×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Sunday, 26 January 2014 08:49

Forza Italia Salice Salentino parla dell' Ecotassa

Written by
Rate this item
(1 Vote)

Riportiamo fedelmente quanto espresso

dal Coordinatore cittadino di Forza Italia Salice

Daniel Cannoletta

 

 

 

Il Coordinatore cittadino di Forza Italia Salice, Daniel Cannoletta, critica fortemente l’operato della Giunta Tondo in materia di raccolta dei rifiuti urbani. In questi giorni Salice è tappezzato di manifesti dell’Amministrazione Comunale che “informano” i cittadini che il mancato raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata imposti dalla Regione guidata da Nichi Vendola comporterà un aumento del 30% dei costi a carico dei Salicesi.

 

Il manifesto precisa che nei primi sei mesi di quest’anno i Comuni ritardatari dovranno incrementare la raccolta differenziata di almeno cinque punti percentuali rispetto all’anno precedente. In caso contrario, i contribuenti dovranno mettere mano al portafogli e pagare la stangata nel corso del 2014. Il Sindaco, però, omette di dire che a Salice la raccolta differenziata è ferma proprio al cinque per cento circa, e pertanto, significa che dovrebbe raddoppiare nel giro di sei mesi, il primo dei quali è quasi trascorso. La missione, quindi, con buona pace del Sindaco, è praticamente impossibile! Salice, infatti, è in coda alla classifica regionale della raccolta differenziata, con un dato che è addirittura peggiorato dall’insediamento dell’attuale maggioranza guidata da Tondo.

Eppure, la questione è nota da tempo, visto che la legge regionale che ha istituito l’ecotassa è del 2011 e ci sono state già ben due proroghe, per dare il tempo ai Comuni di adeguarsi. Il problema, invece, è stato ignorato da Tondo, che fino ad oggi non ha fatto niente per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della raccolta differenziata e per dare ai cittadini stessi i mezzi per poterla fare. Com’è sua abitudine, il Sindaco tenta ora di scaricare le responsabilità del fallimento della sua Giunta e di quella precedente, nella quale rivestiva la carica di vicesindaco e assessore all’ambiente, sulla pelle dei Salicesi. A ben poco servono annunci e proclami, fatti solo nel tentativo di salvare la faccia. Dovrebbe, invece, assumersi le proprie responsabilità, senza ulteriori aggravi di costi per i Cittadini.

Ancora una volta, infatti, i Salicesi pagano di tasca propria per l’incapacità e l’inefficienza di chi li amministra. Il Sindaco e la sua giunta, invece, dovrebbero ben sapere che i cittadini non possono più sopportare altre tasse, dopo essere stati stremati dal pagamento di IMU, TARES, COSAP, dopo che ne hanno portato le aliquote al massimo consentito dalla legge.

Il manifesto, tra l’altro, comunica anche che l’Amministrazione Comunale avrebbe incaricato un Istituto di vigilanza privato (non specifica a quale costo e con quale delibera o determina) perché sorvegli le periferie “oggetto di deposito abusivo di rifiuti”. La severità mostrata dal Sindaco a tal proposito presupporrebbe da parte del Comune una virtuosità che invece non c’è. Dimentica, infatti, che l’eco-piazzola, creata qualche anno fa dall’amministrazione di centro destra dell’epoca, è ora chiusa e dimenticata dalla sua maggioranza per propria scelta e incapacità di gestione, e che la sua riapertura consentirebbe ai cittadini di conferire gratuitamente e facilmente piccole quantità di materiali inerti ed ingombranti, invece di abbandonarli ai margini del paese.

Da ultimo, è giunto l’avviso di convocazione di un incontro del Sindaco con la cittadinanza, proprio sull’argomento dei rifiuti urbani e “conseguente aumento dei costi”. Pur comprendendo le sue difficoltà nello spiegare ai cittadini ciò che avverrà nei prossimi mesi, reputiamo che il Sindaco dovrebbe prima ancora rendere conto del fatto che per molte famiglie il passaggio dalla TARSU alla TARES ha comportato spesso un raddoppio del tributo e che, data l’importanza dell’argomento, sarebbe stato più giusto convocare un apposito consiglio comunale aperto al pubblico.

Ed infatti, i consiglieri, Tonino Rosato e Daniele Casilli, hanno segnalato con forza l’importanza di tali problematiche, presentando anche un ordine del giusto che andava incontro alle esigenze ed ai bisogni dei cittadini e che è stato respinto in modo inequivocabile dalla maggioranza. Forza Italia, inoltre, ha segnalato la pessima qualità del servizio di raccolta dei rifiuti rispetto al capitolato di appalto, che prevedeva servizi spesso male o per niente svolti, come il lavaggio dei cassonetti, delle strade, la distribuzione delle buste per i rifiuti ed altro ancora.

Read 1749 times Last modified on Sunday, 26 January 2014 21:10

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi124
Ieri663
Total208081

Who Is Online

4
Online

20 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
08 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Francesca Romana Cillo, 42 anni, insegnante precaria di storia e filosofia, sebbene già abilitata e con un concorso alle spalle. Vive a Lecce, ma l'unica cosa che ama di questa città è la squadra di calcio, di cui ...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account