×

Warning

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 65

Thursday, 13 September 2012 13:26

ANCHE IN ITALIA IL REATO DI TORTURA

Written by
Rate this item
(3 votes)

DOPO 25 ANNI IL NOSTRO PAESE PROVA AD ADEGUARDSI AI TRATTATI INTERNAZIONALI

 

Ieri (12 settembre 2012), la Commissione Giustizia del Senato ha approvato, all’unanimità, l’introduzione del reato di tortura nel codice penale italiano. Il testo del futuro art. 613 bis, in attesa di passare al vaglio dell’Aula, riprende le previsioni della Convenzione Onu del 1984 (entrata in vigore nel 1987 e ratificata dal nostro Paese nel 1989) che obbligava gli Stati firmatari ad adottare, nelle proprie legislazioni, delle norme che perseguissero tale crimine.
In seno al Consiglio Europeo, inoltre, era stato istituito un organo (tuttora operativo), il “Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT)” , con funzioni di prevenzione e controllo.
Più volte era stata sollecitato all’Italia di rispettare gli impegni presi in materia, anche in considerazione del fatto che il nostro è l’unico Paese, tra quelli firmatari della Convenzione, a non essersi ancora dotato di un apposito garante per i diritti dei detenuti né di un meccanismo di monitoraggio dello stato nelle carceri. Negli ultimi anni, oltretutto, la questione era stata posta all’attenzione dell’opinione pubblica in seguito agli eventi del G8 di Genova del 2001 e ai casi Aldrovandi e Cucchi, su quali è stata chiamata a pronunciarsi la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.


Da quanto riportato nel resoconto dei lavori della Commissione, il testo provvisorio, presentato dai relatori Balboni (Pdl) e Casson (Pd), recita:
“Art. 613-bis. - (Tortura) - E' punito con la pena della reclusione da tre a dodici anni chiunque, con violenza o minacce gravi, infligge ad una persona forti sofferenze fisiche o mentali ovvero trattamenti crudeli, disumani o degradanti, allo scopo di ottenere da essa o da una terza persona informazioni o confessioni su un atto che essa stessa o una terza persona ha compiuto o è sospettata di avere compiuto, ovvero allo scopo di punire una persona per un atto che essa stessa o una terza persona ha compiuto o è sospettata di avere compiuto ovvero per motivi di discriminazione razziale, politica, religiosa o sessuale. La pena è aumentata se le condotte di cui al primo comma sono poste in essere da un pubblico ufficiale o da un incaricato di pubblico servizio.
La pena di cui al primo comma è aumentata se dal fatto deriva una lesione grave o gravissima; è raddoppiata se ne deriva la morte.
Non può essere assicurata l'immunità diplomatica per il delitto di tortura ai cittadini stranieri sottoposti a procedimento penale o condannati da un'autorità giudiziaria straniera o da un tribunale internazionale. In tali casi lo straniero è estradato verso lo Stato nel quale è in corso il procedimento penale o è stata pronunciata sentenza di condanna per il reato di tortura o, nel caso di procedimento davanti a un tribunale internazionale, verso lo Stato individuato ai sensi della normativa internazionale vigente in materia”.

 

Read 783 times Last modified on Wednesday, 19 September 2012 15:29

Laureato in Giurisprudenza, iscritto alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università del Salento. Collabora con lo studio legale Capaldo-Pellegrino. Appassionato di teatro, politica, musica e cinema.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Oggi583
Ieri873
Total251651

Who Is Online

4
Online

15 January 2021

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

04 January 2021
Cartoline non spedite
Ci sono certi momenti in cui bisogna sottrarre. È che una passa tutta una vita a pensare che accumulare gli servirà, perché così gli hanno fatto credere. Maledette credenze. E allora in quelle credenze, ci mette di tutto, insieme ai piatti, alle...
29 December 2020
Cartoline non spedite
 Un bicchiere di vin brulé tra i mercatini natalizi, l'entusiasmo di una ragazzina in cui ti rivedi da piccola, l'abbraccio di un'amica che non vedevi da tempo per raccontarsi la vita degli ultimi mesi. No, questo Natale non è stato proprio così...
22 December 2020
Cartoline non spedite
Si sono concluse oggi le lezioni del primo semestre dell'università. Iniziare una magistrale senza nemmeno poter guardare negli occhi qualcuno dei tuoi compagni sarebbe stato uno sproloquio solo qualche mese fa, invece non è neanche passato un anno d...
15 December 2020
Cartoline non spedite
Ho letto in un articolo che il sindaco di Parma (capitale della cultura 2020), Federico Pizzarotti, ha manifestato il suo dispiacere per la chiusura, negli ultimi mesi, di tutto ciò che riguarda il mondo della cultura. Ha proprio detto: "In un moment...
08 December 2020
Cartoline non spedite
"Distanziamento sociale" sarà parola dell'anno, o meglio, una delle parole dell'anno, anche se poi, a voler essere precisi questo termine è composto da un sostantivo e un aggettivo, quindi non è del tutto appropriato riferirsi a esso come parola e di...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account