×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 42

Friday, 12 July 2013 13:36

GIOVANI DEMOCRATICI: QUELLO CHE PENSIAMO NOI SULLA VICENDA TAP

Written by
Rate this item
(0 votes)

 

 

Riportiamo fedelmente quanto espresso dal Comitato Giovani Democratici

QUELLO CHE PENSIAMO NOI SULLA VICENDA TAP

 

Per anni è stato imposto al Salento un modello di sviluppo basato su settori che non rispondevano alla sua reale vocazione territoriale, vocazioni addirittura ignorate, come quella turistica, e disincentivate come quella agricola.


Tutto ciò ha prodotto un generale indebolimento della nostra economia, che da sempre ha dovuto fare i conti con un contesto difficile in cui svilupparsi.
L’agricoltura e il turismo sono state attività considerate più che come reali infrastrutture su cui costruire il futuro del Salento, come hobbies. Questo ha reso la nostra offerta turistica meno attrattiva e la nostra agricoltura meno competitiva poiché non inserite in vere e proprie strategie di sviluppo.
Da qualche anno a questa parte invece, emerge sempre con più forza la vocazione turistica del Salento, che anno dopo anno attrae sempre maggiori flussi di visitatori. La strada da fare è molto lunga per recuperare il terreno perso negli anni. Come Giovani Democratici riteniamo pertanto che la costruzione del gasdotto TAP vada contro gli sforzi, seppur ancora minimi, compiuti nella direzione di uno sviluppo turistico di questa area; ma la cosa che ancor più ci preoccupa è l’ennesima dimostrazione che non si ha ben chiara la visione e la prospettiva che si vuole dare a questo territorio per i prossimi 20 anni. Sembra essersi smarrito il progetto di quel “Salento d’amare” che rappresentava insieme visione, prospettiva, sostenibilità e sviluppo. 
Non siamo a priori contrari a tutto. Ma siamo preoccupati per l’assenza di pianificazione.
Siamo tuttavia consapevoli del fatto che solo la pubblicazione dello studio di impatto ambientale consentirà a tutti di esprimere valutazioni più puntuali, evitando precoci entusiasmi o allarmismi.
Ma siamo altrettanto consapevoli che l'eventuale realizzazione non potrà essere barattata con un'elemosina di soli 5 milioni di euro a favore dei Comuni coinvolti per contrastare l'erosione costiera.
Noi Giovani Democratici consideriamo passata la stagione in cui si mercanteggiavano i diritti con la storia del ricatto occupazionale perché, a fronte dei posti di lavoro (stimati) che si creerebbero, bisognerebbe stimare anche quelli che verrebbero meno negli altri settori, primo fra tutti il turismo. La vicenda Ilva avrebbe dovuto insegnare qualcosa, innanzitutto che non si possono più accettare speculazioni sulla dignità di un intero territorio. 
Certo, capiamo anche l'importanza strategica dell'opera per il nostro Paese, ma riteniamo insopportabile, ai limiti della presa in giro, l’idea di chi considera il “SUD una risorsa strategica” solo quando lo si deve sfruttare.
Proprio per il carattere strategico complessivo che l’opera dovrebbe avere, si potrebbe individuare un luogo più idoneo in cui far approdare la struttura, ciò non significa essere affetti dalla sindrome di NIMBY, ma al contrario, pianificare lo sviluppo di un’intera Regione. Non sarebbe poi così peregrina l'idea di associare la riconversione della centrale a Carbone (altro bubbone nel Salento) di Cerano all'eventuale realizzazione della TAP.
In definitiva, noi siamo favorevoli affinché al Salento sia impressa una definitiva svolta turistica ed un recupero dell’attività agricola come motori della rinascita del territorio puntando sulle enormi risorse culturali, naturali e paesaggistiche possedute. Certamente, queste attività si dovranno coniugare a processi più competitivi e tecnologici. Ci risulta pertanto, davvero incomprensibile, la volontà di realizzare un impianto che risponde di più ad una vocazione industriale che il nostro territorio non possiede. Per queste ragioni avanziamo le nostre forti perplessità sul progetto Tap.

 

Lecce, 12 luglio 2013

 

Luciano Marrocco - Segretario provinciale Giovani Democratici del Salento
Emanuele Fina - responsabile economia e lavoro Giovani Democratici del Salento
Alessandra Calsolaro - responsabile ambiente Giovani Democratici del Salento

Read 821 times Last modified on Friday, 12 July 2013 14:09

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi558
Ieri582
Total209097

Who Is Online

3
Online

21 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circondati d...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account