Cartoline non spedite

Cartoline non spedite #81 Dopo che

Dopo-che

Ci sono arrivata, chi l’avrebbe detto.

Quando ho iniziato a dare il mio contributo in questo progetto non avrei mai immaginato che sarei stata in grado di poter scrivere ben ottanta storie e riflessioni, vere o meno vere, dettate dal caso, dal sogno, dalla vita vera, o da una mescolanza di tutto questo, per ben due anni consecutivi senza fermarmi (anche se in realtà gli anni sono molti di più, ma due sono quelli che contano a titolo ufficiale). Certo, ci sono stati i momenti di defaillance (ma ehi, questa è la vita, chi non ne ha?), e la sensazione di non essere all’altezza sempre in agguato (non è detto che ora io lo sia, ma ecco, la pratica è un buon modo per migliorare e ottenere magari dei feedback, positivi o negativi che siano). Diciamo anche che se ci fossero stati molti commenti negativi, una qualche domanda me la sarei posta (ma tanto le domande me le pongo anche senza critiche, quindi figuriamoci). In realtà, in questo percorso ho raccolto invece molte sensazioni che non pensavo di poter generare e che ogni volta che ho letto, in testa c’era sempre quel grillo col martello che ti dà sul cervelletto e che ti fa credere di non poter essere abbastanza, quello in sostanza che ti domanda “ma che davvero?” Però, quando qualcuno ti scrive che scandisce la settimana in base a quel che sa accadere regolarmente, del tipo “Domani è mercoledì. E così mercoledì lo associo alla pasta col tonno. Oh, mi piace un sacco! Cipolla, tonno e olive. In bianco. Buonissima. Giovedì è il giorno prima di venerdì (sarà strano, ma associo il giovedì al fatto che viene prima di un altro giorno). Venerdì è più cose. Tipo Propaganda Live, la sera, o la spesa con i 40 minuti di fila per entrare, da due mesi (prima era sabato). Venerdì è anche l'ultimo giorno di lavoro, e di solito stacco prima anche se lavoro da casa. Infine venerdì in genere è il giorno in cui impasto per il giorno dopo. Eh, lievito naturale, tempi lunghi per la pizza in teglia. (C'è stato un tempo in cui il venerdì era anche altro). Sabato è il giorno felice della settimana, non lavoro, si cazzeggia e la sera c'è la pizza (lo so, c'è sempre il mangiare di mezzo). E in genere un po' di binge watching di serie tv. Certo, ora che non faccio orari barbari la sera guardo qualcosa. Però il sabato è proprio binge. Domenica è il giorno di relax, perlopiù dormo. Si mangia ancora un po' e di solito c'è l'avanzo di pizza (niente, si mangia sempre). È anche il giorno triste perché ti rendi conto che sti cavolo di weekend durano pochissimo. Lunedì è ripartenza. Eppure meno triste della domenica sera. Si riprende a lavorare e di solito c'è la premessa "no, ma da sto lunedì faccio il bravo! Mangio meno e mi do una regolata, magari fumo anche poco" (ogni lunedì lo ripeto, vedi un po' come do seguito alle buone intenzioni...) Martedì è sempre stato perlopiù insignificante. Troppo lontano dal weekend, settimana appena iniziata, nessun evento eclatante (c'erano i bei tempi della Champions ma sono andati, indipendentemente dalla quarantena). Ma da qualche mese ho completato la settimana! Martedì è Denise e la cartolina. La aspetto. So che a una certa ora, di sera, aprirò Instagram e troverò un'immagine con l'invito a seguire il link in bio. Allora. Ieri sera a una certa ho aperto Ig, ma ancora nulla. Ho fatto il solito giro tra le espressioni artistiche e un po' meno artistiche della roba che seguo e alla fine ho fatto un ultimo refresh. C'era la cartolina! L'ho letta, ho messo un cuore e mi sono messo a dormire.” Insomma, se qualcuno mi scrive così, forse qualcosa di buono devo averlo fatto, e allora, anche oggi è martedì, e dopo si vedrà.
* ottanta è il numero di articoli online necessari per poter partecipare all'iscrizione all'albo dei giornalisti pubblicisti
[N.d.R.] Scrivo "si vedrà", perché dalla prossima settimana, questa rubrica avrà un taglio più settoriale, e diverse persone ci porteranno nella loro rinnovata quotidianità, facendoci "viaggiare" per l'Italia e per il mondo, per farci vedere come si vive post-quarantena, e magari farci rendere conto che solo perché qualcosa non si vive in prima persona sulla propria pelle, non è detto che non esista o che non abbia importanza. Si partirà dalla Sardegna con Roberto Marceddu. A martedì.

Se vuoi seguirmi su instagram, mi trovi come: cocotoletta

Oggi55
Ieri579
Total196459

Who Is Online

1
Online

29 September 2020

Social & newsletter

Testata Giornalistica "Salic'è l'Espressino Quotidiano" iscritta al n° 8 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce del 4 luglio 2017.

© 2019 Salic'è. All Rights Reserved.Design & Development by Salic'è

Search

22 September 2020
Cartoline non spedite
Ritornare. Ricominciare. Entrambi sono due momenti in cui se sbagli qualcosa, qualche passaggio, una parola di più, una di meno, il tuo risultato è compromesso, perché alle parole bisogna fare attenzione. A quelle che si dicono, al modo in cui vengon...
15 September 2020
Cartoline non spedite
Oggi la cartolina non ha un o una protagonista con nome e cognome, chi l'ha scritta ha voluto mantenere l'anonimato, e potrebbe essere stata scritta in qualsiasi luogo dell'Italia, dell'Europa o del mondo, purché questo significhi essere circonda...
08 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Francesca Romana Cillo, 42 anni, insegnante precaria di storia e filosofia, sebbene già abilitata e con un concorso alle spalle. Vive a Lecce, ma l'unica cosa che ama di questa città è la squadra di calcio, ...
02 September 2020
Cartoline non spedite
La protagonista di oggi è Eduarda Ferreira, una studentessa di giurisprudenza, 21 anni, brasiliana, che ci racconta com'è la situazione nello stato di San Paolo, dopo quasi cinque mesi di quarantena. Buona lettura!  by Denise Colletta ...
01 September 2020
Cartoline non spedite
Il protagonista di oggi è Edoardo Liverani, un ragazzo torinese di 31 anni, cofondatore della startup Olivelab (design e produzione di lampade d'arredo), che si occupa di progettazione tecnica ed elettronica. Durante il lockdown aveva fatto a se ...
Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account