×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 420

Tuesday, 20 May 2014 20:46

Tasi, la prima rata slitta a settembre

Written by
Rate this item
(0 votes)

La Tasi, come ormai dovremmo sapere tutti, è l’imposta sui servizi indivisibili prevista dalla Legge di Stabilità 2014 n. 147/2013 entrata in vigore dal primo gennaio.

Per servizi indivisibili si intendono tutti quei servizi rivolti alla collettività - pubblica illuminazione, manutenzione del manto stradale, ecc. – inglobati in un’unica imposta, appunto la Tasi. Tale imposta dovrà essere corrisposta da chi occupa a qualsiasi titolo un’abitazione (proprietari e inquilini), in base ad una percentuale che varierà dal 10% al 30% a discrezione del Comune di riferimento.

L'aliquota Tasi sulle prime case non potrà superare la soglia del 2,5 per mille.

Per quanto riguarda la somma di Imu e Tasi per le seconde case, la legge consente un aumento delle aliquote tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille, condizionato alla concessione di detrazioni alle famiglie più deboli o numerose. Ma le decisioni fattuali sugli importi finali, sugli sconti, sui tempi e sulle modalità di pagamento, sono tutte rimandate ai Comuni. Ad ogni modo, la somma di Imu e Tasi sulle seconde case non può superare il 10,6 per mille.

Secondo quanto previsto dalla legge, inoltre, le aliquote Tasi devono essere deliberate dai Comuni entro il 23 maggio 2014, mentre la prima rata deve essere versata entro il 16 giugno.

Tuttavia il Governo, dopo l’incontro tenuto ieri con l’Anci – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ha deciso di “chiudere un occhio” per quei Comuni che non hanno ancora deliberato le aliquote Tasi, prorogando il termine di scadenza.

Su 8.092 Comuni italiani, infatti, solo 832 di essi hanno deliberato tali aliquote e, di questi ultimi, solo 514 hanno pubblicato sul sito del Ministero dell’Economia la loro delibera. Questi Comuni, come previsto, pagheranno la prima rata Tasi entro il 16 giugno. La restante parte, ovvero per la stragrande maggioranza dei Comuni, vedrà slittare la prima rata a settembre ma, naturalmente, sarà chiamata a definire quanto prima tali aliquote.

Read 9491 times

Collaboratore Salic'é. Appassionato di urbanistica, di
politica, di ecologia e di tutte quelle pratiche virtuose che valorizzano
l'efficienza e la tradizione di un territorio.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi120
Ieri416
Total213574

Who Is Online

1
Online

31 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account