Sociale
24 su 24 Opinioni & Informazione
redazione@sali-ce.it 329.2792189

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.
Lunedì, 01 Maggio 2017 11:55

Festa del lavoro: perché si festeggia il 1 maggio?

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Festa del Lavoro è la giornata ideale per fare una gita fuori porta lasciando a casa stress e preoccupazioni. Non tutti però sanno perchè si festeggia il Primo Maggio, come nasce e cosa ricorda. La Festa del lavoro - o dei lavoratori - ha una lunga tradizione: il primo «Primo Maggio» nasce infatti a Parigi il 20 luglio del 1889. L’idea venne lanciata durante il congresso della Seconda Internazionale, riunito appunto nella capitale francese. Venne indetta una grande manifestazione per chiedere alle autorità pubbliche di ridurre la giornata lavorativa a otto ore. Una battaglia che portò alla promulgazione di una legge che fu approvata nel 1867 nell’Illinois.
A far cadere definitivamente la scelta su questa data furono i gravi incidenti accaduti nei primi giorni di maggio del 1886 a Chicago e conosciuti come rivolta di Haymarket, repressa nel sangue. A metà Ottocento, infatti, i lavoratori non avevano diritti: lavoravano anche 16 ore al giorno, in pessime condizioni, e spesso morivano sul luogo di lavoro. Il Primo maggio 1886 fu indetto uno sciopero generale in tutti gli Stati Uniti per ridurre la giornata lavorativa a 8 ore. La protesta durò 3 giorni e culminò appunto, il 4 maggio, col massacro di Haymarket: una vera e propria battaglia in cui morirono 11 persone. L’iniziativa superò i confini nazionali e divenne il simbolo delle rivendicazioni degli operai che in quegli anni lottavano per avere diritti e condizioni di lavoro migliori. Così, nonostante la risposta repressiva di molti governi, il 1° maggio del 1890 registrò un’altissima adesione. Oggi quella data è festa nazionale in molti Paesi. Naturalmente Cuba, Russia, Cina, ma anche Messico, Brasile, Turchia e i Paesi dell’Ue. Non lo è, invece, negli Stati Uniti dove il «Labor Day» si festeggia il primo lunedì di settembre. La festività ebbe origine in Canada in ricordo delle rivendicazioni del cosiddetto «Movimento delle nove ore». In Italia la festività fu ratificata due anni dopo, nel 1891. Durante il ventennio fascista, a partire dal 1924, la celebrazione fu anticipata al 21 aprile, in coincidenza con il cosiddetto «Natale di Roma», leggendaria data di fondazione della Capitale, nel 753 a.C.
Dopo la fine del conflitto mondiale, nel 1945, fu ripristinata mantenendo lo status di giorno festivo. Dal 1990 i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, in collaborazione con il comune di Roma, organizzano un grande concerto per celebrare il Primo Maggio, rivolto soprattutto ai giovani.

Letto 531 volte

Condividi Questo Articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Lucia Vedruccio

Studendessa del corso di Laurea di Lettere moderne. Il suo sogno è fare la professoressa. Ha sviluppato capacità e competenze organizzative. Pensa sia importantissimo il valore del lavoro di squadra, sia dal punto di vista materiale che soprattuto da punto di vista umano. Ha ottime capacità colloquali e di relazione con altre persone. 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Importante

Il presente sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 07/03/01. Costituzione Italiana - Art. 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Oggi11
Ieri157
Questa Sett.547
Questo Mese3834
Totale1516200

Venerdì, 26 Aprile 2019 02:11

Chi è on line

Abbiamo 130 visitatori e nessun utente online