×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 2671

Thursday, 13 February 2014 22:40

Prima Divisione, il Lecce passa in rimonta a Barletta

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

Dopo la sconfitta interna rimediata la scorsa settimana contro il Perugia, il Lecce riparte dal Cosimo Puttilli di Barletta per continuare il proprio cammino verso la vetta della classifica.

La squadra di Nevio Orlandi scende in campo con un 4-3-2-1, con l'unica punta Simone Andrea Ganz, figlio del più celebre Maurizio, supportato dai due fantasiti Ilari e D'Errico. Il Lecce risponde con un rivisitato 4-4-2, con Lerda che deve fare a meno degli squalificati D'Ambrosio e Papini, oltre agli indisponibili Diniz e Martinez. In difesa si rivede il recuperato Vinetot che affianca al centro Abruzzese, mentre sulla corsia di destra opportunità per Sales che prende il posto di D'Ambrosio. Sulla mediana c'è per la prima volta dal primo minuto Barraco preferito a Doumbia sulla destra, Ferreira Pinto a sinistra e De Rose centrale con Bogliacino. Tandem d'attacco formato da Beretta e Miccoli. In campo, complice anche l'atmosfera da derby, è battaglia sin dai primi minuti, con le squadre che giocano a viso aperto mettendo grinta e determinazione in ogni giocata. Il Lecce prova da subito a prendere in mano le redini del gioco e già al 5' sulla solita punizione pennellata in mezzo da Miccoli, è Beretta che di testa impegna in presa il portiere biancorosso Liverani. Poco dopo Ferreira Pinto manda fuori da buona posizione calciando malamente, poi è ancora Miccoli ad ispirare di testa il solito Beretta che però non inquadra la porta. Alla mezz'ora è però il Barletta a sbloccare i giochi con un tiro a giro di Mantovani sul quale Perucchini non può arrivare. Il Puttilli si infiamma ma il Lecce prova a reagire e al 41' è Miccoli a dare l'illusione del gol con una punizione che però termina sull'esterno della rete. E' l'ultima emozione del primo tempo e le squadre vanno al riposo sul risultato di 1-0 in favore dei padroni di casa.

Ad inizio ripresa Barletta subito pericoloso in avanti con D'Errico che sfugge sulla sinistra ai difensori giallorossi e calcia dal limite dell'area piccola, Perucchini questa volta si supera e devia in calcio d'angolo. Poco dopo è il momento di Doumbia che fa il suo ingresso in campo al posto di Barraco. Nel miglior momento del Barletta arriva però il pareggio del Lecce: Beretta scarica a destra su Ferreira Pinto, la cui botta con il destro viene ribattuta da Liverani. Sulla respinta si avventa Miccoli che di potenza spedisce la palla in fondo alla rete, è 1-1 al 60'. Al 64' i padroni di casa complicano la propria partita con Ferreira che si fa espellere per somma di ammonizioni lasciando il Barletta in dieci uomini. Orlandi corre quindi ai ripari inserendo Maccarone per Ilari con l'intenzione di tenere più compatto il centrocampo. Dopo una conclusione pericolosa del solito D'Errico controllata dalla difesa giallorossa con qualche difficoltà, il Lecce affonda sulla sinistra con Doumbia che crossa basso sul primo palo e trova la deviazione vincente del neo-entrato Amodio per il vantaggio giallorosso al 70'. Orlandi richiama quindi Innocenti per Campagna e Ganz per La Mantia, mentre Lerda manda in campo Salvi al posto di Miccoli ricomponendo la classica linea mediana con Bogliacino trequartista alle spalle dell'unica punta Beretta. Negli ultimi minuti Lecce pericoloso con due tiri dalla distanza di Ferreira Pinto e Bogliacino, poi il fischio finale dell'arbitro Marco Serra di Torino decreta la fine dell'incontro. Per il Lecce una buona prova di carattere contro una squadra, il Barletta, capace di mostrare un buon gioco nonostante la differenza tecnica dei singoli. Per la prossima gara casalinga contro la Paganese, assenti Amodio e Bogliacino per qualifica, rientrerà invece Papini. In dubbio Diniz, Bellazzini e Martinez che si sono allenati a parte nell'ultimo allenamento in quel di Squinzano.

Ferny Ligori

Read 1995 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi406
Ieri560
Total210677

Who Is Online

1
Online

24 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account