×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 93

Tuesday, 02 July 2013 07:13

DISOCCUPAZIONE A LIVELLI RECORD. MEGLIO INVECE DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

Written by
Rate this item
(1 Vote)


 

Lungi da me il voler fornirvi notizie poco rassicuranti (non è nella mia indole , ma purtroppo qualcuno dovrà pur farlo) , secondo le nuove proiezioni ISTAT (su dati destagionalizzati e provvisori) , la disoccupazione in Italia ha appena sfiorato record che non si vedevano così , pensate, da ben 36 anni, si parla quindi del lontano 1977.

Non basta , dunque, il periodaccio che inesorabile si sta abbattendo su tutti noi senza prospettive di miglioramenti a breve, ma contribuisce persino l'Istituto Nazionale di Statistica a rincarare la dose, fornendo dati che non sono per niente facile da digerire e da sopportare in un momento in cui tutti stanno stringendo la cinghia nell' attesa di uscire da questo lunghissimo tunnel.

Buone notizie invece sul fronte 'giovani' (dai 15 ai 24 anni) perché per loro le speranze di una ripresa sono più vicine e fattibili visto che nel mese di maggio si è registrata una diminuzione del tasso di disoccupazione giovanile di 1,3 punti percentuali rispetto ad aprile , tasso che ora si attesta al 38,5%.

E per finire questa sequela di numeri e proiezioni il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni è diminuito dello 0,2% rispetto al mese precedente (-35 mila unità) e dello 0,9 % rispetto a 12 mesi prima     (-127 mila).

Che dire, nonostante i numeri siano un modo abbastanza freddo e distaccato di fornire dati sul reale stato di sofferenza e difficoltà in cui si trova a marciare a testa bassa il nostro Paese, sono però notevolmente utili a dare una visione d'insieme del problema, per fornire dei segni evidenti della situazione che viviamo ogni giorno sulla nostra pelle e per avere alla mano dati con cui esprimere facilmente ciò che purtroppo sta accadendo e che è tutto fuorché facile.

Read 1772 times

Laureata in "Scienza e Tecniche Psicologiche" all'Università del Salento. Da grande vorrebbe fare la psicoterapeuta o la scrittrice. Ama leggere qualsiasi cosa le capiti per le mani ma predilige i grandi classici della letteratura. Attualmente è tiratrice della squadra di carabina presso Poligono di Lecce.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi117
Ieri416
Total213571

Who Is Online

2
Online

31 October 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

27 October 2020
Cartoline non spedite
Sylvia Plath (che oggi avrebbe compiuto gli anni) ha scritto: "Quello che più mi fa orrore è l'idea di essere inutile: ben istruita, piena di promesse, sbiadita verso una maturità indifferente". Non lo so che cosa ci sta succedendo, ma è bene che non...
20 October 2020
Cartoline non spedite
In questo periodo lo siamo tutti: tesi. Non sappiamo bene come muoverci eppure ci muoviamo. Io faccio una fatica enorme a sentirmi a mio agio quando sono in mezzo alla folla perché non so mai se sono al sicuro oppure no. Certo, vivere in questo clima...
13 October 2020
Cartoline non spedite
Ho capito che viviamo in un mondo bellissimo in cui "NON CE N'È COVIDDI" è stato il mantra di tutta quest'estate e quindi via libera ad aperitivi sulla spiaggia, discoteche aperte, lidi senza nessun distanziamento sociale, e pareva infatti che all'im...
06 October 2020
Cartoline non spedite
Marta scrive a Valerio: ci sono angoli di strade in cui ci siamo incrociati, ci siamo innamorati e poi non ci siamo più visti. Ora è ancora troppo presto per pensare alla primavera, ora che ancora non è neppure vero autunno. Sei sconosciuti si sono a...
22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account