×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 65

Sunday, 28 October 2012 12:44

LA RIORGANIZZAZIONE DELLE PROVINCE E IL NUOVO ASSETTO TERRITORIALE SALENTINO

Written by
Rate this item
(2 votes)

Come previsto nella spending review, il governo sta procedendo a ridurre e ridisegnare le province italiane. I criteri adottati per la riorganizzazione sono due: quello territoriale (2500kmq) e quello demografico (300.000 abitanti). Salvo deroghe, quindi, saranno eliminate tutte le province che non rispondono a tali requisiti.

 

Le “tappe” di tale riorganizzazione prevedevano che i Comuni interessati dalla riorganizzazione dovessero indicare alla Regione la propria preferenza rispetto alla nuova provincia cui appartenere. Dopodiché le Regioni dovevano inviare al governo un’apposita relazione circa la nuova mappa del territorio regionale con le eventuali deroghe previste. Ed è a questo punto che, ad oggi, si è giunti, in vista di un decreto del governo atteso prossimamente.

Un ulteriore passaggio, inoltre, in base a quanto annunciato dal Ministro della Pubblica Amministrazione Patroni Griffi, dovrebbe essere il commissariamento di tutte le amministrazioni provinciali a partire dal giugno del 2013, anche di quegli enti, quindi, che non si vedranno toccare i confini. La previsione di un commissario, cui spetteranno compiti di gestione, è finalizzata a garantire un’uniformità di indirizzo su base nazionale ed evitare possibili rallentamenti a causa di coincidenze elettorali. Resta da decidere solo se tale commissario sarà esterno, nominato dal prefetto, o se il ruolo verrà affidato al presidente uscente della Provincia. Un’importante novità dovrebbe essere rappresentata dal nuovo sistema elettorale, in virtù del quale, infatti, i consiglieri provinciali dovrebbero essere eletti non più direttamente dai cittadini, bensì dai Consigli Comunali, ciò al fine di assicurare una proporzione tra numero di abitanti dei singoli Comuni e “peso” in Consiglio provinciale. Su tale punto, però, è stata chiamata a pronunciarsi la Corte Costituzionale.

Quanto al territorio pugliese, le nuove Province saranno, oltre alla città metropolitana di Bari, Foggia (che dovrebbe inglobare buona parte della Bat), la nuova Brindisi – Taranto e Lecce (che rientra nei requisiti del governo). Da quanto emerso in questa prima fase, dallo smembramento delle province di Brindisi e Taranto dovrebbe prodursi un’annessione di molti Comuni alla Provincia di Lecce, annessione giustificata sia da una vicinanza territoriale che dalla comunanza di “storia, cultura e tradizioni” (come si legge nelle delibere di molti Comuni). Mentre tra i Comuni tarantini, però, solo Avetrana sembra destinata a Lecce, sono numerosi i comuni brindisini che si sono espressi a favore di tale “passaggio”: San Pietro Vernotico, Cellino San Marco, San Donaci, San Pancrazio Salentino, Torchiarolo, Erchie e Torre Santa Susanna. A questi si aggiungono Latiano, Oria, Carovigno, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni e San Michele Salentino che hanno indicato la provincia di Lecce come prima opzione (ma non unica) e, quindi, non è escluso che saranno destinati a far parte della nuova provincia di Taranto - Brindisi.

Non resta che attendere i prossimi mesi, dunque.

 

Read 1085 times Last modified on Sunday, 28 October 2012 14:11

Laureato in Giurisprudenza, iscritto alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università del Salento. Collabora con lo studio legale Capaldo-Pellegrino. Appassionato di teatro, politica, musica e cinema.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi209
Ieri597
Total254499

Who Is Online

2
Online

20 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account