione degli aspetti antropologici, culturali e sociali del suo territorio.  I suoi hobbies sono la danza, in particolare la Pizzica e l’equitazione.

È spesso  impegnata anche in attività di volontariato.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi364
Ieri371
Total213017

Who Is Online

3
Online

29 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account