×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 629

Friday, 21 March 2014 19:23

La mafia teme più la scuola che la giustizia

Written by
Rate this item
(4 votes)

Anche quest’anno, Libera- Associazione contro le mafie ha celebrato la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie.  Per sottolineare l’attenzione particolare riservata agli studenti, concreti attori di un futuro migliore, l’iniziativa, che si concluderà a Latina domani 22 Marzo, ha scelto come slogan “Radici di memoria, frutti di impegno”.

Numerosi cortei hanno colorato l’Italia ed anche a Lecce studenti e cittadini hanno ricordato le vittime di una strage che non sembra finire. Una folla festante ha “invaso” Piazza S.Oronzo per testimoniare l’impegno e la lotta contro le organizzazioni mafiose. “La mafia teme più la scuola che la giustizia”, diceva A. Caponnetto, e questa frase ha pervaso lo Stivale, ancora alla ricerca di una primavera che estirpi il cancro mafioso.

 Proprio pochi giorni fa, l’ultima vittima innocente nella tristemente nota vicenda di Palagiano ha provocato un sussulto nel silenzio, troppo spesso colpevole, che avvolge delle dinamiche che sembrano solo frutto di immaginazione.

Proprio a Palagiano, il 24 marzo, Libera ha deciso di organizzare una manifestazione, “Per amore di questa terra non taceremo”, alla quale interverrà anche Don Luigi Ciotti, fondatore dell’Associazione contro le mafie.

È inevitabile, alla luce di tragedie come quella di Palagiano, farsi delle domande, sentirsi quasi impotenti. Bisogna lottare aspramente per trovare una risposta, non sentirci assopiti spettatori del fenomeno mafioso, prendendo spunto dalle parole di Aldo Busi - E’ la vostra mafiosità spicciola, o italiani, lo zoccolo duro su cui giostra l'intero cavallo di Troia della mafia nazionale - o da quelle di Giovanni Falcone- Per lungo tempo si sono confuse la mafia e la mentalità mafiosa, la mafia come organizzazione illegale e la mafia come semplice modo di essere. Quale errore! Si può benissimo avere una mentalità mafiosa senza essere un criminale.

Read 1298 times

Studente di Giurisprudenza presso l'Università del Salento. Si diletta nella recitazione. Appassionato di politica e di satira politica, curioso osservatore di tutto ciò che lo circonda. Ha un debole per la poesia e per la bellezza. Avverso a paletti e confini, soprattutto culturali. Per descriversi, non potrebbe non fare riferimento a due citazioni che lo guidano quotidianamente: "Restiamo Umani" di Vittorio Arrigoni; "Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, ma cosa tu puoi fare per il tuo paese" di John Fitzgerald Kennedy.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi494
Ieri560
Total210765

Who Is Online

6
Online

24 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account