×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 77

Wednesday, 30 October 2013 23:00

HALLOWEEN: LA FESTA PIU’ SPAVENTOSA DELL’ANNO

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

 

Chi non ha mai sentito parlare della NOTTE DI HALLOWEEN?

La parola Halloween è attestata la prima volta nel XVI secolo, e rappresenta una variante scozzese del nome completo All-Hallows-Even, cioè la notte prima di Ognissanti. Si tratta di una celebrazione radicata nella cultura americana ed anglo-sassone. Nell’Irlanda celtica, invece, questa notte coincideva con la fine dell’estate e i colori tipici erano l’arancio, per ricordare la mietitura e il nero per simboleggiare l’arrivo dell’inverno! E’ per questo motivo che i colori che caratterizzano Halloween sono l’arancio, come le zucche, e il nero, come la notte.

 

Narra una leggenda che gli spiriti erranti dei morti durante l’anno , tornassero la notte del 31 Ottobre in cerca di un corpo da possedere per l’anno successivo. Ovviamente i vivi non volevano essere posseduti! I contadini dei villaggi, perciò, rendevano le loro case fredde ed indesiderabili spegnendo i fuochi dei camini, rendendo i loro corpi orribili mascherandosi da mostri e gironzolando tra le case per far scappare di paura gli spiriti che incontravano!

Da diversi anni, anche l’Italia ha accolto questa “nuova festa”  dando libero sfogo alle più macabre e divertenti  fantasie! Soprattutto i bambini e i giovani adorano tale festività, la quale offre tra l’altro un’ottima occasione per sfogare e trasformare in gioco questo aspetto oscuro e soprannaturale della realtà! In Italia, ormai,  la notte del 31 Ottobre si organizzano feste, balli e ritrovi tra amici che, con costumi originali e “spaventosi”, scorazzano tra le vie della città bussando alle porte delle case citando la tipica frase “DOLCETTO O SCHERZETTO”. Questa frase ha origini lontane e si dice che il 1° Novembre , i primi Cristiani vagassero di villaggio in villaggio elemosinando un po’ di “pane d’anima”, un dolce di forma quadrata con uva passa. Più dolci ricevevano più preghiere promettevano per i parenti defunti dei donatori.

Oramai è facilissimo reperire maschere, vestiti e trucchi adatti alla Notte di Ognissanti e le maschere più conosciute e desiderate sono zombie, diavolo, strega, vampiro, prendendo spunto  anche da i più famosi film horror come Venerdì 13, Nightmare e Halloween!

Se si vuole organizzare la Festa di Halloween , la cosa più importante da decidere è l’atmosfera che volete creare! Ecco come  trasformare il vostro salotto o una qualsiasi sala, in un pauroso posto d’incontro per mostri e creature notturne.

Se ci sono bambini consideratene l’età per decidere quanto paurosa volete che risulti la festa!

Per i più piccoli create un’atmosfera da cartone animato : ritagliate forme di cartone di mostri dalla faccia simpatica, aggiungete ragnatele finte e ragni di stoffa.

Se invece organizzate una festa per ragazzi, potete sbizzarrirvi con cose molto più spaventose e potete anche pensare ad un sottofondo di musica ed effetti  sonori adatti all’occasione, per rendere il tutto ancora più macabro.

Oltre agli addobbi non possono mancare ricette DISgustose!!!

Ad esempio buonissime e divertenti da creare sono le “dita di strega” , di pasta frolla insanguinate con marmellata di fragole!!!  Oppure “fantasmini di Halloween”, “frittelle dolci alla zucca”, “ossa di meringa” ecc…

Come ogni festa l’importante è divertirsi, e permettere alla fantasia di evocare streghe e fantasmi tra noi!!! 

Read 2250 times Last modified on Thursday, 31 October 2013 09:15

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi596
Ieri582
Total209135

Who Is Online

3
Online

21 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account