×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 71

Tuesday, 11 September 2012 12:30

Italiani tartassati/ Acqua, luce, gas e rata Imu. Stangata d'autunno da 400 euro

Written by
Rate this item
(0 votes)
 
 
L'autunno bollente degli italiani, come l'ha definito il presidente della ConfindustriaGiorgio Squinzi, comincia con l'incremento dei prezzi di luce, acqua e gas, con il saldo dell'Imu e con l'aumento della tassazione locale. Rincari che, dopo gli stratosferici aumenti del prezzo dei carburanti che rischiano ulteriori fiammate, potrebbero pesare sui bilanci familiari anche per 400 euro in più rispetto agli ultimi tre mesi del 2011.
 

La benzina verde si aggira ormai intorno ai 2 euro e si temono nuovi aumenti del prezzo internazionale del greggio. Meno evidente, ma altrettanto insidioso per il portafoglio, sarà l'aumento delle tasse locali. Secondo la Cgia di Mestre, gli incrementi delle addizionali comunali e regionali dell'Irpef richiederanno una spesa ulteriore di 3,5 miliardi di euro. Il Comune di Romanon ha ancora deliberatol'eventuale variazione dell'addizionale comunale Irpef, che  comunque fra le più alte, allo 0,9% (con alcune esenzioni per i redditi più  bassi).

Un romano con reddito di 20mila euro può  trovarsi a pagare perciò  oltre 100 euro a cui si aggiungono 346 euro di addizionale regionale. Va meglio ad un cittadino milanese, anche se il comune di Milano ha inasprito l'aliquota prevedendo per  scaglioni progressivi in base al reddito. Un reddito da 20mila euro non pagher  dunque l'addizionale comunale. L'aumento di questa addizionale si farà  sentire su pensioni e buste paga solo a partire dal 2013, mentre da gennaio 2012 stiamo gi  pagando gli incrementi a livello regionale.

La situazione potrebbe ancora peggiorare nel 2013 per i cittadini delle otto regioni in deficit sanitario (Piemonte, Lazio, Abruzzo, Sicilia, Campania, Calabria, Molise e Puglia), autorizzate a rivedere al rialzo l'aliquota regionale aggiuntiva che potrebbe arrivare dallo 0,5% all'1,1%. Il nostro contribuente capitolino, dunque, che pagava 346 euro potrebbe essere chiamato a pagare anche 466 euro.

Read 806 times Last modified on Wednesday, 26 September 2012 14:50

Associazione Culturale Salic'è.

Testata Giornalistica Salic'è l'Espressino Quotidiano

https://plus.google.com/107487753267520857467

www.sali-ce.it

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi119
Ieri416
Total213573

Who Is Online

1
Online

31 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account