×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 77

Tuesday, 18 March 2014 13:59

19 marzo - Festa del papà tra dolci e tradizione

Written by
Rate this item
(2 votes)

 

  

La FESTA del PAPA’ ricorre il 19 Marzo in concomitanza con la Festa di San Giuseppe, che nella tradizione popolare oltre a proteggere i poveri, gli orfani e le ragazze nubili, in virtù della sua professione, è anche il protettore dei falegnami, che da sempre sono i principali promotori della sua festa. Pare che l’usanza ci pervenga dagli Stati Uniti e fu celebrata la prima volta intorno ai primi anni del 1900, quando una giovane donna decise di dedicare un giorno speciale a suo padre.Agli inizi la Festa del Papà ricorreva nel mese di giugno, in corrispondenza del compleanno del Signor Smart alla quale fu dedicata, poi solamente quando giunse anche in Italia si decise che sarebbe stato più adatta festeggiarla il giorno della Festa di San Giuseppe.

Nelle nostre tavole quel giorno non potranno mancare le zeppole, tipico dolce salentino e non solo, formato da un soffice impasto  fritto o cotto al forno, farcito con crema pasticcera e al cioccolato.

Un’alternativa altrettanto gustosa e semplice da preparare in casa sono gli  SFINCI di San Giuseppe, dolce fritto tipico siciliano, il cui nome deriva dal latino spongia, “spugna”, vista la particolare forma e morbidezza di questo dolce, che in cottura si gonfia prendendo una forma irregolare come una vera e propria spugna.

Una volta fritti ( hanno un frittura molto lunga, circa una decina di minuti, tempo necessario affinchè  si gonfino per bene ottenendo una frittella morbida e alveolata) vengono cosparsi di zucchero , miele o più con una crema di ricotta e gocce di cioccolato e guarniti con ciliegie e arancia candita. 

 

SFINCI SICILIANI

 

INGREDIENTI

 

-          200ml di acqua

-          1 pizzico di sale

-          180 gr di farina doppio 00

-          4 uova

-          40gr di burro

-          300 gr di ricotta ( possibilmente di pecora)

-          80 gr di zucchero a velo

-          olio per frittura

-          50 gr gocce di cioccolato

-          arancia candita qb

-          granella di pistacchi

 

PREPARAZIONE

 

Per prima cosa amalgamare la ricotta con le gocce di cioccolato e lo zucchero a velo ; coprire il tutto con la pellicola trasparente e lasciare riposare nel frigorifero.

Mettere in un pentolino l’acqua, il sale e il burro; fare sobbollire e aggiungere lentamente la farina.

Mescolare con un cucchiaio di legno finchè  l’impasto non si staccherà dalle pareti del pentolino.

Una volta che l’impasto si sarà raffreddato, aggiungere le uova una alla volta e mescolare.

Prendere con un cucchiaio un po’ di impasto e friggerlo nell’olio bollente; girare spesso gli sfinci nell’olio per farli gonfiare bene e dorare per circa 10 minuti.

Toglierli dall’olio e posizionarli su carta assorbente finchè non risulteranno asciutti.

Prendere la ricotta dal frigorifero e adagiarla sugli sfingi tiepidi.

Infine guarnire con granella di pistacchi, arancia candita e servire.

 


 

 

 

Read 1333 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi371
Ieri371
Total213024

Who Is Online

2
Online

29 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account